Home Rimedi Naturali 3 piante che possono aiutarci in caso di colon irritabile

3 piante che possono aiutarci in caso di colon irritabile

10285
0
CONDIVIDI

La sindrome del colon irritabile è una problematica intestinale molto comune, contraddistinta da alcuni sintomi classici come gonfiore, dolori, alternanza di stipsi o diarrea, in alcuni casi anche emicrania e ansia.

Può essere una condizione ricorrente o dal carattere fluttuante, con attacchi improvvisi e sporadici. Le cause sono molteplici e sono spesso collegate a fattori emotivi e di forte stress.

In un precedente articolo, abbiamo visto quali rimedi omeopatici sono maggiormente consigliati per trattare la sindrome da intestino irritabile. Oggi, invece, vedremo alcune soluzioni naturali, a base di erbe, che possono aiutarci ad alleviare i disturbi che derivano da questa condizione.

L’assunzione di tisane a base di fiori dalle proprietà lenitive e calmanti può rivelarsi un’ottima soluzione per placare dolori e movimenti dell’intestino.

Malva

La malva è una delle piante spontanee più comuni e più preziose per la salute, anche per quella del colon. Le sue proprietà antinfiammatorie ed emollienti le conferiscono un’importante azione lenitiva sulle mucose infiammate. Questa pianta contiene mucillagini che ammorbidiscono e facilitano il transito intestinale. Non solo, contribuiscono anche a lenire le infiammazioni.

malva_colon irritabile

La malva può essere usata sotto forma di decotto di radici, da assumere la sera, dolcificata, se piace, con un po’ di miele. Al limite, può essere consumata anche in gustose insalate depurative.

Tiglio

Anche il tiglio è tra le piante più indicate nel trattamento del colon irritabile, grazie alle sue proprietà antispastiche e calmanti. Rilassa il sistema nervoso, regola l’intestino. È ancora più efficace se abbinato alla melissa.

Può essere utilizzato sotto forma di macerato glicerico, da prendere diluito in acqua prima dei pasti, o sotto forma di infuso. Meglio non abusarne però: per le quantità rivolgetevi a un esperto che saprà indicarvi le dosi migliori, specifiche per la vostra persona.

Melissa

Da sola o abbinata a malva o tiglio, la melissa è una pianta utile soprattutto a trattare i disturbi di origine psicosomatica, tra cui appunto anche quelli del colon irritabile. È un “tranquillante naturale” che riduce gli spasmi della muscolatura liscia, i crampi addominali, che accompagnano gli attacchi di colite. Non solo, aiuta a rimuovere i gas presenti nel tubo digerente, facendoci sentire meno gonfi. Può essere assunta sotto forma di infuso di fiori essiccati da bere dopo i pasti.


La sindrome del colon irritabile è un disturbo che lo stress e l’ansia di una vita dai ritmi sempre più stretti rendono più frequente e comune. Non solo, anche l’alimentazione sregolata o l’abuso di caffè, alcolici e bevande gassate possono incidere pesantemente sugli episodi di diarrea o stipsi.

Per capire cosa nella vostra alimentazione contribuisce a peggiorare questi episodi, potete decidere di tenere un diario alimentare per due settimane, segnando cosa mangiate e quando e quali disturbi subentrano dopo determinati pasti. In questo modo, potrete ridurre quegli alimenti che pensate incidano maggiormente sull’irritazione del vostro colon. Di solito, tra i responsabili più gettonati, sono elencati: caffeina, dolcificanti artificiali, agrumi, latticini, fagioli e cibi grassi.

(Foto in evidenza: fda.gov; foto interna: Patrick Standish)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here