plastica monouso

Plastica monouso: l’Australia la vieterà nel 2021

L’Australia vieterà la plastica monouso nel 2021, si tratta di una misura in sospeso dal 2020. Tuttavia, è già stata fissata una data al riguardo. Ed è che gli australiani hanno preso molto sul serio la questione dell’ambiente.

È già una notizia che una regione dell’Australia vieterà l’uso di plastica monouso nel 2021 . I legislatori hanno promosso una legge che regola questa circostanza. Pertanto, è un passo interessante nella direzione del riciclaggio.

Leggi anche —> La plastica generata da Amazon nel 2019 farebbe il giro della Terra 500 volte

Succede che la nazione australiana sia divisa in sei stati: New South Wales, Tasmania, Queensland, Victoria, Western Australia e South Australia . Quest’ultimo stato è quello che impone il provvedimento relativo all’uso della plastica.

Inoltre, è noto che il divieto di plastica monouso inizierà a marzo 2021 , quindi è un’azione abbastanza immediata. Questa notizia è di grande rilievo, dal momento che l’uso della plastica di un singolo era molto diffuso.

Leggi anche—> Case in plastica riciclata al 100%, durano 500 anni e resistono al fuoco

Cosa ci si aspetta in futuro? Ebbene, che l’ intero paese aderisca a questa iniziativa . Allo stesso modo, altri paesi possono copiare la misura.

Sfortunatamente, le plastiche monouso sono abbastanza diffuse. Infatti le usiamo quotidianamente senza soppesarne le conseguenze, le usiamo ogni giorno e poi vengono buttate creando ulteriori rifiuti.

In South Australia, dopo marzo 2021, non sarà più possibile vendere oggetti come: cannucce, posate usa e getta, tutti i tipi di contenitori di plastica usa e getta , nonché bicchieri realizzati con questo materiale.

A questo si aggiunge un intero ammasso di oggetti che inutilmente sprechiamo. Allo stesso modo, è possibile utilizzare più plastica: ma a patto che siano riciclabili.

L’Australia in temi ambientali è notevolmente avanti, a Sydney, l’ elettricità di origine solare è già utilizzata per le stradeA questo si aggiunge che l’ isola della Tasmania funziona con energia rinnovabile al 100% . Allo stesso modo, c’è l’intenzione di ripulire la famosa Grande Barriera Corallina.

Nel caso delle plastiche, succede che non sono biodegradabiliPertanto, è necessario riciclarli . Non più creare questo materiale o gettarlo nella natura. La verità è che la plastica è diventata un problema per molti ecosistemi.

plastica monouso, riciclo plastica


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto