Home Rischi per la salute 10 Sintomi che indicano la tua intolleranza al glutine

10 Sintomi che indicano la tua intolleranza al glutine

35510
9
CONDIVIDI
glutine

Più di 55 malattie sono state collegate al glutine, la proteina presente in alcuni cereali quali frumento, avena, orzo, segale, farro, kamut, spelta e triticale.

Si stima che al 99 % delle persone che hanno sviluppato un’ intolleranza al glutine, non sia diagnosticato il problema . E questo nemmeno per molti casi di celiachia.

Recentemente è emerso che il cibo OGM aumenterebbe il numero di malati di celiachia,  a sostenerlo è il rapporto presentato dall’Institute for Responsible Technology (IRT) in accordo con i dati pubblicati dallo US Department of Agriculture, dallo US Environmental Protection Agency e da alcune ricerche internazionali pubblicate su numerose riviste scientifiche.

Se avete qualcuno dei seguenti sintomi potrebbe essere un segno che avete un intolleranza al glutine ed è consigliabile approfondire:

1 . Dopo ogni pasto vi sentite gonfi, con gas intestinale, magari a volte diarrea o stitichezza.
 
2 . La cheratosi pilare è una alterazione della cheratinizzazione caratterizzata dalla formazione di tappi cheratinici che vanno ad occludere gli orifizi dei follicoli piliferi, la riconoscete solitamente nella parte posteriore delle braccia, con piccoli puntini rialzati e arrossati.

Questo tende ad essere la causa di una carenza di acido grasso e carenza di vitamina A, causato da un malassorbimento dell’intestino avente come imputato principale l’intolleranza al glutine.
 
3 . Sensazione di stanchezza. fatica , annebbiamento del cervello dopo aver consumato un pasto che contiene glutine.
 
4 . La diagnosi di una malattia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto , artrite reumatoide , colite ulcerosa , il lupus, psoriasi , sclerodermia o sclerosi multipla .

5 . Sintomi neurologici come vertigini o sensazione di mancanza di equilibrio.
 
6 . Squilibri ormonali come sindrome dell’ovaio policistico o infertilità inspiegata .
 
7 . Emicrania mal di testa frequenti
 
8 . La diagnosi di affaticamento cronico o la fibromialgia .
 
9 . L’infiammazione , gonfiore o dolore alle articolazioni come le dita, ginocchia e fianchi.
 
10 . Problemi dell’umore come ansia, depressione , sbalzi d’umore e iperattività.
 


Un test per verificare se siamo intolleranti al glutine è sicuramente una dieta equilibrata che per almeno qualche settimana escluda tutti gli alimenti che contengono glutine a favore di prodotti che ne sono privi.

Un periodo di disintossicazione vi aiuterà a capire se i sintomi sono legati a questa intolleranza. Verificate se nel periodo di prova vi sentite meglio, e quando poi andrete a introdurlo nuovamente quali sono le vostre sensazioni e i vostri sintomi.

Prestate attenzione perchè il glutine non è presente solo nei cibi, ma anche in farmaci, integratori e anche in alcune creme per il corpo. Inoltre alcuni cibi che non sospettiamo contengono glutine, ad esempio se vogliamo mangiare delle patate, prendiamole fresche e non congelate. Ma moltissimi altri sono gli alimenti, prestate quindi attenzione.

9 COMMENTI

  1. Per cui se ad una persona viene diagnosticata una malattia autoimmune è possibile che sia semplicemente intollerante al glutine e non malata? C’è da ricordare che vi è una corrente di pensiero che dice che per talune malattie autoimmuni, in particolar modo per quelle reumatiche, seguendo una dieta priva di glutine e latticini, si risolvano buona parte dei disagi. L’articolo comunque resta troppo superficiale e scarno di spiegazioni esaustive.

  2. Ho la tiroidite di Hashimoto e nessun medico mi aveva mai parlato di una possibile intolleranza al glutine. Ho fatto un test e sono risultata positiva. Sono un paio di mesi che evito tutto ciò che contiene il glutine e inizio a vedere qualche piccolo miglioramento. Mi auguro anche sulla tiroide…

    • Attenzione alla cross-reazione: il sistema autoimmune reagisce agli alimenti che non contengono glutine, come se lo contenessero. Tali alimenti sono tutti i cereali (compresi avena, sarraceno, miglio, …), soia, riso, mais, lievito, caffè solubile, tutti i prodotti lattiero-caseari,..
      Così, se il ritiro del glutine non mostra migloramento, c´è da rimuovere (pure gradualmente) altri prodotti. Consiglio di scriversi un diario.
      Alla ghiandola tiroide non piace lo zucchero – da limitare al massimo possibile (anche la frutta).
      Io seguo Dieta del Dott.Mozzi e mi sento molto meglio 🙂

  3. Anche uo soffro di tieoide di hashimoto ma nessun medico mi a detto di fare gli esami del glutine potete darmi qualche consiglio se ce qualcuno che la fatto e in particolare i sintomi prima di fare gli esami qual erano grazie simona

    • A volte i test per il glutine sono sieronegativi – test dice che l’allergia non c´è, ma il corpo ha comunque un’allergia, se mi spiego bene. E´meglio seguire una dieta senza glutine e vedere se funziona. Good Luck!

  4. LEGGETE IL LIBRO DEL DOTT. VERGINI Ipotiroidismo, una emergenza ignorata http://drvergini.it/introduzione/ e ATTENZIONE che non sempre le analisi del sangue per CELIACHIA sono attendinibili, potrebbe essere solamente FORTE INTOLLERANZA AL GLUTINE che si risolve eliminandolo del tutto per almeno tre mesi per poi cercare di mangiarne il meno possibile!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here