Home Rischi per la salute Elettrosmog: come combatterlo per salvaguardare la nostra salute

Elettrosmog: come combatterlo per salvaguardare la nostra salute

1919
0
elettrosmog come combatterlo

Che cos’è l’ elettrosmog e come si può ridurre il suo impatto nocivo.

Varie volte ci siamo trovati a parlare dei rischi dell’inquinamento elettromagnetico. Conosciuto anche come elettrosmog,è l’inquinamento ambientale causato da onde elettromagnetiche. In un contesto in cui i dispositivi elettronici sono diventati parte integrante della quotidianità umana, non è più possibile non comprendere l’importanza di difendere il nostro organismo dai danni causati dall’elettrosmog.

Ecco alcune risposte e la descrizione più avanti di un dispositivo veramente efficace, il Transmission, che è bene utilizzare per proteggersi.

Inquinamento elettromagnetico: cos’è e perché è importante difendersi

L’inquinamento elettromagnetico, o elettrosmog, è una realtà che ci ha sempre accompagnati. Nell’ambiente, infatti, esistono delle fonti naturali che causano elettrosmog: parliamo dell’irraggiamento cosmico e solare, delle reti magnetotelluriche, dei fulmini. A queste fonti naturali, però, vanno aggiunti anche i campi elettromagnetici generati dalle tecnologie usate dall’uomo. Ogni passaggio di energia, infatti, determina nello spazio circostante un campo elettromagnetico.

Mai come adesso, dunque, l’organismo umano è stato esposto ed alterato dalle onde elettromagnetiche, a causa dell’uso smodato di apparecchi di telefonia mobile, di ripetitori, computer, forni a microonde, e dalla presenza di ripetitori,elettrodotti, radar, reti wireless,satelliti e così via.

A riprova nella figura sotto le alterazioni termiche della zona encefalica causate dal cellulare

(Fig. a sinistra prima della telefonata e fig. a destra dopo 15 soli minuti di uso del cellulare)

Questa sentenza del tribunale di Ivrea è stata la prima al mondo a riconoscere i danni da cellulare http://torino.repubblica.it/cronaca/2017/04/20/news/ivrea_tumore_al_cervello_per_uso_eccessivo_del_telefonino_inail_condannata_a_pagare_e_la_prima_volta-163447227/

I rischi legati all’ elettrosmog

I rischi legati all’esposizione all’inquinamento elettromagnetico dipendono dall’intensità dei campi e dalla distanza dalla sorgente. Basti pensare che nel luglio 2001 lo Iarc (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro) ha inserito i campi elettromagnetici nella classe 2B dei “possibili cancerogeni”, affermando che sussiste una “consistente associazione statistica” tra l’esposizione a campi elettromagnetici al di sopra di 0,4 microtesla ed un aumento del rischio di leucemie infantili.

Per questo motivo è importantissimo proteggere il nostro organismo dagli effetti causati da un’esposizione prolungata all’inquinamento elettromagnetico, soprattutto per quanto riguarda i più piccoli, dal momento che la loro struttura ossea ha uno spessore ridotto rispetto a quella di un adulto e per questo motivo nel loro corpo penetrano con più facilità le onde elettromagnetiche.

Loading...

Al giorno d’oggi e’possibile proteggersi utilizzando alcuni dispositivi presenti in commercio, come ad esempio i Biomagneti al Silicio L.A.M.® antielettrosmog che, oltre a proteggere l’essere umano e il suo habitat, fanno anche risparmiare in maniera notevole.

Geolam: professionalità al servizio dei clienti

Lo staff di Geolam, composto da esperti nei settori della microelettronica e dell’informatica ha messo a punto, iniziando le proprie ricerche nel Maggio del 1994,una serie di Biomagneti al Silicio L.A.M.® anti elettrosmog, che sono tutti conformi alla Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio 2001/95/CE del 3 Dicembre 2001 recepita con D.Lgs. 172 e successivi, vengono prodotti con tecnologia totalmente italiana e sono registrati alla Farmadati e per questo motivo venduti anche in farmacia http://www.geolam.org/geolam/documenti/farmadati.pdf?v=44 .

Lo staff di coloro che testano i dispositivi della Geolam è composto da un nutrito team di professionisti ed esperti, che da oltre 20 anni si occupano di sperimentazione sui dispositivi prodotti.

Accanto a medici con varie specializzazioni sono presenti docenti di varie discipline olistiche, oltre ad esperti di medicina bioelettronica.

Per quanto riguarda la validità soggettiva ed oggettiva, dei Biomagneti al Silicio L.A.M.®, la Geolam riceve continuamente da siti campione sparsi sul territorio relazione scritta sul loro funzionamento. A tale proposito facciamo notare che sono stati bonificati da Geolam interi paesi e acquedotti comunali.

Parliamo ora in particolare del Biomagnete al Silicio L.A.M.® antielettrosmog mod. “TRANSMISSION”ad uso personale

Il biomagnete ideato da Geolam può essere la soluzione personale ideale per difendere l’organismo dagli effetti dell’inquinamento elettromagnetico.

E’ conforme alla Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio 2001/95/CE del 3 Dicembre 2001 recepita con D.Lgs. 172 e successivi, viene prodotto con tecnologia italiana,è registrato come parafarmaco con il codice 923417101 ed è classificabile come DPI (Dispositivo di Protezione Individuale) di 1° categoria come da D.Lgs. 475/92.

Alla vista, si presenta come un comune bracciale (vedi foto sotto). Al suo interno è in realtà presente una struttura in silicio opportunamente programmata per migliorare la resistenza dell’organismo all’inquinamento elettromagnetico.

I benefici del dispositivo

L’obiettivo dello strumento è quello di ridurre le problematiche più frequenti causate dall’elettrosmog, quali ad esempio:stress, affaticamento, emicranie, disturbi del sonno e dell’apparato digerente. È un prodotto pensato per chi ha uno stile di vita dinamico e per chi, più di tutti, subisce gli effetti dell’elettrosmog, come bambini e anziani.

Ma i suoi benefici non si limitano solo a questo. Il bracciale, infatti, migliora organoletticamente tutto ciò che si assume per via orale e si è notato,da test eseguiti in laboratorio,che le intolleranze alimentari diminuiscono in maniera notevole e che negli sportivi le prestazioni agonistiche migliorano.

Test di laboratorio effettuati sul sangue di volontari, che indossavano Transmission, hanno mostrato una fortissima riattivazione del sistema immunitario grazie alla declusterizzazione degli eritrociti. Questi effetti positivi si riscontrano non solo indossando il braccialetto, ma anche semplicemente stazionando all’interno del raggio d’azione dei vari prodotti ambientali della Geolam:Combiplus,Geos,Travel e Purity.




Il bracciale è in silicone (facilmente adattabile alla misura del proprio polso) e Transmission è disponibile anche sotto forma di ciondolo per animali. Ha un periodo di funzionamento di minimo 10 anni garantiti.

Sul suo sito ufficiale www.geolam.org il responsabile della Geolam, Luciano A. Mion,  che ha creato i Biomagneti al Silicio L.A.M.®anti elettrosmog,fornisce inoltre alcune consigli e informazioni utili gratuite su come proteggersi dall’inquinamento elettromagnetico, come nel caso si voglia schermare il proprio cellulare, quando si riposa, a costo zero.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.