Il pericolo di comprare melone o anguria già tagliata o aperta

I supermercati e i fruttivendoli tendono a vendere frutta e verdura di grandi dimensioni come meloni, zucche e angurie già tagliate per comodità. Ma c’è un rischio per la nostra salute.

È diventato comune trovare alcuni grandi frutti e verdure tagliati con il pensiero di piccole famiglie o persone che vivono da sole che non sarebbero in grado di consumarli interi in tempo. Inoltre, spesso è difficile conservarli in frigorifero a causa dell’ampio spazio che occupano.

Praticità Vs salute

Ma questa pratica, se non vengono prese le dovute precauzioni, può comportare un rischio per la nostra salute. Potremmo prendere la salmonellosi, la listeriosi o l’E.coli, per esempio.

Ciò che sembra facilitarci l’acquisto di questi frutti e verdure già avvolti con pellicola trasparente non è l’opzione migliore. Ti diciamo perché.

“ Tagliando il frutto, rompiamo la protezione naturale che isola la parte commestibile dall’ambiente. Frutta e verdura possono avere sulla loro superficie microrganismi patogeni come Salmonella, Listeria o Escherichia coli (E.coli), per cui, se non vengono lavate adeguatamente prima di tagliarle, possono entrare all’interno ”, spiega Beatriz Robles, dietista-nutrizionista. e tecnologo alimentare nel suo libro ” Eat Safe Eating Everything “. In poche parole, potremmo soffrire di intossicazione alimentare.

LEGGI ANCHE: i migliori libri per la sana alimentazione in lingua inglese

anguria, melone, frutta, verdura, buccia, E. coli, film, vitamine, avvelenamento
Macedonie pronte: importante garantire la corretta conservazione d’estate

Consigli per non avere problemi

Per non avere problemi, lo specialista consiglia di lavare bene tutta la frutta e la verdura e di mangiarle con la buccia (quelle possibili e di origine biologica) o sbucciarle. E una volta sbucciate, lavatele nuovamente perché maneggiare e trascinare il coltello può generare l’espansione di microrganismi.

Nelle parole di Robles: “ Sulla pelle possono esserci dei microrganismi che trasciniamo dentro con il coltello quando li sbucciamo. Quindi la prima cosa è lavarsi ”. Si consiglia inoltre di effettuare il lavaggio per alcuni minuti lasciando la frutta o verdura ammollata con la buccia in una soluzione di 3L di acqua per 1 misurino di candeggina o secondo quanto indicato a tal fine sull’etichetta del prodotto. Quindi risciacquare molto bene.

È anche pericoloso che la frutta tagliata non venga refrigerata, ma esposta a temperatura ambiente al supermercato o dal fruttivendolo. “ Potrebbe anche esserci contaminazione da parte dell’operatore o degli utensili da taglio. Se la frutta tagliata non viene conservata in frigorifero, viene favorita la crescita di microrganismi e, trattandosi di un alimento pronto, non vi è alcun trattamento successivo che ne migliori le caratteristiche igieniche ”, spiega Robles.

anguria tagliata supermercato
Calorie anguria: Cocomero tagliato e rivestito con pellicola protettiva: non sempre è un acquisto sicuro

In ogni caso, anche se refrigerati, la frutta e la verdura tagliate iniziano un processo di ossidazione e perdita di nutrienti.

Un altro punto da evidenziare è che l’uso eccessivo di questo film/pellicola è un altro contributo alla generazione di rifiuti poiché è una plastica che non può essere riutilizzata. Anche nei supermercati frutta e verdura con il guscio vengono avvolte e poste su vassoi, cosa assurdo visto che hanno una loro protezione naturale.

Con tutte queste informazioni, ora possiamo scegliere meglio come acquistare la nostra frutta e verdura e prendere le precauzioni igieniche necessarie per mantenere la nostra buona salute.

LEGGI ANCHE:

I Semi di anguria e la buccia non sono da buttare: i benefici per la salute e come riutilizzarli

Come scegliere anguria e meloni maturi al mercato

11 ragioni che spiegano perché mangiare anguria tutti i giorni fa bene

Il melone contro la ritenzione idrica


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto