ospedali new york

Gli ospedali a New York curano i pazienti di coronavirus con vitamina C

La rivista online dagli USA,The Post, spiega come i pazienti affetti da coronavirus gravemente malati, nel più grande sistema ospedaliero dello stato di New York, ricevano dosi massicce di vitamina C – sulla base di risultati promettenti delle somministrazioni sui malati cinesi, giapponesi, e coreani.

Andrew G. Weber, un pneumologo e specialista in terapia intensiva affiliato a due strutture della Northwell Health a Long Island, ha affermato che i suoi pazienti in terapia intensiva con il coronavirus ricevono immediatamente 1.500 milligrammi di vitamina C.

Stessa dose del potente antiossidante vengono quindi somministrate nuovamente tre o quattro volte al giorno, ha detto.

I dosaggi di AA sull’esempio cinese

Ogni dose è più di 16 volte la dose dietetica giornaliera raccomandata dal National Institutes of Health di vitamina C ( AA – Acido Ascorbico ), che è di soli 90 milligrammi per gli uomini adulti e 75 milligrammi per le donne adulte.

Il regime si basa su trattamenti sperimentali somministrati a persone con il coronavirus a Shanghai, in Cina, ha detto Weber.

“I pazienti che hanno ricevuto vitamina C hanno ottenuto risultati significativamente migliori rispetto a quelli che non hanno ricevuto vitamina C”, ha affermato.

Un responsabile di Northwell – che gestisce 23 ospedali, tra cui il Lenox Hill Hospital nell’Upper East Side di Manhattan – ha affermato che la vitamina C è “ampiamente utilizzata” come trattamento per il coronavirus in tutto il sistema, con protocolli terapeutici variavano da paziente a paziente.

“Come decide il clinico”, ha detto il portavoce Jason Molinet.

La vitamina C viene somministrata in aggiunta a medicinali come l’idrossiclorochina, il farmaco antibiotico azitromicina ( secondo il protocollo francese di cui abbiamo parlato N.d.r ), vari farmaci biologici e fluidificanti del sangue, ha detto Weber.

La combinazione con idrossiclorochina e azitromicina

A partire da martedì, gli ospedali di New York hanno il permesso federale di dare ai pazienti un cocktail di idrossiclorochina e azitromicina a pazienti disperatamente malati su una base di “cura compassionevole”.

Il presidente Trump ha twittato che la terapia combinata, non provata, ha “una vera possibilità di essere uno dei più grandi cambi di gioco nella storia della medicina”.

Weber, 34 anni, ha affermato che i livelli di vitamina C nei pazienti con coronavirus diminuiscono drasticamente quando soffrono di sepsi, una risposta infiammatoria che si verifica quando i loro corpi reagiscono in modo eccessivo all’infezione.

“Ha senso nel mondo cercare di mantenere questo livello di vitamina C”, ha detto.

Una sperimentazione clinica sull’efficacia della vitamina C per via endovenosa su pazienti con coronavirus è iniziata il 14 febbraio all’ospedale Zhongnan di Wuhan, in Cina, epicentro della pandemia, e come afferma il Dott. Richard Cheng in questo video, con ottimi risultati.

Guarda il video del Dott.Cheng (Shangai)



Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto