islanda

Islanda: progetto visto a lungo termine per i lavoratori a distanza. Un nuovo modo di viaggiare

La riapertura dell’Islanda ai viaggiatori al di fuori dell’UE e degli Stati Schengen è legata al lancio di un programma di visti per lavoratori a distanza che include gli americani e consente loro di rimanere fino a sei mesi. 

Questa può sembrare una buona notizia, ma vi è una condizione, cioè che devi guadagnare 88.000 dollari all’anno.

Secondo il sito web ufficiale Work in Iceland , “Per ottenere il permesso per un soggiorno prolungato, la persona in questione deve dimostrare un rapporto di lavoro con una società straniera (o verificare il lavoro autonomo nel paese in cui ha una residenza permanente) e dimostrare i requisiti di reddito e prevedere un’assicurazione sanitaria. “

L’obiettivo finale è che i turisti a lungo termine siano in grado di stimolare l’economia, e idealmente queste sarebbero persone che non si limitano a soggiornare negli ostelli. L’Islanda vuole che i turisti spendano soldi nei ristoranti, facciano viaggi nel fine settimana in tutto il paese e prenotino Airbnbs o hotel di fascia alta. Ciò richiede ai turisti qualche soldo in più, soprattutto perché il costo della vita in Islanda è alto. Una sorta di selezione del turismo.

L’ex membro del parlamento Asta Gudrun Helgadottir ha dichiarato a Bloomberg : “Penso che l’idea sia quella di attirare professionisti con alti guadagni dalla Silicon Valley o da San Francisco per spendere i loro soldi nel nostro paese anzichè nel loro”.

Le terre islandesi stanno guadagnando sempre più interesse. È un paese con una notevole stabilità: la sua tranquillità e il suo tenore di vita catturano l’attenzione di molte persone nel mondo.

Non c’è dubbio che l’ Islanda sia un posto di un altro mondo . Molto sereno, possiede indubbie bellezze naturali. I suoi ghiacciai sembrano di un altro pianeta. Ha vulcani e sorgenti termali di infinita fantasia. Ci sono molte bellezze naturali in Islanda.

A tutto quanto sopra si aggiungono i suoi cieli adornati di aurora boreale . Si aggiungono la sua stabilità, le sue città di case colorate e i suoi modi sereni di essere. Ad esempio, in Islanda è consuetudine trascorrere il Natale leggendo .

Non è chiaro quando, esattamente, questo programma di visti entrerà in vigore. Il sito web del lavoro in Islanda afferma che “seguiranno presto ulteriori informazioni”.

islanda, permesso di lavoro, permesso di soggiorno


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto