Home Bioedilizia Bioedilizia: il polmone verde al centro di Torino

Bioedilizia: il polmone verde al centro di Torino

3844
0
CONDIVIDI

Nel cuore di Torino, batte un cuore verde: un complesso di edifici, divisi in 63 appartamenti, arricchiti di alberi.

Il complesso, che rientra all’interno del progetto “25 verde“, ideato dall’architetto Luciano Pia, è un esempio di bioedilizia molto somigliante a una sorta di foresta abitata.

Gli edifici si trovano in via Chiabrera a Torino, a pochi passi dal Centro Storico Fiat e dal Parco del Valentino. Dall’esterno, si mostrano come una struttura di 5 piani, composta da 63 appartamenti, ognuno diverso dall’altro, e circondati da 150 alberi ad alto fusto, visibili dai terrazzi e altri 40 presenti nella corte giardino.

Le facciate sono protette da una parete ventilata realizzata con scandole in larice a spacco naturale e i listelli di legno massello che pavimentano i grandi terrazzi filtrano i raggi del sole in estate, mentre in inverno permettono alla luce di attraversare le ampie vetrate degli alloggi.

25 verde torino_bioedilizia

Al pian terreno sono presenti dei loft dotati di soppalco e giardino; tra il primo e il quarto piano, ci sono degli appartamenti di medie dimensioni, dotati d ampi terrazzi e grandi fioriere in acciao cor-ten; all’ultimo piano, invece, sono presenti degli alloggi più ampi dotati di terrazzi e tetti giardino.

Gli alberi sono lasciati allo stato naturale, rispettando il ciclo di crescita determinato dalle stagioni.

Questo crea un clima ideale per gli abitanti degli appartamenti, che si vedono così protetti dagli sbalzi climatici, dagli agenti atmosferici, dallo smog e dal rumore. I numerosi alberi presenti nel complesso producono ossigeno, abbattono le polveri sottili e aiutano il convoglio delle acque piovane recuperate per l’irrigazione.

Un polmone verde che dà ossigeno e colore alla città.

I fautori del progetto hanno cercato, con la realizzazione del complesso abitativo, di raggiungere l’obiettivo di coniugare innovazione architettonica, qualità ambientale e prestazioni energetiche, oltre ad avere un aspetto esterno molto particolare e singolare.

Un esempio di bioedilizia, inserito in un contesto urbano, che integra all’interno di un pensiero “verde” soluzioni tecnologiche efficienti, come l’isolamento “a cappotto”, pareti ventilate,  protezione dall’irraggiamento solare diretto, gli impianti di riscaldamento e raffreddamento con contabilizzazione singola dei consumi, che utilizzano pompe di calore ad acqua di falda.

(Foto: 25verde.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here