Home Fai da Te Come coltivare zenzero in casa

Come coltivare zenzero in casa

7615
3
CONDIVIDI
coltivare zenzero

La pratica del coltivare zenzero in giardino e in appartamento non necessita di cure assidue; con pochi accorgimenti potremmo produrre rizomi (tuberi).

Per ciò che riguarda le proprietà benefiche dello zenzero ne abbiamo già parlato ampiamente.

Il terreno deve essere di buona qualità, deve essere ricco abbastanza da alimentare la pianta, deve trattenere l’umidità in modo che la pianta non secchi ma, allo stesso tempo, deve essere in grado di drenare liberamente per non far marcire tubero e radici. 

E’ idoneo coltivare zenzero in luoghi ombreggiati, sole filtrato, umidità, calore e terreno ricco. Lo zenzero non tollera freddo, sole diretto, vento forte e terreni secchi o pregni d’acqua.
Puoi cominciare piantando un tubero (fresco), fornito da un coltivatore o acquistato in negozio. Assicurati che il rizoma sia fresco e che abbia piccole gemme (germogli di crescita) a forma di corno: se hai acquistato il bulbo in negozio sarebbe meglio lasciarlo nell’acqua tutta la notte prima
dell’ invasamento, potrebbe essere stato trattato con un ritardante delle crescita.

Un terreno composto al 50% da un buon compost e da un terreno sabbioso (o drenante) è l’ideale: il compost fornisce il nutrimento e trattiene l’umidità, mentre il terreno sabbioso assicura un ottimo drenaggio.

Il periodo migliore del trapianto in vaso è il tardo inverno/inizio primavera: scegli una posizione luminosa ma dove non batte il sole e protetta dal vento.
Se il rizoma ha più germogli di crescita puoi anche tagliarlo in più pezzi, ognuno con almeno una coppia di gemme, e ricavare così più piante da un unico tubero.
Pianta il ginger (zenzero) a circa 10 cm di profondità, con i germogli di crescita verso l’alto. 
La pianta dello zenzero non occupa grande spazio, ogni rizoma produce poco fogliame che cresce e si infoltisce, a ciuffo, molto lentamente, crescendo in altezza al massimo di circa un metro. Un vaso di 35/40 cm di diametro può ospitare fino a tre piante, debitamente distanziate di 15/20 cm.
Il terreno non deve essere mai asciutto, ma neanche zuppo, altrimenti il bulbo e le radici della pianta marciscono.
Se l’aria del tuo ambiente domestico è troppo secca puoi usare un comune spruzzino/vaporizzatore per idratare la pianta. Potresti anche pensare di umidificare correttamente, in modo naturale, l’aria domestica perché, i tuoi polmoni, così come le piante seccano nell’ aria secca.
In tarda estate, quando le temperature cominciano ad abbassarsi, riduci l’acqua e lascia pure seccare il terreno: ciò incoraggia il ginger a produrre rizoma.Quando sono seccate tutte le foglie il ginger è pronto per la raccolta. Scegli alcuni pezzi raccolti da ripiantare.
I rizomi re-interrati o lasciati nel terreno non richiedono acqua né attenzione sino all’innalzarsi delle temperature.
Se il terreno di crescita della pianta è sufficientemente ricco, per coltivare zenzero non abbiamo bisogno d’altro (ogni anno puoi arricchire il terreno con un buon compost).
  • laura mestieri

    ho acquistato proprio ora una radice di zenzero in un supermercato con un germoglio bello sviluppato,in un angolo,ma la radice è bella grande, mi dite di metterlo in acqua x pulirlo e rinverdirlo dite pure che si può tagliare ,ma prima o dopo averlo messo in acqua?

    • Sonia

      Mettilo pure in acqua prima per una giornata

  • Sui balconi e terrazze si possono coltivare ottime verdure e ortaggi