Home Prodotti naturali Palo santo: l’albero “santo” che scaccia zanzare e pensieri negativi

Palo santo: l’albero “santo” che scaccia zanzare e pensieri negativi

1042
0
palo santo

Conosciamo più da vicino il Palo Santo: un albero santo che ridona serenità, allontana i pensieri negativi e funge da repellente contro le zanzare.

Il Palo Santo è un albero tropicale conosciuto e utilizzato dalle popolazioni indigene dell’America Centro Meridionale, sin da tempi antichissimi. La sua storia, molto antica, si intreccia con la sua funzione di purificazione sprituale. Ma le sue proprietà sono tante e tutte molto utili.

Conosciamo più da vicino l’albero “santo”.

Palo Santo: storia e tradizione del legno santo

Il termine Palo Santo significa letteralmente ‘legno santo’. Si tratta di un albero che cresce spontaneamente nell’America Centro-Meridionale e viene coltivato in alcuni Paesi come Ecuador e Perù.

La prima descrizione che viene fatta del Palo Santo risale al 1824, a seguito di una spedizione tedesca nelle sue terre di origine.

Durante l’epoca Inca, il Palo Santo veniva adoperato per rilassare, tranquillizzare e favorire la purificazione spirituale. Per secoli, è stato adoperato durante i rituali religiosi e la meditazione.

Nel rispetto della sua sacralità, l’albero non deve essere mai tagliato, ma vanno utilizzati solo i rami caduti a terra spontaneamente ed essiccati naturalmente. Un processo che può richiedere dai 4 ai 10 anni.

Dal legno di questo particolare albero si ricavano oggetti artigianali, bastoncini di incenso, ma anche un olio essenziale molto apprezzato, caratterizzato da un aroma intenso e molto particolare.

Usi del Palo Santo

Gli usi del Palo Santo sono vari. Possono essere riferiti di volta in volta alle proprietà “fisiche”, specifiche della pianta, o a quelle più spirituali.

In questa seconda accezione, viene adoperato durante la meditazione, per allontanare i pensieri e le energie negative, ma anche gli spiriti maligni.

Nei suoi impieghi più quotidiani, invece, il Palo Santo viene adoperato per allontanare i cattivi odori, ma anche come repellente contro mosche e zanzare. Può diventare l’ingrediente centrale di creme, saponi e prodotti per la cura della persona.

Tradizionalmente, il suo aroma è adoperato per contrastare le energie negative che possono essere alla base di malesseri fisici, ma anche tristezza, depressione e malumore.

Tra i benefici che gli vengono attribuiti, ci sono anche proprietà analgesiche, antinfiammatorie e antisettiche. La sua resina veniva anticamente adoperata per trattare carie e mal di denti.

PROVA IL MIGLIOR PALO SANTO SUL MERCATO DIRETTAMENTE A QUESTO LINK!

C’è chi ne fa un uso interno, preparando una tisana volta a trattare problemi intestinali e allo stomaco, ma anche contro i problemi alle vie respiratorie e urinarie.

Come olio, viene adoperato durante i massaggi, per attenuare i dolori articolari, muscolari e reumatici.

C’è infine chi ritiene che il Palo Santo agisca a livello del chakra della gola e che quindi possa essere adoperato per alleviare i problemi alle vie respiratorie.

Leggi anche: I 7 Chakra, quali sono e come aprirli

Ancora, il suo profumo sarebbe utile ad alleviare gli attacchi di asma, per placare l’ansia, trattare il mal di testa e alleviare tosse e raffreddore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.