Home Rimedi Naturali Soffri di mal d’auto? Scopri perché e i migliori rimedi naturali per...

Soffri di mal d’auto? Scopri perché e i migliori rimedi naturali per star meglio

234
0
CONDIVIDI
Rimedi naturali contro il mal d'auto

Quali sono i migliori rimedi naturali per chi soffre di mal d’auto? Scopriamo insieme cosa provoca questo tipo di disturbi e cosa fare per alleviarli.

Luglio, tempo di vacanze! Che sia per aria, per terra o per mare, tantissimi sono pronti a mettersi in viaggio, spesso per lunghe ore. Per scongiurare mal d’auto, di mare o d’aria, possiamo ricorrere a una serie di rimedi naturali, sia in via preventiva che al manifestarsi dei sintomi più comuni.

Scopriamo innanzitutto qual è la ragione per cui si manifestano questi disturbi, per poi concentrarci sulle sostanze e le attività che possono aiutarci ad alleviarli.

Che cos-è la cinetosi e perché il mal d’auto ne è solo una forma

Tutti i disturbi legati al trasporto – mal d’auto, mal di mare, mal d’aria – sono compresi all’interno della cosiddetta cinetosi. Il termine indica i sintomi che si manifestano nel nostro corpo quando siamo sottoposti a movimenti ripetitivi o irregolari.

Questo può accadere in auto, in barca o sull’aereo, ma i sintomi si somigliano in tutti i casi. Scopriamo quali sono, prima di affrontare le cause specifiche.

Sintomi e fattori di rischio

La nausea è il fattore più comune in tutti i casi di cinetosi. Comincia con un certo malessere nell’addome superiore che cresce via via durante il viaggio.

Altri sintomi di mal d’auto e simili possono essere:

  • Pallore
  • Sudorazione
  • Vertigini
  • Salivazione abbondante
  • Vomito, che può essere molto intenso e di durata prolungata

Questi sono i sintomi più comuni. In base alla predisposizione delle persone, poi, possono manifestarsi anche mal di testa, sonnolenza o stanchezza estrema e debolezza.

La buona notizia è che in genere i sintomi migliorano nel momento in cui il corpo si adatta alle condizioni del viaggio. Pensiamo a una crociera. Il mal di mare potrebbe attenuarsi dopo uno/due giorni di viaggio: è come se il corpo si abituasse ai movimenti dell’imbarcazione.

La cattiva notizia è che tutti, se adeguatamente sollecitati, siamo soggetti in maniera più o meno grave ai disturbi legati a mal d’auto e simili. Ci sono però dei fattori di rischio che rendono più probabile il presentarsi della cinetosi:

  • Età compresa tra due e dodici anni
  • Il sesso: le donne, soprattutto se in gravidanza, sono più esposte
  • Persone che soffrono di emicrania

Cause

La cinetosi ha un’origine neurologica. In pratica i nostri sensi, in particolare l’orecchio interno, la vista e l’apparato propriocettivo, ricevono degli stimoli esterni contrastanti.

L’orecchio interno, in particolare, serve a rilevare i movimenti, l’accelerazione e la gravità. La vista gli stimoli visivi esterni. L’apparato propriocettore è infine sensibile alle variazioni della postura del corpo.

Quando siamo in auto o in barca, questi tre apparati ricevono stimoli diversi. I nostri occhi percepiscono infatti il movimento, ma in realtà il nostro corpo è fermo. Questo altera il normale senso dell’equilibrio, provocando il disturbo.

A questo aggiungiamo alcuni fattori che peggiorano la cinetosi:

  • Calore eccessivo
  • Rumori forti
  • Scarsa ventilazione

Tutte cose quindi da evitare il più possibile, quando ci mettiamo in viaggio.

I migliori rimedi naturali contro il mal d’auto

Ora che abbiamo conosciuto meglio i disturbi e le cause legate alla cinetosi, proviamo a vedere nello specifico cosa può aiutarci in caso di mal d’auto, con alcuni rimedi naturali particolarmente efficaci.

Mangiare leggero

Come sempre, è importante la prevenzione. Chi soffre di mal d’auto dovrebbe mettersi in viaggio con lo stomaco non troppo pieno, né troppo vuoto. L’ideale quindi è uno spuntino leggero. La frutta è il massimo, ma vanno bene anche snack leggeri e veloci come grissini e cracker.

Bevete poco, soprattutto acqua a temperatura ambiente o tisane, infusi, tè. Bando alle bevande gasate.

Zenzero

Il rimedio dei rimedi, il nostro amato zenzero! Sappiamo che ha un’azione anti-nausea e digestiva e che quindi può aiutarci in tutti i casi di cinetosi.

Ecco come possiamo assumerlo:

  • Pasticche/gomme: le trovate in genere in erboristeria o farmacia
  • Biscotti allo zenzero (qui una ricetta per prepararli in casa)
  • Caramelle
  • Tisane

Scleranthus

Tra i fiori di Bach, il migliore per chi soffre di nausea e vertigini è lo Scleranthus (o scleranto). È particolarmente indicato per il mal d’auto anche perché è definito il fiore dell’equilibrio.

Poche gocce da mettere sotto la lingua possono aiutare in caso di cinetosi.

Omeopatia

La pulsatilla, anche nota come erba del diavolo, è in omeopatia il rimedio per chi soffre di cefalea. Da assumere appena si presentano i sintomi della cinetosi, può essere utile anche per attenuare il gonfiore alle caviglie dovuto alle lunghe ore in auto.

Menta

Un altro rimedio molto efficace può essere l’olio essenziale di menta. Ne bastano poche gocce su un fazzoletto di stoffa. Tenetelo sempre a portata di mano e annusatelo: vi aiuterà a lenire il senso di nausea.

Musica, non libri

Chi non deve guidare, spesso pensa di passare le ore del viaggio in compagnia di un bel libro. Sicuramente è un passatempo eccellente, ma se soffrite di mal d’auto è molto deleterio. I libri, sia di carta che gli ebook, infatti incrementano le informazioni contraddittorie che inviamo ai nostri apparati sensoriali (che abbiamo visto prima).

Il nostro sguardo fisso sulle parole del testo va infatti in contrasto con la percezione di accelerazioni, curve e sbalzi.

Molto meglio stimolare l’udito: chiacchierare e ascoltare musica sono le attività migliori! Meglio soprattutto mettere in radio canzoni che potete cantare a squarciagola: questo vi distrarrà anche dal senso di nausea. Oltre a essere un passatempo spassoso per tutti!

Braccialetti

Sono venduti in genere in farmacia e sono davvero efficaci, secondo chi li ha provati. Sono semplicissimi da usare: hanno un piccolo bottoncino da applicare sulla vena vicino al polso (le istruzioni precise sono descritte nella confezione). Aiutano in caso di nausea e vomito, consigliatissimi anche in gravidanza.

Dormire

Se siete sicuri che il vostro autista non si addormenterà, provate a fare un sonnellino. Pare sia un rimedio eccellente per “distrarre” lo stomaco dal senso di nausea.

Pausa

Se tutto questo non dovesse bastare e i primi sintomi di mal d’auto dovessero presentarsi, fermatevi. Stazioni di servizio, piazzole di sosta oppure, perché no, una breve sosta in riva al mare: tutte occasioni eccellenti per prendere una boccata d’aria e sgranchire le gambe.

Mito o realtà: davvero fissare la strada lenisce il mal d’auto?

Come abbiamo accennato, l’organo dell’equilibrio – l’apparato vestibolare o orecchio interno – viene confuso dai movimenti di auto, navi e aerei, provocando nausea e vomito.

A quanto pare, fissare la strada può aiutare il corpo a interpretare gli stimoli esterni. Se guardiamo arrivare la curva, infatti, il nostro corpo sarà più pronto e reattivo e non si troverà spaesato dai movimenti.

Fissare la strada può essere quindi un altro rimedio molto efficace. Aggiunto al fatto di mantenere una posizione fissa e stabile, appoggiando la schiena al sediolino, magari utilizzando anche un cuscino per la testa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.