Home Bioedilizia Nigeria, ecco le case costruite con le bottiglie di plastica

Nigeria, ecco le case costruite con le bottiglie di plastica

321
0
CONDIVIDI

Sopperire alla mancanza di alloggi e avere una casa più stabile e sicura: e fu così che in Nigeria si cominciò a costruire vere e proprie case fatte di bottiglie di plastica, riempite di sabbia e assemblate una per una attraverso corde, fango e cemento. Il primo prototipo si trova nei pressi di Sabon Yelwa a Kaduna, nella Nigeria settentrionale. Supportato dalla Dare (Associazione per lo sviluppo delle energie rinnovabili), con l’assistenza di architetti e ingegneri londinesi, l’edificio misura 58 metri quadrati e comprende due camere da letto, cucina, patio, bagno e toilette. Per costruirla sono state utilizzate 14.000 bottiglie di plastica, provenienti da hotel, uffici e ristoranti dei dintorni. I vantaggi sono almeno tre: le nuove case fatte di bottiglie risolverebbero il problema del riciclo della plastica, e farebbero fronte alla mancanza di calcestruzzo e mattoni: problema che si traduce in scarsità di alloggi per la popolazione nigeriana. Terzo, questo particolare tipo di case è in grado di resistere a terremoti, incendi e persino proiettili, rendendole più sicure delle normali abitazioni di cemento. Secondo Christopher Vassiliu e Yahaya Ahmad, coordinatori del progetto, questo prototipo “Potrebbe contribuire a risolvere l’esigenza abitativa del Paese e ripulire l’ambiente pesantemente inquinato. L’edificio è a prova di fuoco, antiproiettile e antisismico. All’interno regna una temperatura costante intorno ai 18 gradi, ideale per ripararsi dal sole tropicale”. Il prossimo passo sarà la costruzione della nuova scuola elementare di Suleja, nei pressi della capitale Abuja e, per questo progetto, serviranno 200.000 bottiglie. Ma la Nigeria, con i suoi 160 milioni di abitanti, produce ogni giorno una montagna di spazzatura di tre milioni di bottiglie di plastica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here