Home Alimentazione Biologica Zenzero in cucina: come impiegarlo in tisane e come condimento

Zenzero in cucina: come impiegarlo in tisane e come condimento

3575
0
CONDIVIDI
Come utilizzare lo zenzero in cucina: ecco tre gustose ricette

Lo zenzero in cucina è un prezioso alleato, non solo per il suo gusto, ma anche per le sue tantissime proprietà. Vediamo alcune ricette gustose e benefiche.

Vi piace usare lo zenzero in cucina? Siete fortunati! Oltre all’aroma, infatti, la radice di questa pianta possiede tantissime proprietà benefiche per l’organismo.

È digestivo, soprattutto quando si tratta di assimilare carboidrati e proteine. Elimina i gas intestinali, favorisce la crescita della flora batterica intestinale. Contrasta, quindi, colite, stitichezza, diarrea ed è utile anche per attenuare nausea e crampi allo stomaco. È stimolante, antiremautico, aiuta contro affaticamento e perdite di memoria e ha proprietà antiossidanti. Una vera e propria fonte miracolosa di benefici!

Ma come adoperare lo zenzero in cucina? Vediamo alcune belle e gustose ricette.

Tisana allo zenzero

Sapevate che lo zenzero è un ottimo rimedio naturale anche per dimagrire? La sua radice possiede infatti un effetto termogenico, se assunto in una dieta equilibrata. Aiuta, cioè, a bruciare calorie, aumentando la velocità del metabolismo.

Vediamo come sfruttare questa proprietà in una deliziosa tisana, ricca di caffeina e antiossidanti, che vi aiuterà anche a mantenere elevati livelli di energia nel corpo.

Ingredienti

  • Citronella, 1 rametto
  • Zenzero fresco, 10 fette sottili
  • Tè verde, 6 bustine
  • Zucchero di cocco, 100 grammi

Sciacquate il rametto di citronella e tagliatelo in pezzi piccoli. Dopodiché schiacciate i pezzettini in un mortaio. Nel frattempo, mettete dell’acqua sul fuoco in una pentola: un litro o quanta ne volete, in base al vostro gusto. Se volete un sapore più forte, mettetene di meno; viceversa, aggiungete acqua se preferite una bevanda più delicata. Aggiungete citronella, zenzero e zucchero di cocco. Appena bolle, togliete dal fuoco e lasciate le bustine di tè in infusione. Dopo qualche minuto, rimuovete le bustine e fate raffreddare. Filtrate quindi tutto il composto e deliziatevi! Potete aggiungere del ghiaccio.

Se assunta tutti i giorni per qualche settimana, insieme a una dieta ipocalorica, questa bevanda può aiutarvi a dimagrire.




Curcuma e latte di cocco

Per sfruttare al meglio i benefici dello zenzero per la digestione e l’apparato digerente, possiamo realizzare una gustosa bevanda a base di latte di cocco. Vediamo come prepararla.

Ingredienti

  • Latte di cocco, 1/2 litro
  • Curcuma, 1 cucchiaio colmo
  • Radice fresca di zenzero, un pezzetto
  • Un cucchiaio di miele biologico
  • Pepe nero, q.b.

Mescolate bene tutti gli ingredienti in una pentola capiente, eccetto il miele, in una ciotola, fino a ottenere un composto omogeneo. Mettete poi la pentola sul fuoco e portate il tutto a ebollizione. Abbassate la fiamma al minimo e lasciate cucinare per altri 5 minuti. Spegnete il fuoco e quando la tisana sarà tiepida aggiungete il miele.

Assunta prima di andare a dormire, questa bevanda gustosa vi aiuterà a digerire meglio.

Sushi

Il modo più comune in cui utilizziamo lo zenzero in cucina è sicuramente il sushi. Ovviamente, stiamo parlando di sushi vegetariano e vegano (ecco una bella ricetta)! Quando accompagnato al piatto giapponese, lo zenzero prende il nome di gari ed è conservato sottaceto. Sapevate che è molto semplice prepararlo in casa? Vediamo come si fa.

Ingredienti

  • Zenzero fresco, 300 grammi
  • Aceto di riso, 250 ml
  • Zucchero, 60 grammi
  • Sale, un cucchiaio

Riempite una pentola d’acqua e mettetela sul fuoco. Dovrà bollire, per cui tenete la fiamma alta. Pelate nel frattempo lo zenzero e tagliatelo in fette sottili. Ponetelo poi nella pentola, quando l’acqua bolle, e lasciatelo per soli 30 secondi. Asciugatelo e mettetelo in alcuni barattoli che avrete precedentemente lavato e sterilizzato. Svuotate la pentola utilizzata sinora e metteteci dentro l’aceto e lo zucchero. Portate il composto a ebollizione e versatelo nei barattoli con lo zenzero. Lasciate conservare e consumate dopo 2/3 giorni. In frigorifero, lo zenzero sottaceto si conserverà fino a 3 mesi, in condizioni ottimali.

Il sushi in genere è accompagnato anche da un altro condimento, il wasabi. Sapevate che aiuta a combattere il cancro al pancreas? Ecco lo studio.

FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here