Home Alimentazione Biologica Allarme Domperidone, farmaco contro nausea e reflusso: può causare problemi cardiaci

Allarme Domperidone, farmaco contro nausea e reflusso: può causare problemi cardiaci

2004
0
CONDIVIDI

Prescrire, giornale indipendente francese, in un suo recente articolo ha chiesto ufficialmente all’European Medicines Agency (EMA) di ritirare dal mercato il Domperidone, venduto con il marchio di Motilium e utilizzato per il trattamento di nausea, vomito, dolori e reflusso gastrico, perché considerato pericoloso per la salute.

Prescrire, un giornale indipendente francese, ha chiesto ufficialmente il ritiro di un particolare medicinale, il Domperidone, perché la sua efficacia sarebbe “troppo modesta per giustificare l’esposizione a morti premature”.

Il Domperidone è un farmaco molto noto, utilizzato da tempo per il sollievo dai sintomi quali nausea, vomito, senso di ripienezza epigastrica, fastidio al tratto addominale superiore, rigurgito del contenuto gastrico e nei bambini come terapia per il sollievo dai sintomi quali nausea e vomito.

Venduto con il marchio Motilium, è un farmaco facilmente reperibile nelle farmacie. Purtroppo, però, fa presente il giornale francese, è anche un farmaco collegato a problemi cardiaci. Nel 2004, sottolinea Pescrire, la Commissione di Trasparenza Francese ha evidenziato che, come trattamento, era di “modesta efficacia”.

Il suggerimento è quello di fare a meno di questo farmaco, prediligendo placebo o altre soluzioni contro il reflusso acido. Il giornale, infatti, cita alcuni studi olandesi e canadesi che hanno trovato collegamenti tra problemi cardiaci e l’uso di farmaci antipsicotici,  gruppo a cui è legato il domperidone, che viene definito un antipsicotico “nascosto”.

Il problema sarebbe collegato al fatto che questo farmaco allungherebbe l’intervallo QT. Il QT è l’intervallo di tempo che trascorre tra il momento in cui i ventricoli ricevono l’impulso a contrarsi e il momento in cui accumulano sufficiente potenziale per farlo di nuovo. Allungando il QT, il battito risulta alterato e si possono sviluppare pericolose anomalie del ritmo cardiaco.

Secondo Prescrire, morti improvvise causate da problemi cardiaci sono “1,6-3,7 volte più frequenti nel caso di esposizione al domperidone”. Ancora, il ipotizza che il numero di morti connesse all’uso di questo farmaco potrebbe essere tra 25 e 120 nel 2012 solo in Francia.

Nel 2011, il rischio di morte improvvisa è stato segnalato dall’Agence Nationale de Sécurité du Médicament et des Produits de Santé (ANSM) che metteva anche in guardia contro l’abitudine di consigliare un farmaco come il Motilium per facilitare l’allattamento al seno.

Secondo il periodico, circa il sette per cento degli adulti, che si traduce in circa tre milioni di persone, ha ricevuto una prescrizione per questo farmaco in Francia nel 2012.

Nel marzo 2013, la Medicines Agency belga ha sollevato alcune preoccupazioni sulla sicurezza del medicinale per i pazienti con problemi cardiaci. Medicinali contenenti Domperidone potevano essere acquistati senza prescrizione medica in Belgio fino alla fine del 2013, poi, con l’entrata in vigore della nuova legge, i farmaci sono stati resi disponibili solo con prescrizione medica.

Anche l’Agenzia Italiana del farmaco, nel 2011, aveva emesso una nota informativa importante per mettere in guardia gli operatori sanitari sull’utilizzo di questo particolare farmaco.

Nella nota, si legge come “alcuni studi epidemiologici hanno evidenziato che Domperidone potrebbe essere associato ad un aumento del rischio di aritmie ventricolari gravi o di morte cardiaca improvvisa” e in particolare che “il rischio di gravi aritmie ventricolari o di morte cardiaca improvvisa potrebbe essere più elevato in pazienti di età superiore a 60 anni o a dosi giornaliere orali superiori a 30 mg”.

Fonte

Fonte

Fonte

Fonte

(Foto: xJason.Rogersx)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here