AUTOSTRADA API

Milano: nasce l’autostrada per le api, la strada fiorita più lunga d’Italia per la tutela degli insetti impollinatori

Il Comune di Milano e il Parco Nord hanno deciso di depavimentare uno spazio stradale in via Suzzani, sostituendo uno spartitraffico d’asfalto con aiuole di prato fiorito che diventeranno, una volta terminate, una meravigliosa autostrada per le api, oltre che la strada fiorita più lunga d’Italia.

I lavori di decementificazione sono iniziati il 5 dicembre scorso, Giornata Mondiale del Suolo e dalla prossima primavera il paesaggio urbano locale avrà finalmente un nuovo aspetto rigorosamente green.

Le dimensioni e gli scopi dell’autostrada per le api

L’autostrada per le api sarà lunga 3,5 km, attraversando il Parco Nord di Milano da nord/est a sud/ovest e creando un vivace tragitto fatto di colori, profumi, con un milione di fiori per i nostri amici impollinatori e 3000 nuove piante erbacee perenni.

Il motto, insomma, è “più verde e meno cemento”, restituendo alla natura quello che le è stato strappato dalla prepotenza dell’uomo.

I risultati, dagli anni 80 ad oggi, sono di tutto rispetto se si pensa che oltre 27.000 metri quadri di terreno, al netto di piste ciclabili e parcheggi, sono stati restituiti alla natura.

AUTOSTRADA DELLE API
Le api sono insetti impollinatori dall’importanza cruciale per l’ecosistema. Pertanto è indispensabile tutelarle e salvaguardarne la riproduzione

Le strade fiorite per le api sparse nel mondo

Sono numerose le strade fiorite per le api sparse per il mondo:

  • nel 2015, ad esempio, Oslo ha avviato lavori per la realizzazione di un’autostrada per le api che percorresse le vie cittadine. Sono state realizzate con piccole stazioni di polline costituite da vasi di fiori, presenti ogni 250 metri su tetti e balconi delle abitazioni.
  • Nel 2019 Londra ha creato per tutte le api un’area di 50 mila metri quadri, con 22 prati fioriti nei parchi e negli spazi urbani, insieme a un corridoio fiorito lungo 11 km. Ecco invece cosa abbiamo descritto in un nostro precedente articolo riguardo allo Yorkshire.
  • Utrecht, in Olanda, ha ricoperto di fiori e piante succulente le pensiline di 300 fermate di autobus per aiutare api e bombi, favorendone la sopravvivenza.

Perché le api sono così preziose

Le api, come noto, sono un indicatore di qualità degli habitat e la loro espansione, raccolta e riproduzione verrà aiutata proprio dalla strada fiorita più lunga d’Italia. Lo spopolamento delle api inizia a diventare un problema per l’intero ecosistema.

Le cause della scomparsa di questi preziosi insetti, fondamentali per l’impollinazione, sono principalmente due : l’uso di pesticidi chimici e le continue aggressioni al loro habitat, dovute proprio alla cementificazione.

L’importanza della decementificazione

La sostituzione di piante e fiori all’asfalto e al cemento rappresenta il modo migliore per ricreare un ambiente accogliente, favorendo nuove nascite di api.

Rimpolpandone il numero, verrà reso così più solido l’ecosistema, in modo da favorire anche il successo di progetti di orti sociali attrezzati nello stesso Parco Nord.

Il progetto italiano ha preso il via grazie al crowfunding di aziende e cittadini ma c’è ancora molto da fare per rendere questa zona grigia un autentico paradiso per le api.

autostrada per le api

Comment

  • Sono Marzio, presidente del Parco Nord Milano, davvero contento del vostro articolo. Le api sono la misura del nostro amore per il pianeta e possono anche essere alimentate, sostenute, vissute, aiutate, osservate nel cuore di Milano. Sarà una primavera ricca di colori e insetti e noi staremo meglio. Grazie, cordialmente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto