Home Alimentazione Biologica La meditazione che aiuta a dimagrire

La meditazione che aiuta a dimagrire

723
0
CONDIVIDI

Perdere peso è un obiettivo che accomuna molte persone. Spesso, però, raggiungerlo non è semplice anche perché, per farlo, è necessario predisporre la nostra mente all’atteggiamento giusto.

A tal proposito può accorrere in nostro aiuto la meditazione.

In un precedente articolo abbiamo parlato del cortisolo. Abbiamo visto che il cortisolo, conosciuto anche come “ormone dello stress”, è una sostanza prodotta dalle ghiandole surrenali del nostro corpo, a seguito di situazioni di forte stress, fisico e mentale.

Una delle conseguenze dell’eccesso di cortisolo nel corpo è proprio l’aumento di peso o, meglio, la ridotta capacità di smaltirlo: l’organismo, infatti, non riesce più a utilizzare il grasso presente per produrre energia, causandone così l’accumulo soprattutto intorno all’addome.

Ansia, stanchezza, depressione, possono aumentare la frequenza cardiaca, disturbare la digestione, portare a condizioni di stress cronico, fino a sfociare nell’obesità. Queste condizioni inducono le persone a mangiare di più, cercando sollievo nel cibo: da tempo, infatti, è noto il legame tra cibo e umore.

In questo caso, la meditazione può diventare la nostra arma segreta: respirare profondamente ci aiuta a calmare ansia e stress, controllando il senso di fame nervosa. Allo stesso tempo, riflettere e meditare ci consentono di focalizzarci meglio su ciò che sentiamo, sui nostri sentimenti e sui pensieri negativi, al fine di eliminarli.

tecniche di meditazione

Non ci vuole molto per riqualificare il nostro cervello, aiutandolo a rispondere in modo diverso allo stress. Basta meditare per 15 minuti al giorno, per due settimane, per iniziare a notare i primi progressi.

Vediamo alcune tecniche di meditazione che possono aiutarci a farlo.

Imparate ad apprezzare il momento

Quando meditate, cercate di assaporare il momento che state vivendo, il luogo in cui vi trovate. Fate la stessa cosa quando vi sedete a mangiare. Assaporate il cibo, notate se vi piace, il gusto che ha ogni boccone, la consistenza. Notate anche se vi sentite veramente affamati o se state semplicemente cercando di placare un’insoddisfazione.

Respirate profondamente

Durante l’arco della vostra giornata concedetevi dei lunghi respiri, profondi e lenti, per placare il vostro corpo e la vostra mente. Una scarsa ossigenazione può aumentare i livelli di stress. Al contrario, dei lunghi respiri possono fornire una sorta di iniezione di energia per mente, corpo e anima. Fatelo anche quando vi sentite affamati: potrebbe aiutarvi a ridurre l’appetito.

Migliorate la vostra consapevolezza fisica

Una delle prime cose che si fanno quando ci si siede a meditare è percepire se il corpo è in una posizione confortevole o meno. Fatelo anche quando vi sedete a mangiare. Assumete consapevolezza dei sentimenti e dei disagi che provate e cercate di comprendere se vi siete seduti a tavola perché ne avete veramente bisogno o solo perché vi sentite annoiati, sconvolti o in qualche altro stato che vi porta a desiderare il cibo.

Usare la meditazione per dimagrire è un metodo efficace, semplice ed eseguibile da tutti. Vi consente di svuotare la mente, di comprendere ciò di cui avete veramente bisogno, di rilassare il corpo e di imparare a riconoscere i segnali che vi sta mandando.

In più…

In più potete pensare di unire la meditazione anche alla sana abitudine di camminare ogni giorno, per 20/30 minuti. Dovete sempre concentrarvi su voi stessi, sui segnali che il vostro corpo vi manda e su ciò che vi circonda (magari scegliete posti suggestivi). In questo modo, otterrete due effetti positivi: allenterete le tensioni e brucerete più calorie.

(Foto in evidenza: rekre89; foto interna: adifansnet)