Home Alimentazione e Salute Capelli forti e lucenti? Il segreto è la cheratina: ecco come assimilarla...

Capelli forti e lucenti? Il segreto è la cheratina: ecco come assimilarla col cibo

33657
1
CONDIVIDI
cheratina

Se volete una chioma sempre lucente e in salute, è necessario che il vostro corpo abbia un livello adeguato di cheratina. Ecco gli alimenti da integrare nella dieta per stimolarne la produzione.

Quando i capelli appaiono fragili, sottili e iniziano a diradarsi, si ricorre ai trattamenti alla cheratina. Perché? La cheratina è il più importante tra gli elementi che costituiscono il capello e ne garantisce robustezza ed elasticità.

In commercio esistono numerosi prodotti che sono descritti come a base di cheratina. Prodotti che promettono una chioma lucente e fluente. La salute dei nostri capelli però non può prescindere da un’alimentazione equilibrata, che ci dia l’apporto adeguato di nutrienti che sostengano l’organismo nel suo complesso. Ci sono particolari alimenti, poi, che in modo particolare stimolano la produzione di cheratina. Vediamoli insieme.

Cos’è la cheratina

La cheratina è una proteina costituita da lunghe catene di amminoacidi, all’interno delle quali sono presenti diverse vitamine e oligoelementi. Rappresenta la componente principale di peli, capelli e unghie, non solo per l’essere umano, ma anche nel regno animale (come ad esempio per le setole dei maiali o per gli zoccoli delle mucche).

Cosa minaccia la cheratina

La cheratina però può essere minacciata dall’uso eccessivo di sostanze chimiche, presenti in prodotti come tinture o shampoo aggressivi e non biologici. O da trattamenti ai capelli come permanenti, piastra o phon troppo caldo. Non solo. Anche l’inquinamento gioca la sua parte, così come l’assunzione di alcuni farmaci, lo stress e diverse patologie che contribuiscono a stressare i capelli.

LEGGI ANCHE: Capelli secchi: 7 rimedi naturali per ridare lucentezza e volume

Alimenti che ne stimolano la produzione

Se volete stimolare la produzione di cheratina in modo naturale, provate ad integrare i seguenti alimenti nella vostra dieta. Miglioreranno l’aspetto non solo dei capelli ma di tutte le parti del corpo che la contengono (come le unghie). Vediamo quali.

1. Frutta e verdura

La frutta e la verdura ricche di Vitamina C sono i principali alleati di chi vuole stimolare la produzione di cheratina. Questo perché la Vitamina C agevola l’assorbimento delle proteine di origine vegetale, che sono gli elementi basici per la cheratina. Integrate quindi agrumi come arance, pompelmi e limoni, ma anche peperoni e cavoletti di Bruxelles.

Non solo. Anche la Vitamina B7 gioca un ruolo importante nelle proteine che metabolizzano le basi della cheratina. Nella dieta vanno inseriti quindi cavolfiore, broccoli e cipolla.

2. Cereali e riso integrali

Anche i cereali integrali sono una buona fonte di nutrienti che facilitano la produzione di questa proteina nel corpo. Il cereale maggiormente consigliato per nutrire i capelli e la cute è il miglio, perché contiene vitamina A, vitamine del gruppo B, acido folico, ferro, potassio e zinco, che proteggono i capelli e ne rallentano la caduta. Il riso integrale invece aiuta la salute dei capelli per il suo alto contenuto di vitamina B7.

3. Latticini

Intendiamo ovviamente i latticini poveri di grassi, che presentano amminoacidi essenziali che stimolano la generazione di cheratina nel nostro organismo. Per tanto, gli esperti consigliano di consumare latte povero di grassi, formaggio e yogurt magri.

4. Uova e legumi

La produzione e la struttura della cheratina sono aiutate anche da alcuni minerali. Un esempio è lo zolfo che ne presenta una concentrazione piuttosto elevata. Cibi come uova, fagioli secchi, il cavolo nero e la soia, svolgono un ruolo importante nella sua produzione. I legumi sono inoltre ricchi di ferro, che aiuta i globuli rossi a trasportare l’ossigeno ai bulbi piliferi, migliorando la salute del capello.

Consigli per stimolare la produzione di cheratina

Per il bene della tua chioma, gli esperti consigliano di evitare carni rosse e grassi (così da migliorare la circolazione e facilitare il trasporto dell’ossigeno ai bulbi piliferi).



Pratica una costante attività fisica, perché il sudore aiuta a eliminare le tossine, ma allo stesso tempo attenzione a non rovinare i capelli con shampoo frequenti o con il cloro delle piscine. Riduci il più possibile l’esposizione ad agenti inquinanti e al sole e utilizza prodotti biologici e non aggressivi.

LEGGI ANCHE: Cura dei capelli: conoscere il cuoio capelluto per combattere la caduta

1 COMMENTO

  1. io sto usando le fibre della Toppik che sono a base di cheratina e posso confermare che sono molto buone. è un prodotto organico e copre molto bene le zone diradate o sfibrate

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here