Home Alimentazione Biologica Rimedi naturali per smettere di russare

Rimedi naturali per smettere di russare

1976
1
CONDIVIDI

Russare è un vero e proprio disturbo del sonno, così comune che può colpire persone di tutte le età e sesso. In genere, interessa soprattutto gli uomini, le persone in sovrappeso egli  anziani. Una persona su quattro ha problemi occasionali di roncologia, mentre è un vero e proprio disturbo per circa il 55% delle persone.

Coloro che sono interessati da episodi occasionali, in genere, non se ne rendono conto e vengono informati da chi gli sta accanto. Chi invece soffre di questo disturbo con regolarità, ha bisogno di sottoporsi a veri e propri trattamenti mirati.

Il russare può avere parecchie cause, che possono dipendere da un setto nasale deviato, dalla presenza di polipi nasali, da sovrappeso, da cattive posture.

La prima cosa da fare è confrontarsi con uno specialista per comprendere se, dietro questo disturbo, ci siano cause ben più gravi di una semplice cattiva abitudine. Se il disturbo è occasionale e non porta a conseguenze gravi, potrete decidere di affidarvi ad alcuni rimedi naturali.

Cause

La prima cosa da fare, abbiamo detto, è cercare di capire da cosa può dipendere il russare. Solo in questo modo, potrete scegliere come è meglio intervenire.

Il russare dipende essenzialmente da un’ostruzione del passaggio del flusso dell’aria. Tra  i fattori più diffusi troviamo:

  • un’ostruzione delle vie aeree nasali;
  • allergie e sinusiti;
  • le deformità nella struttura del naso, come il setto deviato;
  • lo scarso tono muscolare della gola e della lingua: i muscoli si rilassano e vanno ad ostruire le vie aree; il rilassamento può essere prodotto dall’assunzione di farmaci o alcol o anche semplicemente dall’età.

Le cause possono veramente essere molteplici e dipendere, ad esempio, da un peso eccessivo o una postura scorretta che comprime la cassa toracica.

A cosa si va incontro quando si russa

Russare incide inevitabilmente sulla qualità del sonno. Un problema cronico può portare a conseguenze molto importanti come ad esempio ipertensione arteriosa e cardiopatie, in questo caso è necessario assolutamente parlare con uno specialista.

In linea generale, comunque, si rischia:

  • l’interruzione della respirazione per alcuni secondi;
  • un sonno irregolare;
  • la tensione dei muscoli della gola;
  • la diminuzione dei livelli di ossigeno nel sangue e quindi un aumento della pressione;
  • la sonnolenza, durante il giorno, causata da un cattivo riposo notturno.

Rimedi

Abbiamo detto che spesso la causa del russare è legata a delle cattive abitudini che possono essere corrette seguendo particolari accorgimenti:

  • dormire su un fianco;
  • controllare il proprio peso corporeo;
  • evitare il consumo di alcol, soprattutto nelle ore prima di andare a dormire;
  • liberare le vie aeree ostruite, soprattutto in caso di sinusite o raffreddore;
  • cambiare spesso lenzuola e federe, aerando i locali dove si dorme: questo permetterà di limitare l’azione di allergeni, come gli acari;
  • mantenere la corretta idratazione corporea.

In genere, c’è anche chi decide di ricorrere all’utilizzo di cerotti che, tendendo le vie respiratorie, possono favorire un corretto flusso dell’aria. Nei negozi specializzati si possono trovare anche delle varianti biodegradabili e green.

Anche fare una doccia bollente prima di andare a dormire può essere utile, perché la vasodilatazione dovuta all’azione del calore e del vapore acquo consente di aprire e liberare le cavità nasali. La stessa cosa si può dire dell’utilizzo di particolari oli essenziali che stimolano le cavità nasali, come l’eucalipto o gli estratti di pino e menta che vanno spalmati sopra il labbro superiore o in un fazzoletto di stoffa o direttamente sul cuscino sul quale si dorme.

In alternativa, si può decidere di preparare una miscela con 25 ml rispettivamente di olio essenziale di eucalipto, di pino, di ginepro e di menta piperita. La soluzione andrà poi versata su un panno umido da tenere nella stanza da letto, per favorire l’apertura delle vie aeree.

Esistono poi dei ritrovati fluidificanti come le acque termali, da spruzzare direttamente nel naso grazie ad appositi applicatori. Al limite, potrebbe essere utile anche sciogliere 1 cucchiaio di sale da cucina in un bicchiere d’acqua e spruzzare più volte al giorno nelle cavità nasali, in modo da disinfettare e decongestionare le mucose.

Ricordatevi però: russare può essere in alcuni casi un disturbo grave. Non sottovalutatelo mai, soprattutto se siete soggetti a episodi frequenti. Parlare con uno specialista vi consentirà di comprendere al meglio come affrontare il problema.

Fonte

Fonte

(Foto: RelaxingMusic)

1 COMMENTO

  1. Ottimo articolo. Complimenti! Io però ho iniziato ad utilizzare ”snore free” della stella white. L’ho acquistato online a poco e …effetti immediati! Ed ho smesso di digrignare i denti…consigliato!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here