PAOLA DE MICHELI

Paola De Micheli: più incentivi per l’acquisto di bici e monopattini, nuove regole per negozi e mezzi di trasporto

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, parlando della ripartenza, dal 4 maggio, dopo un lunghissimo lockdown, circa la fase 2 spiega che nel prossimo decreto legge ci saranno incentivi per l’acquisto di bici, bici elettriche e monopattini, con più piste ciclabili, predisponendo regole precise e stringenti per le attività produttive ed i trasporti.

Mobilità sostenibile

Uno dei problemi da affrontare riguarda la mobilità che punta ad essere sempre più sostenibile. Pensiamo al Piano Strade Aperte di Milano che punta ad adattare 35 km di strade cittadine per spingere sull’utilizzo delle due ruote.

La Ministra parla di modifiche del Codice della strada per consentire l’apertura di piste ciclabili in via transitoria anche solo con segnaletica orizzontale che, tradotto in soldoni, significa: tutti i Comuni che vogliono seguire l’esempio di Milano, possono farlo senza problemi.

Paola De Micheli parla di incentivi per l’acquisto di bici, bici elettriche e monopattini. Lo scopo del provvedimento è provare ad alleggerire la pressione del trasporto pubblico, favorendo spostamenti con mezzi privati non inquinanti.

Gli effetti positivi sarebbero due:

  • minore pressione sui mezzi di trasporto pubblici
  • un livello d’inquinamento minore rispetto alle previsioni, dato che per il futuro immediato si prevede un innalzamento del tasso di inquinamento, legato al fatto che, per paura del contagio da Covid-19, molte persone potrebbero decidere di andare a lavoro con la propria auto.

Negozi

La metratura

Riguardo i negozi :

  • il paramento di riferimento per il Governo sono 40 metri quadri, per i negozi con questa metratura è previsto l’accesso di 1 persona alla volta, oltre ad un massimo di 2 operatori
  • nei negozi più piccoli, massimo 1 cliente e 1 operatore che devono rimanere ad 1 metro di distanza
  • in quelli più grandi, il flusso dovrà essere gestito in base alla superficie disponibile,differenziando percorsi di accesso e di uscita

La sanificazione degli ambienti e le regole per il personale

La sanificazione degli ambienti è prevista 2 volte al giorno, all’apertura e alla pausa:

  • usando ipoclorito di sodio ed etanolo per camerini, maniglie, cassa, bagni , vetrine
  • alla ripartenza dell’attività sarà necessario sanificare anche i filtri dell’aria condizionata
  • il personale sarà provvisto di guanti e mascherina , raccomandati anche per i clienti in attesa fuori dal negozio
  • dovrà essere rispettata la distanza di 1 metro
PAOLA DE MICHELI
Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti: Paola De Micheli parla di una ripartenza post lockdown all’insegna della mobilità sostenibile con regole rigide per negozi e trasporti.

I dispenser col disinfettante

I dispenser col disinfettante:

  • devono essere all’ingresso e vicino a casse, tastiere, schermi touch e sistemi di pagamento
  • nei negozi più grandi, ne vanno disposti anche altri, facilmente raggiungibili da operatori e clienti

Regole per venditori di abbigliamento e calzature

Chi vende abbigliamento e calzature, dovrebbe anche sanificare i capi non acquistati ma gli operatori del settore si oppongono, proponendo la sanificazione 2 volte al giorno, come avviene nei negozi di abbigliamento e calzature per bambini.

Regole per parrucchieri ed estetiste

Parrucchieri ed estetiste dovranno:

  • indossare guanti e mascherine
  • lavorare solo su appuntamento
  • sterilizzare tutti gli strumenti di lavoro

Mezzi di trasporto

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, riguardo ai mezzi di trasporto dice che:

  • si viaggerà al massimo col 50% dei posti occupati
  • sarà necessario personale per controllare il rispetto delle regole
  • l’obbligo della mascherina per tutti sugli aerei e sui taxi, se si sale almeno in 2
  • per i conducenti di treni e altri mezzi pubblici, solo nel caso in cui non siano soli
  • per i passeggeri di questi stessi mezzi, la regola fondamentale è il distanziamento sociale.

Decongestionamento del traffico

Per decongestionare il traffico nelle grandi città, specie nell’ora di punta, tra le 7:10 e le 7:40, è fondamentale:

  • differenziare gli orari di lavoro
  • abbassare da 300 a 100 la soglia minima di dipendenti oltre la quale le aziende devono avere un mobility manager col compito di consigliare le migliori modalità di trasporto per i dipendenti.

In ogni caso, per avere maggiori chiarezze sarà necessario attendere il contenuto del decreto.

covid-19, fase 2, mobilità sostenibile, negozi, Paola De Micheli, trasporti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.