Home Bioedilizia Termocamere a infrarossi: cosa sono e perché sono utili per il risparmio...

Termocamere a infrarossi: cosa sono e perché sono utili per il risparmio energetico

822
0
CONDIVIDI

Termocamere a infrarossi: per rilevare dispersioni in casa e coibentazioni malfunzionanti

Sono sempre di più le tecnologie che possono aiutarci a controllare lo stato di salute di un determinato ambiente, anche quello casalingo. Ne esiste una che negli ultimi anni sta trovando una vasta applicazione: si tratta della termografia a infrarossi.

Termocamera a infrarossi: come funziona

La termocamera a infrarossi è un dispositivo che visualizza le perdite energetiche, la presenza di umidità, le perdite termiche o vari altri problemi che riguardano un cattivo funzionamento degli impianti presenti in casa e non solo.

Questa particolare telecamera funziona senza contatto e rileva l’energia infrarossa emessa da un oggetto. A sua volta, l’energia viene convertita in un segnale elettronico, successivamente elaborato per produrre un’immagine sul display ed eseguire i calcoli inerenti alla temperatura. Il calore che viene rilevato dal dispositivo è quantificato in genere in maniera molto precisa e permette non solo di monitorare l’andamento termico, ma anche di valutare la gravità dei problemi di dispersione.

Il principio su cui si basa il funzionamento della termocamera a infrarossi è che ogni corpo emette costantemente energia, sotto forma di radiazione elettromagnetica. La quantità di energia dipende dalla temperatura specifica.

Un dispositivo semplice da utilizzare

La termocamera è in genere uno strumento molto maneggevole e di facile utilizzo. Le immagini prodotte sul display mostrano, utilizzando diversi colori, le differenze di temperature delle superfici analizzate.

È facile quindi comprendere che uno dei suoi ambiti di utilizzo è la diagnostica degli edifici. In questo settore, infatti, il dispositivo è in grado di rilevare eventuali variazioni nelle tessiture murarie, anomalie termiche, infiltrazioni, malfunzionamenti degli impianti termici, come ad esempio dispersioni di calore e coibentazioni non funzionali.

L’analisi risultante è molto dettagliata e capace di rilevare difetti che a occhio nudo sarebbero invisibili.

Umidità, dispersioni energetiche o termiche possono essere degli errori costosi per i proprietari degli edifici. Utilizzare una termocamera a infrarossi può contribuire a migliorare l’efficienza energetica della struttura, individuando facilmente e velocemente gli errori nascosti.

Ad esempio, anche perdite d’aria eccessive possono rappresentare un forte costo in termini di energia sprecata per il condizionamento degli edifici. Le dispersioni termiche possono rappresentare fino al 50% del consumo energetico totale.

Un dispositivo per migliorare l’efficienza energetica delle abitazioni

I professionisti delle ispezioni e dei controlli energetici utilizzato sempre di più la tecnologia a infrarossi, per fare in modo che i loro controlli risultino ancora più efficaci al fine di migliorare l’efficienza energetica ed abbassare i costi.

Il mercato offre tipologie differenti di telecamere a infrarossi: ciascuno può così scegliere facilmente il modello che più si addice alle proprie esigenze. Per potersi orientare nel mercato, basta seguire alcune linee guida:

  • scegliere uno strumento che dia risultati accurati (il margine di errore non deve essere superiore al 5%);
  • un’elevata risoluzione del display;
  • la possibilità di cambiare le batterie;
  • scegliere uno strumento che supporti il formato jpeg;
  • scegliere un dispositivo leggero ed ergonomico;
  • la possibilità di effettuare aggiornamenti;
  • cercare un rivenditore che sia anche in grado di fornire assistenza tecnica.

(Foto: Radim.vesely)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here