olio di tea tree

Prodotti naturali e principi attivi vegetali anti staffilococco

La presenza di ceppi di Staphylococcus aureus resistenti alla vancomicina (VRSA) e multiresistenti (MDR) di questo organismo richiede la scoperta di nuove classi di farmaci anti-stafilococcici.

Al momento non esistono antibatterici derivati ​​da piante di singole entità chimiche usati clinicamente e questo gruppo biologicamente diversificato merita di essere considerato una fonte di diversità chimica per due importanti motivi.

In primo luogo, le piante hanno un’eccezionale capacità di produrre agenti citotossici e, in secondo luogo, esiste una logica ecologica secondo cui prodotti naturali antibatterici dovrebbero essere presenti o sintetizzati de novo a seguito di un attacco microbico per proteggere le piante da microbi invasivi e patogeni nel loro ambiente.

Questa recensione cita prodotti naturali vegetali che modificano la resistenza nello Staphylococcus aureus o sono antibatterici attraverso proprietà batteriostatiche o battericide. Le attività qui descritte mostrano che ci sono molte nuove potenziali classi di agenti anti stafilococcici che dovrebbero essere sottoposti a ulteriori citotossicità, specificità microbica e studi preclinici in vivo per valutarne il potenziale.

Sono menzionati solo i prodotti naturali più attivi provenienti da una fonte di letteratura e laddove è noto questo modo di agire è stato citato.

Monoterpeni

Il Tea Tree (Melaleuca alternifolia, Myrtaceae) è stato a lungo considerato un utile agente antisettico topico in Australia e sono state fatte molte ricerche sull’uso di questo olio come antisettico per il personale infermieristico.

I composti purificati più attivi di questo olio includono:

Il più ampio spettro di questi svolge un’utile attività contro i batteri Gram-negativi. È stato anche dimostrato che i monoterpeni non ossigenati, ad es. γ-terpinene e p-cimene riducono la loro efficacia.

L’olio essenziale di Artemisia asiatica, (38 1,8-cineolo) è risultato essere sintetizzabile il principale agente anti-stafilococco con una MIC di 2 μl ml 1. Questo è stato anche attivo contro le specie Gram-negative Escherichia coli e Pseudomonas aeruginosa (entrambi MIC di 3 μl ml 1) che in molti casi sono insensibili agli antibatterici vegetali a meno che non vengano impiegate alte concentrazioni.

LEGGI ANCHE:

L’albero delle perle: la pianta vietnamita edibile è un farmaco naturale

Murraya Koenigii: la pianta curativa edibile e aromatica non solo curry

Artemisia asiatica

Sesquiterpeni

In uno studio per accertare i principi attivi di una pianta medicinale nepalese usata per trattare le infezioni sinusali, 39 il guaianolide sesquiterpene lattone 6-O-isobutyroplenolin (arnicolide C) (20) è stato caratterizzato come il principio più attivo contro uno stafilococco sensibile alla meticillina ceppo aureo (MSSA) (MIC 38 μg ml 1).

Gli autori dello studio affermano che l’attività dipende dalla presenza di una porzione di anello di ciclopentenone beta non sostituita e il lavoro di altri ha dimostrato l’attività dello staffilococco drammaticamente ridotta.

È interessante notare che l’attività antibatterica sembra essere indipendente da una frazione α-metilene-γ-lattone, sebbene questo gruppo sia necessario per una significativa attività antitumorale.

Inoltre, è stato dimostrato che il composto 20 è battericida e non batteriostatico poiché i batteri cresciuti in presenza di questo prodotto non possono essere ricostituiti. Il guaianolide 21 correlato, proveniente da Artemisia gilvescens 41, ha mostrato un eccellente potenziale contro un ceppo clinico di MRSA (MIC, 1,95 μg ml 1) e ha moderato la citotossicità verso una linea cellulare di carcinoma del colon umano (IC50 = 16 μM) che indica che probabilmente questo margine può essere sfruttato.

Scarica il PDF COMPLETO dello Studio Scientifico sui principi attivi di piante che uccidono lo staffilococco


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto