Home Rimedi Naturali Varicella: come riconoscerla e curarla in modo naturale

Varicella: come riconoscerla e curarla in modo naturale

2117
0
CONDIVIDI
Come intervenire in caso di varicella

Problemi con la varicella? Scoprite i rimedi naturali per accelerare il decorso della malattia e alleviare i sintomi causati dal virus

Il vostro bambino ha contratto la varicella e non sapete come dargli sollievo? Scopriamo insieme questa malattia e quali rimedi naturali adottare perché passi il prima possibile.

Cos’è la varicella

La varicella è una malattia infettiva che colpisce per la maggior parte i bambini tra i 5 e i 10 anni. Non è raro però che la contraggano anche gli adulti in ogni fascia di età. È provocata dal varicella-zoster, un virus che si trasmette velocemente per via area attraverso il contatto con le mucose. È altamente contagioso, soprattutto nei cinque giorni precedenti alla comparsa dei sintomi e fino ai cinque giorni successivi alla sua manifestazione. Ha un periodo di incubazione di 10-21 giorni. Per questo, i contagi avvengano in maniera massiva, colpendo intere classi di bambini.

Quali sono i sintomi della varicella

La varicella si manifesta con la comparsa di piccole “papule rosa” pruriginose su tutto il corpo, in particolare su arti, viso, tronco e cuoio capelluto. Quest’eruzione cutanea si tramuterà in vescicole piene di liquido. Dopo un paio di giorni le vescicole scoppieranno, formando delle croste granulari. Oltre alle caratteristiche “bolle”, la varicella-zoster potrebbe accompagnarsi anche ad altri sintomi. Febbre, mal di testa, mal di gola, brividi, sudorazione profusa, perdita di appetito e malessere generale sono i più comuni.

I rimedi naturali da adottare in caso di varicella

Se vostro figlio ha contratto il virus varicella-zoster, non vi rimane che adottare alcune misure che ne allevino i sintomi e gli diano sollievo. Le bolle infatti provocano un fastidioso prurito che induce a grattarsi, causando così delle piccole cicatrici.




Tagliate le unghie del bambino alla comparsa delle prime bolle e fategli indossare dei guanti di cotone nelle ore notturne, così da limitare i danni.

Per ridurre il prurito, trattate le bolle con acqua e bicarbonato. Oppure usate del miele di buona qualità, che nutra la pelle e ne velocizzi il processo di guarigione.

Per un’azione maggiormente rinfrescante, potreste optare per l’aloe vera, di cui conosciamo le proprietà lenitive. Ecco una ricetta utile per realizzare un gel con questa pianta.

Un altro rimedio molto utilizzato sono le spugnature con farina d’avena o amido di riso diluite in acqua calda.

Inoltre, preferite un abbigliamento leggero e in fibre naturali, che sia traspirante e non troppo aderente, così da ridurre lo sfregamento con le vescicole. Infine utilizzate saponi e detergenti naturali, ricchi di sostanze nutritive ed emollienti.

Combattete la varicella con la dieta “arcobaleno”

Se siete affetti dalla varicella, è necessario adottare un’alimentazione mirata, che contribuisca ad accelerare il decorso della malattia. In particolare, scegliete una dieta ricca di cibi integrali, con abbondanza di frutta e verdura in tutte le varietà di colori disponibili in stagione. Questa dieta così variegata e “variopinta” riesce a fornire i fitonutrienti necessari a rafforzare il sistema immunitario. Inoltre, date al vostro bambino dei succhi ricchi di vitamina A e C, come il succo di carota fresco oppure quello di limone, addolcito con acqua e miele. Limitate l’assunzione di zuccheri, gli alimenti trasformati, le bibite gassate e i prodotti lattiero-caseari.

Foto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here