Home Alimentazione Biologica Le mille proprietà del trifoglio rosso

Le mille proprietà del trifoglio rosso

48921
2
CONDIVIDI

Il trifoglio rosso (o trifolium pratense) è ricco di antiossidanti e fitoestrogeni specifici per l’ apparato genitale maschile e femminile, protegge la prostata negli uomini, combatte i disturbi della menopausa nella donna e, in entrambi i sessi, e favorirebbe la fertilità.

Qualche ricercatore ne ha studiata anche l’ azione come una sorta di «Viagra» vegetale. Ad azione naturale, lenta. Non con effetti immediati come il farmaco. Anche perchè il trifoglio rosso è ricco di fitoestrogeni protettivi per l’ uomo ma non «eccitanti», ma anche in sostanze che favoriscono l’ ossido nitrico: la cui azione sui vasi sanguigni è simile a quella dei farmaci anti-impotenza. L’ estratto di trifoglio rosso è quantitativamente e qualitativamente più ricco di isoflavoni (antiossidanti) rispetto alla soia: fino a 45 volte più attivo a parità di peso. Lo dicono i ricercatori del Dipartimento di endocrinologia dell’ ospedale St. Leonards a Sydney. Hanno studiato alcuni integratori con fitoestrogeni, sostanze vegetali simili, a base di estratti di trifoglio rosso, calcio e vitamina D3 e  hanno dimostrato la capacità di attenuare i disturbi derivanti da menopausa, osteoporosi e circolazione del sangue. Assumendo 57 milligrammi al giorno della sostanza si ottiene anche lo scopo di ridurre colesterolo e trigliceridi, oltre ad aumentare la densità delle ossa. Le sue proprietà hanno lontane origini: Dioscoride e Galeno ad esempio gli attribuivano la proprietà di guarire le ferite causate dal morso di serpenti velenosi. La pianta in passato fu usata come febbrifugo, tonico, diuretico, stimolante del mestruo, espettorante, antispastica, antinfiammatoria, regolatrice delle secrezioni ghiandolari e antieczematosa.
Utile nella cura di tosse, bronchite, infezioni, purificatore del sangue; in India si impiega per favorire la lattazione delle puerpere e come tonico uterino: favorisce il ristabilimento dell’utero dopo il parto.

Per avvalorare le nostre tesi riguardo la menopausa, potete seguire l’intervista della dott.ssa Piloni cliccando a questo link!

È anche indicato nella cura delle malattie della pelle quali eczema e psoriasi, specialmente per i bambini affetti da sindrome eczema/asma. Gli isoflavoni hanno un’azione simile a quella dell’estrogeno: 100 g di pianta secca corrisponde a 4 цg di estradiolo. Per questo motivo si utilizza con efficacia nel trattamento della menopausa e nei disturbi associati.

Qui di seguito vi consigliamo qualche ricetta da preparare in cucina adatta anche per i vegani:

Risotto di trifoglio rosso

  • 300 g. di riso carnaroli
  • 2 manciate di foglie e boccioli di trifoglio rosso dei prati (lontano dalle strade)
  • 1 cipolla media
  • 1 litro di brodo vegetariano
  • 3 foglie di salvia
  • 50 g. di burro di soia
  • olio d’oliva extra vergine q.b.
  • sale q.b.

 

Lavate le foglie ed i boccioli del trifoglio rosso dei prati sotto l’acqua corrente, mettete da parte qualche bocciolo e tritate il resto.

Affettate sottilmente la cipolla e fatela rosolare con metà burro di soia a cui avete aggiunto un po’ di olio. Aggiungete il trifoglio tritato, i boccioli, le foglie di salvia ed il riso. Mescolando fate tostare il riso, poi versate un mestolo di brodo vegetariano, e salate. Continuate la cottura aggiungendo il brodo, un mestolo alla volta, sempre mescolando.

A fine cottura, versate il risotto al trifoglio in un piatto da portata, deponete al centro il burro rimasto e decorate con qualche fiore del trifoglio rosso dei prati.

 

Anche questa zuppa di trifoglio rosso è ottima, da provare….

  • Un mazzetto di trifoglio (fiori e foglie)
  • 2 porri
  • 3 patate
  • 3 zucchine
  • uno spicchio di aglio

Lava il trifoglio e taglialo a pezzetti.Trita i porri e falli rosolare con poco olio in una pentola.
Unisci il trifoglio, le patate e le zucchine a tocchetti.
Versaci circa 1 litro di brodo vegetale e lasciate cuocere per 30 minuti. Aggiusta di sale e pepe, ora passa le verdure, taglia del pane a fettine e rivesti una pirofila da forno, cospargi con il passato di verdure, fettine di fontina o parmigiano a scaglie ed inforna per 15/20 minuti. (per i vegani possono sostituire con formaggio vegano, la gamma è comunque ampia)

 

Agnese Tondelli

 

2 COMMENTI

  1. MA COME SI FA’ A RICONOSCERE IL TRIFOGLIO ROSSO?? SE LO VADO A RACCOGLIERE NEI PRATI, RISCHIO DI RACCOGLIERE QUALCHE ALTRO FIORE……….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here