zanzare geneticamente modificate

Zanzare geneticamente modificate autorizzate per il rilascio

Zanzare geneticamente modificate sono state rilasciate dall’azienda Oxitec, che ha ottenuto il permesso dalla US Environmental Protection Agency (EPA), per ora solo negli stati della Florida e in Texas.

Gli scienziati sperano che queste zanzare geneticamente modificate possano aiutare ad eliminare le malattie che sono tipicamente portate dalle zanzare, come dengue, chikungunya, febbre gialla e Zika.

Questa sarebbe la prima volta che un simile esperimento è stato tentato all’interno dei confini degli Stati Uniti e il permesso consentirebbe il rilascio di milioni di zanzare geneticamente modificate ogni settimana nei prossimi due anni. Gli insetti geneticamente modificati verranno rilasciati in Florida e Texas, ma da lì potranno facilmente viaggiare in tutto il paese.

Spray e lozioni fai da te per tenere lontani insetti e zanzare

In un forum pubblico sulla recente domanda di permesso di Oxitec negli Stati Uniti, ci sono stati 31.174 commenti contrari al rilascio delle zanzare e solo 56 a sostegno. Mentre l’EPA ha promesso di prendere in considerazione questi voti durante il processo di revisione, l’autorizzazione è comunque passata.

Altre regioni hanno accolto invece Oxitec a braccia aperte, tra cui Brasile, Isole Cayman, Malesia e Panama.

La lista di 13 piante anti-zanzare

“Per affrontare le sfide odierne in materia di salute pubblica, la nazione deve facilitare l’innovazione e far avanzare la scienza su nuovi strumenti e approcci per proteggere meglio la salute di tutti gli americani”, secondo il comunicato stampa dell’EPA.

Il permesso, che dura due anni, richiede a Oxitec di “monitorare e campionare settimanalmente la popolazione di zanzare”.

“L’EPA ha anche mantenuto il diritto di annullare il (permesso) in qualsiasi momento durante il periodo di 24 mesi in caso di risultati imprevisti”, secondo il comunicato.

Oxitec afferma che la sua zanzara Aedes aegypti (nota come OX5034) può ridurre drasticamente la diffusione di Zika, così come la dengue, il chikungunya e la febbre gialla.

Ivermectina: il farmaco che rende il sangue umano tossico per le zanzare

Zanzare geneticamente modificate: come funzionano

Le zanzare mascjio non mordono; si nutrono di nettare dei fiori. Fondamentalmente, le zanzare maschio sono innocue per l’uomo. Ma le zanzare femmine usano il sangue per far crescere le loro uova.

Oxitec ha creato una zanzara maschio con un gene speciale che impedisce alla prole femmina di sopravvivere fino all’età adulta. I nuovi maschi crescono, si accoppiano con più femmine e nel tempo il numero di Aedes Aegypti diminuisce.

“I rilasci continui su larga scala di questi maschi GM OX5034 dovrebbero alla fine causare il crollo temporaneo di una popolazione selvaggia”, secondo Oxitec.

In Brasile, che ha subito un focolaio di Zika nel 2015 e nel 2016, la società afferma che le sue zanzaregeneticamente modificate hanno ridotto la popolazione di Aedes Aegypti dall’89% al 96%.

Ma è così sicuro e semplice il loro inserimento?

Oxitec ha cercato inserire le sue zanzare per più di 10 anni nella Florida, dopo vari tentativi la società si è avvicinata nel 2016, ma i funzionari locali della Contea di Monroe (Florida Keys) alla fine hanno votato no. Oxitec ha raccolto la sua richiesta e ha deciso di riprovare con quella che ha descritto come una versione aggiornata della zanzara. Questo è ciò che l’EPA ha approvato il 1 ° maggio 2020.

Scoperta una molecola capace di renderci invisibili alle zanzare

La Florida Keys Environmental Coalition spera di convincere i funzionari a non votare più.

“Abbiamo ripetutamente chiesto a Oxitec di collaborare con noi per dimostrare che la tecnologia è sicura”, ha dichiarato Barry Wray, direttore esecutivo della Florida Keys Environmental Coalition, in una dichiarazione nel 2018 dopo che Oxitec ha richiesto il suo secondo permesso.

“Invece di ricevere la collaborazione di Oxitec per fornire questa fiducia, abbiamo assistito a un modello di evitamento, false dichiarazioni, offuscamenti e uso del marketing e dell’influenza politica per convincere le parti interessate della regolamentazione e della comunità a procedere con quello che è veramente un esperimento mal progettato sul nostro pubblico e sugli ecosistemi “, ha detto Wray.

Le uscite in Texas non sono programmate fino al 2021.

L’affermazione secondo cui il governo federale ha dato il permesso a una società di rilasciare zanzare geneticamente modificate in Florida e Texas è vera ma i permessi hanno ancora bisogno dell’approvazione locale.

Preoccupazioni legate all’introduzione delle zanzare geneticamente modificate

Vi è una crescente preoccupazione tra gli scienziati che questa tecnologia potrebbe non essere pronta per l’implementazione e che i rischi non siano stati studiati sufficientemente a fondo. Molti scienziati stanno avvertendo delle potenziali conseguenze indesiderate che possono derivare dallo scatenamento di tali insetti in natura. Ad esempio, i ricercatori non sono del tutto consapevoli del tipo di reazioni allergiche che questi insetti potrebbero causare se interagiscono con le persone

Per aiutare con alcune di queste preoccupazioni, l’Institute for Sustainability, Energy and Environment dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign ha ospitato una “Conversazione critica” sulle zanzare geneticamente modificate, che ha coinvolto 35 ricercatori di vari background, tra cui università, governi e organizzazioni no profit organizzazioni. I ricercatori provenivano da diverse parti del mondo ed erano tutti esperti in biologia delle zanzare.

La conclusione finale alla quale i ricercatori sono giunti è stata che il processo con cui questo tipo di modificazione genetica era sanzionato non era abbastanza trasparente e che l’intera valutazione del rischio per la tecnologia doveva essere riesaminata e riconsiderata prima di procedere a ulteriori sperimentazioni selvagge. Hanno anche osservato che le nuove procedure di valutazione del rischio dovrebbero essere più trasparenti e aperte al pubblico, in modo che i ricercatori possano monitorare gli studi ed essere sicuri che tutto sia al di sopra dei limiti.

Tuttavia, non sembra che qualcuno stia davvero ascoltando questi scienziati, perché gli esperimenti stanno pianificando di andare avanti come programmato e non mostrano segni di rallentamento presto.

Fonti articolo: https://eu.usatoday.com/ https://anewspost.com/


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.