Centinaia di leoni marini moribondi sulle coste della California

Un preoccupante numero,(sempre piu’ crescente), di leoni marini sta approdando sulle coste della California tra Santa Barbara e San Diego.Sono gia’ centinaia gli esemplari che sono stati prelevati dai funzionari del servizio nazionale per la salvaguardia della fauna marina.
Essi si presentano in condizioni di malnutrizione e senza forze.”Stiamo cercando di capire cosa stia provocando questa sindrome in questi animali”ha affermato il dipartimento, la maggior parte degli esemplari sono giovani di circa 9 mesi dal peso tra i 25 ed i 30 kg.Sono già 517 i leoni ammessi al centro di recupero, si attendono le analisi per cercare di dare una spiegazione ad un fenomeno che per i momento lascia sconcertati gli esperti.Alcuni ritengono che ci sia una correlazione tra la corrente del Nino e questi episodi di animali spiaggiati negli ultimi tempi. Questa allarmante moria ci dovrebbe far riflettere sulle conseguenze che l'”evoluzione” umana porta, io la chiamerei più involuzione. Fukushima ne è un chiaro esempio, perchè l’uomo non ama conservare la natura, non ama la terra, ama distruggere ama solo il denaro che rappresenta il grosso male di tutti i secoli. Spesso mi chiedo con che coscienza possiamo permettere tutto ciò, è vero noi nel nostro piccolo facciamo qualcosa, goccia a goccia riempiamo il bicchiere ma quello che facciamo alla fine non sembra mai troppo, e ovunque ci giriamo vediamo solo questo nostro mondo che arranca che tenta di reagire alla distruzione dell’uomo. A volte ci sentiamo impotenti rispetto a tutto questo e mi chiedo ma siamo così pochi ad avere una coscienza?

conseguenze fukushima, coscienza ambientale, moria leoni marini


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]