coronavirus in Italia

Coronavirus in Italia: i primi due decessi. Salgono a 79 i contagiati in Italia. Cosa fare?

Coronavirus in Italia: L’emergenza coronavirus è un argomento che è stato ampliamente trattato. Ora che però questo drammatico contagio è arrivato in Italia, bisogna passare alle vie di fatto. Cosa fare? Il premier Conte ha detto che il paese è ” pronto ad adottare misure straordinarie “.

Scatta così una grande preoccupazione anche in Italia in quanto è notizia da poche ora che sono i primi due decessi, entrambi di persone anziane.

Quello che le autorità stanno manifestando, è la preoccupazione per le modalità di contagio; se il virus è potuto arrivare in delle località circoscritte di provincia, ci deve essere stato un modo che sfugge ai più; ieri sera lo stesso Zaia ha affermato che questo Coronavirus può resistere anche su materiali inerti per qualche ora, aumentando la preoccupazione generale.

Coronavirus incubazione

Nel frattempo in queste ore arrivano delle novità dalla Cina dove gli studiosi avrebbero stabilito una durata molto ampia del tempo di incubazione asintomatica del virus: cioè un periodo di tempo di 27 giorni, che spiegherebbe anche la grande incidenza di contagio del Coronavirus stesso.

La situazione Coronavirus nel lodigiano e in Veneto

Il trentottenne è al momento in prognosi riservata, ricoverato all’ospedale di Codogno (Lodi), con insufficienza respiratoria, al momento le sue condizioni sono ritenute molto gravi. L’uomo si è presentato al pronto soccorso dell’ospedale, con i sintomi di una grave polmonite. I primi test per la ricerca del virus, effettuati all’ospedale Sacco di Milano, sono risultati positivi. 

In isolamento è ricoverato anche il collega con cui aveva cenato, ed è stata contagiata anche la moglie, incinta di 7 mesi e un conoscente.

Sono arrivati a 12 i casi di persone risultate positive ai test sul Coronavirus in Veneto“, ha detto detto il governatore del Veneto Luca Zaia. “I sette casi – ha aggiunto – sono tutti di Vo’ Euganeo tra cui due familiari del deceduto“. Sarebbero secondo quanto si è appreso, la moglie e la figlia dell’uomo.

Tra i contagiati in Veneto, c’è un uomo di 67 anni, di Dolo, ricoverato ora in rianimazione a Padova. Il paziente è transitato dapprima al pronto soccorso di Mirano (Venezia), poi nella rianimazione di Dolo (Venezia), e, in seguito al peggioramento delle condizioni, è stato trasferito a Padova. Inoltre sono ventisette i pazienti risultati positivi ai test e che risiedono in Lombardia. 

Coronavirus in Italia: Il pronto soccorso, dell’ospedale di Codogno, era già stato chiuso a scopo precauzionale. “I reparti interessati dagli accertamenti sono anche la terapia intensiva e la medicina interna – ha aggiunto l’assessore alla Sanità della Regione Lombardia Giulio Gallera – mentre gli altri reparti funzionano normalmente”. Oggi le frazioni intorno a Codogno solo state isolate anche a livello ferroviario con il bypassaggio dei treni dalle loro stazioni.

“Si invitano tutti i cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali”: questo è l’invito dell’assessore.

Al momento il totale dei contagiati è salito a 51 totali, 39 in Lombardia e 12 in Veneto.

Attuazione dei piani di prevenzione Coronavirus in Toscana per i rientranti dalla Cina.

Cosa fare durante questa emergenza

Avvisano anche “Per coloro che riscontrino sintomi influenzali o problemi respiratori , l’indicazione perentoria è di non recarsi in pronto soccorso ma di contattare direttamente il numero 112 che valuterà ogni singola situazione e attiverà percorsi specifici per il trasporto nelle strutture sanitarie preposte oppure ad eseguire eventualmente i test necessari a domicilio”.  “È attiva da ieri sera , una task force regionale che sta operando in stretto contatto con il Ministero della Salute e con la Protezione Civile. La maggior parte dei contatti delle persone risultate positive al Coronavirus è stata individuata e sottoposta agli accertamenti e alle misure necessarie”.

Le giuste regole di comportamento

Ce le descrive il Ministero della Salute in un suo PDF ( scaricabile ) riassunto in un decalogo:

1- Lavati spesso le mani

2- Evita il contatto ravvicinato con persone 2 che soffrono di infezioni respiratorie acute

3- Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani

4- Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci

5- Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

6- Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

7- Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni

8- Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

9- I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

10- Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Il Coronavirus nel mondo e in Asia

Potete accedere a questo link alla Mappa Italia del Coronavirus in tempo reale

In questo schema del NyTimes la mappa del contagio da Coronavirus a livello mondiale al 22/2.

Mappa del coronavirus in Asia

coronavirus in Italia, Ospedale di Codogno


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto