meno fertilizzanti

Meno fertilizzanti, maggiori raccolti e più soldi: l’innovazione agricola della Cina

Quasi 21 milioni di agricoltori in 452 contee in tutta la Cina hanno adottato le raccomandazioni degli scienziati in uno studio di sostenibilità agricola lungo 10 anni per ridurre l’ uso di fertilizzanti.

Secondo Nature , i loro sforzi stanno dando i loro frutti: tutto sommato, i contadini hanno aumentato la loro produttività di 12,2 miliardi di dollari rispetto a prima; il tutto usando anche meno fertilizzanti.

46 scienziati, guidati da Cui Zhenling della China Agricultural University , hanno fatto parte dello studio di riferimento volto a ridurre l’uso di fertilizzanti per la produzione di cereali e beni di largo consumo.

Gli agricoltori cinesi usano circa quattro volte la media globale dell’azoto senza abbassare i raccolti, il che ha una miriade di conseguenze ambientali.

I ricercatori hanno condotto 13.123 studi sul campo tra il 2005 e il 2015 in tutta la Cina nelle piantagioni di grano, riso e mais, testando “come variavano i raccolti con diverse varietà di colture , tempi di crescita, densità di crescita, fertilizzanti e uso dell’acqua. Hanno anche misurato la luce solare e l’effetto del clima sulla produzione agricola “, secondo Nature .

Verso un uso più consapevole dei fertilizzanti

Gli scienziati hanno elaborato consigli su misura per gli agricoltori a seconda delle condizioni della loro impresa agricola. Ad esempio alle risaie della Cina nord-orientale : i ricercatori hanno suggerito agli agricoltori di ridurre l’uso complessivo di azoto di circa il 20 per cento.

Hanno affermato che gli agricoltori potrebbero piantare i semi più vicini tra loro e aumentare l’azoto applicato in ritardo in una stagione di crescita.

Tra il 2006 e il 2015, milioni di agricoltori hanno adottato i suggerimenti e gli scienziati hanno tenuto circa 14.000 workshop e programmi di sensibilizzazione.

Hanno detto i ricercatori: “I coltivatori erano scettici, ma abbiamo guadagnato la loro fiducia, e poi siamo riusciti a far capire l’importanza di usare meno fertilizzanti – questa è stata la nostra più grande ricompensa.”

Meno fertilizzanti e più fatturato, anche in altre parti del mondo

Quella fiducia sembrava ripagare: secondo il comunicato stampa della China Agricultural University , le pratiche ” aumento della produzione di grano di 33 milioni di tonnellate, meno fertilizzanti azotati di 1,2 milioni di tonnellate e aumento del reddito di 79,3 miliardi di yuan “.




Alcuni ricercatori pensano che le nozioni apprese nel progetto da $ 54 milioni potrebbero non essere facilmente traducibili in altri paesi. Lo scienziato dell’Università di Leeds Leslie Firbank ha detto a Nature : “Avrebbe chiaramente dei benefici in tutta l’Africa sub-sahariana, ma è necessario un approccio che attraversi confini, organizzazioni e finanziatori”.

azoto, cina, fertilizzanti azotati, innovazione agricola, produzione agricola, produzione di grano


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]