cosa piantare a maggio

Cosa piantare a maggio: i semi da scegliere, cosa raccogliere e i lavori nell’orto

Ecco una serie di consigli su cosa piantare a maggio: quali semi scegliere, alcune dritte utili su come piantarli e i lavori da praticare nell’orto in questo mese

Maggio è il tempo in cui le temperature si alzano sempre di più, in preparazione dell’estate. È un periodo ricchissimo per la semina: gli ortaggi da piantare sono veramente tanti e possono essere messi direttamente a dimora nell’orto. Vediamo allora insieme cosa piantare a maggio e quali lavori eseguire nell’orto in questo periodo.

Cosa piantare a maggio e alcuni consigli sui lavori da eseguire nell’orto

A primavera inoltrata l’orto finalmente ci ripaga di tante fatiche: il raccolto inizia a essere sempre più ricco e c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda cosa piantare a maggio.

Grazie alle temperature sempre più clementi, la semina può essere effettuata direttamente in piena terra, o nei vasi, senza il bisogno di ricorrere a semenzai.

Ma prima di vedere cosa piantare a maggio, cerchiamo di capire quali sono i lavori da effettuare nell’orto.

I lavori da fare nell’orto

In questo mese è possibile innanzitutto effettuare il trapianto di alcune piantine, tra cui anguria, basilico, bietola, cardo, cetriolo, melone, peperone, melanzana e pomodoro. Per facilitare la crescita dei pomodori, si devono tagliare le femminette, ovvero i getti laterali.

In questo periodo è inoltre possibile seguire il calendario lunare che può permetterci di avere un raccolto migliore.

Ecco come funziona.

Durante la luna crescente, è possibile ricorrere alla semina direttamente nell’orto o nel vaso di queste piante: zucchine, cetrioli, meloni, melanzane, lattuga, peperoni, pomodori, zucca e prezzemolo.

Durante la luna calante, invece, vanno seminati all’aperto bietole da coste, cavoli, indivia, ravanelli e spinaci. In questa fase è possibile costruire e posizionare i sostegni per le piante che ne hanno bisogno, come ad esempio pomodori, fagioli e piselli.

Cosa piantare in primavera

A maggio è possibile seminare in pieno campo frutta e ortaggi estivi, come: angurie e meloni, barbabietole, i cetrioli, fagioli e fagiolini, insalate, bietole da coste, cardi, le carote, pomodori, melanzane, peperoni e peperoncini, zucca e zucchini tonde, ma anche broccoli.

Per quanto riguarda invece le erbe aromatiche, è periodo di piantare: basilico, sedano e prezzemolo.

Ecco invece cosa piantare in primavera in vaso. Innanzitutto, il cavolfiore, che sarà trapiantato poi il mese prossimo. E ancora, indivia riccia, porro, scarola e sedano.

Cosa raccogliere

Se avete lavorato bene durante i mesi precedenti in questo periodo potrete non solo trapiantare le piantine, ma anche raccoglierne i frutti. Chi ha la fortuna di avere un frutteto, ad esempio, potrà raccogliere albicocche, nespole, ma anche fragole, pere, ciliegie e limoni. Non dimenticate poi i preziosissimi spinaci e gli asparagi.

cosa piantare a primavera, cosa raccogliere, piante maggio, semina maggio, seminare in pieno campo


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter