ggreta thunberg onu new york

Greta Thunberg: il discorso integrale all’ONU contro i potenti del mondo a difesa del clima e dell’ambiente

L’attivista ambientalista Greta Thunberg ha accusato i leader mondiali di aver fallito in maniera definitiva sulla difesa dell’ambiente e di aver condannato la sua generazione. Il tutto in un potente discorso alle Nazioni Unite in una sessione dell’ONU che riguardava proprio il clima, tenutasi ieri a NewYork.

“È tutto sbagliato”, ha detto la Thunberg, la sedicenne che ha promosso un movimento globale per scioperi climatici che ha attirato milioni di persone nelle strade lo scorso venerdì, e prima ancora nella scorsa primavera. “Non dovrei essere qui. Dovrei tornare a scuola dall’altra parte dell’oceano. Eppure tutti voi venite da noi giovani parlandoci di speranza? Come osate!”

“Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote”, ha aggiunto Thunberg. “Eppure sono io uno dei più fortunati. Le persone soffrono. Le persone stanno morendo. L’intero ecosistema sta crollando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E tutto ciò di cui puoi parlare sono i soldi e le fiabe della crescita economica eterna . Come osate!”

Le false promesse del potere sul clima

L’attivista svedese ha sottolineato che la scienza in merito al cambiamento climatico è stata “cristallina” per più di 30 anni, denunciando il problema, eppure l’Assemblea Generale dell’ONU, con tutte le sue parole, non è riuscita a prendere provvedimenti significativi.

Quando Thunberg ha testimoniato prima del Congresso degli Stati Uniti la scorsa settimana, ha presentato il rapporto speciale del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici sugli impatti climatici che parla di 1,5 gradi centigradi di riscaldamento globale. Sembra poco ma è moltissimo.

“Come osate continuare a distogliere lo sguardo venendo qui a dire che state facendo abbastanza quando la vera politica e le soluzioni necessarie non sono si sono viste”, ha detto.
Dite di ascoltarci e di comprendere l’urgenza. Ma non importa quanto sia triste e arrabbiata, non voglio crederci. Perché se avete compreso appieno la situazione e continuate a non agire, allora sareste cattivi. E mi rifiuto di crederci. ”

Dopo il suo discorso, Thunberg si è trovata nella hall delle Nazioni Unite al momento dell’arrivo del presidente Donald Trump – e le telecamere di tutto il mondo hanno catturato in quell’istante l’espressione memorabile sul suo viso mentre lo osservava.

greta thunberg e trump
Thunberg e Trump – ONU New York 2019: viste le dichiarazioni di Trump e le posizioni da cui muove, non può che essere considerato un acerrimo nemico dalla generazione della Thunberg che cerca una nuova via di difesa ambientale contro i cambiamenti climatici

Trump è stato al vertice sul clima solo per circa 14 minuti, secondo il rapporto  della Casa Bianca, e non ha rilasciato alcuna dichiarazione formale. Avendo messo in dubbio le posizioni degli scienziati sul clima del proprio governo , ha promesso di ritirare gli Stati Uniti dal principale accordo globale sul clima, l’accordo sul clima di Parigi, e la sua amministrazione ha cancellato decine di leggi e iniziative sul clima.

Lo scenario internazionale e le strategie sul cambiamento climatico

Né gli Stati Uniti, il più grande produttore storico dell’inquinamento climatico, né la Cina, l’attuale maggiore inquinante, hanno offerto oggi nuovi obiettivi o soluzioni. Ma alcuni altri paesi hanno espresso posizioni diverse.

Un funzionario russo ha annunciato che avrebbe finalmente ratificato l’accordo sul clima di Parigi, rendendolo uno degli ultimi paesi a compiere questo passo. La presidente slovacca Zuzana Čaputová ha dichiarato che il suo paese avrebbe posto fine ai sussidi alle miniere di carbone nel 2023, e il cancelliere tedesco Angela Merkel ha dichiarato che la sua nazione avrebbe gradualmente eliminato la produzione di carbone entro il 2038, tra una serie di obiettivi climatici, secondo Climate Home News . E oltre 60 paesi si sono impegnati a raggiungere emissioni nette zero entro il 2050.

Il discorso emotivo di  Greta Thunberg ha lasciato una forte impressione sui politici internazionali al vertice.

“Sono stato così commosso dalla sua dichiarazione, e penso di essere totalmente d’accordo con quello che ha detto”, ha detto Mohammad Abubakar, ministro dell’ambiente della Nigeria.

Il sindaco di Barcellona Ada Colau ha dichiarato in una conferenza stampa delle Nazioni Unite che il discorso “ci ha commosso profondamente”.

“Le sue parole e la sua autenticità sono così potenti”, ha detto Colau, aggiungendo in seguito che questi ragazzi “devono comportarsi come adulti di fronte agli adulti reali“.

Greta Thunberg lancia la nuova petizione globale per il clima

In seguito al suo discorso, la Thunberg insieme ad altri 15 giovani ha presentato una petizione unica nel suo genere alla commissione per i diritti dell’infanzia delle Nazioni Unite, accusando cinque paesi Germania, Francia, Brasile, Argentina e Turchiadi violare i diritti umani attraverso i loro contributi negativi ai cambiamenti climatici.

In particolare, stanno chiedendo ai 18 esperti della commissione di accettare la petizione e di concordare di indagare e, in definitiva, di scoprire che il cambiamento climatico è lesivo dei diritti dei bambini. Le raccomandazioni alle nazioni “incriminate” formulate nella denuncia sarebbero legalmente vincolanti se approvate dal comitato, ma purtroppo non esiste un metodo reale per garantire che i paesi la seguano.

 

petizione globale sul clima Greta Thunberg
Greta Thunberg mentre promuove la nuova iniziativa della petizione mondiale sui cambiamenti climatici

Leggi anche:

15 Buone azioni quotidiane che puoi fare per salvare il pianeta

Images of Change: le incredibili foto che confermano i cambiamenti climatici

L’obiettivo della petizione è far sì che queste nazioni, così come altre, agiscano rapidamente per combattere i cambiamenti climatici nel modo più completo e rapido possibile“, ha dichiarato Jill Tauber, vice presidente del per il clima e l’energia per Earthjustice.

Questa organizzazione ambientale senza fini di lucro è co-redattrice della petizione e specifica i dettagli del reclamo – incluso il motivo per cui si rivolge a cinque paesi specifici – sul suo sito web .

Secondo un comunicato stampa di Earthjustice pubblicato ieri, tutti i paesi tranne gli Stati Uniti hanno ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia.

Per alcuni osservatori nel mondo ambientalista e dei cambiamenti climatici, la totalità delle promesse sul clima annunciate oggi è stata deludente. “Nel suo discorso schietto e potente al Summit sull’azione per il clima di questa mattina, Greta Thunberg ha tracciato una linea chiara nella sabbia, separando quei paesi e leader che sono uniti dietro la scienza da quelli che continuano a mettere i profitti degli inquinanti di combustibili fossili sopra la sicurezza dei loro cittadini “, ha dichiarato Alden Meyer, direttore della strategia e della politica dell’Unione degli scienziati interessati”.

Purtroppo, la maggior parte dei leader dei più grandi paesi inquinanti del mondo ha fallito questo obiettivo, schivando la propria responsabilità di intensificare l’azione contro le emissioni di Co2, come è essenziale, per far fronte all’emergenza climatica che affrontiamo ora.

greta for president
Global climate strike: lo sciopero mondiale per il clima è una delle tante iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e i potenti del mondo sulle reali necessità di cambiamento per la difesa dell’ambiente

Greta Thunberg : Discorso integrale ONU sul clima

“Questo è tutto sbagliato. Non dovrei essere qui. Dovrei tornare a scuola dall’altra parte dell’oceano. Eppure venite tutti da noi giovani per la speranza? Come osate! Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote. Eppure io sono uno dei fortunati. Le persone soffrono. Le persone stanno morendo. Interi ecosistemi stanno crollando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E tutto ciò di cui potete parlare sono i soldi e le fiabe della crescita economica eterna. Come osate!

Per più di 30 anni la scienza è stata cristallina. Come osate continuare a distogliere lo sguardo e venire qui dicendo che state facendo abbastanza, quando la vera politica e le soluzioni necessarie non si sono ancora viste.

Dite di “ascoltarci” e di capire l’urgenza. Ma non importa quanto sia triste e arrabbiato, non voglio crederci. Perché se capiste appieno la situazione e continuaste a non agire, allora sareste malvagi. E mi rifiuto di crederci.

L’idea comune di dimezzare le nostre emissioni in 10 anni ci dà solo il 50% di probabilità di rimanere al di sotto di 1,5 ° C e il rischio di innescare reazioni a catena irreversibili al di fuori del controllo umano.

Forse il 50% è accettabile per voi. Ma quei numeri non includono i punti di non ritorno, la maggior parte dei circuiti di feedback, il riscaldamento aggiuntivo nascosto dall’inquinamento atmosferico tossico o gli aspetti di giustizia ed equità. Fanno anche affidamento sulla generazione mia e dei miei figli che risucchia centinaia di miliardi di tonnellate di CO2 dall’aria con tecnologie che a malapena esistono. Quindi un rischio del 50% non è semplicemente accettabile per noi – noi che dobbiamo convivere con le conseguenze.

Per avere una probabilità del 67% di rimanere al di sotto di un aumento della temperatura globale di 1,5 ° C – le migliori probabilità date dal Pannello intergovernativo sui cambiamenti climatici – il 1 ° gennaio 2018 erano rimaste 420 gigatoni di anidride carbonica. Oggi questa cifra è già fino a meno di 350 gigatoni. Come osate far finta che questo problema possa essere risolto con le solite obsolete soluzioni di business. Con i livelli di emissioni odierni, il restante budget di CO2 sarà completamente sparito in meno di otto anni e mezzo.

Non ci saranno soluzioni o piani presentati in linea con queste cifre oggi. Perché questi numeri sono troppo scomodi. E non siete ancora abbastanza maturi per dire le cose come stanno.
Ci state deludendo. Ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento. Gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi. E se scegliete di fallire, vi dico che non vi perdoneremo mai. Non vi lasceremo andare via così. Proprio qui, proprio ora, è dove tracciamo la linea. Il mondo si sta svegliando. E il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no.”

GUARDA IL VIDEO CON I SOTTOTITOLI IN ITALIANO

fonte: buzzfeed

cambiamento climatico, climate for future, discorso integrale ONU, globale climate strike, greta thunberg, ONU New York 2019


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto