Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

E’ partita in questi giorni la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti che si terrà fino al 25 Novembre. L’obiettivo della campagna è quello di aumentare la consapevolezza del problema ambientale, derivata anche dagli eccessivi rifiuti prodotti e dalla conseguente catena, a quante più persone possibile. 

Uno stile di vita sostenibile è quello di ridurre la produzione di rifiuti, che può essere raggiunto solo se tutta la società è coinvolta, solo se tutti siamo impegnati nello stesso obiettivo di preservare e curare il nostro pianeta.

Secondo la nuova direttiva europea sui rifiuti, in primo luogo, dobbiamo promuovere la prevenzione dei rifiuti, quindi, quelli generati, prepararli per il riutilizzo. La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti si concentra sulla prima parte: l’atto di prevenire la produzione di rifiuti. Il miglior passo sarebbe quello che il rifiuto non venisse minimamente generato. 

Questo evento ha coinvolto molte città e regioni europee, con relative manifestazioni e proposte delle aziende e istituzioni.

Sono 5.281 le azioni validate nella quarta edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che potrebbe annunciarsi come la più partecipata.

Il fulcro di questa edizione è rappresentato da:

  • riciclo
  • riduzione
  • risparmio

 In questa edizione la novità è rappresentata dalla consegna del Premio Nazionale Italiano che verrà consegnato il 12 Dicembre nella sala Spazio Europa della rappresentanza in Italia dell’Unione Europea.  Questo premio andrà a gratificare le azioni più virtuose di ogni categoria che dimostreranno di aver raggiunto gli obiettivi relativi all’evento.

In contemporanea in questi giorni si svolge anche la Settimana del Baratto, dove i B&B  possono promuovere le loro iniziative ecosostenibili.

riciclo, riduzione rifiuti, settimana europea riduzione rifiuti


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]