pulire la lingua

Pulire la lingua: perchè e quante volte devi lavare la lingua e i benefici legati a questa pratica

Alcuni considerano il pulire la lingua un’azione non necessaria, mentre altri giurano di strofinare o raschiare quotidianamente. Come ti comporti con la lingua? Ti diremo perché conviene pulire regolarmente la lingua e come puoi farlo in modo completo e sostenibile.

  • I dentisti consigliano di pulire anche la lingua ogni giorno. Soprattutto, questo evita la causa dell’alitosi.
  • In commercio si possono trovare vari strumenti per pulire la lingua, il più resistente è un raschietto per lingua in metallo antiruggine.
  • Novità sul mercato sono speciali gel per la lingua che promettono di agire contro i batteri che causano cattivi odori anche dopo la pulizia.

Chiunque si sia strofinato o raschiato a fondo la lingua è spesso sorpreso di quanto insolitamente roseo l’organo del gusto risplenda improvvisamente allo specchio. Pulire regolarmente la lingua non solo crea nuove intuizioni, ma previene anche l’alitosi e, proprio come un’adeguata cura dentale, aiuta a mantenere la bocca e i denti sani.

E guadagna anche i sensi: una volta pulita la lingua, le papille gustative acquistano nuova libertà e il senso del gusto aumenta.

Pulire la lingua: aiuta contro l’alitosi

Sfortunatamente, la lingua con le sue pieghe, solchi e crepe può anche trasformarsi in un parco giochi per batteri e funghi. Nel tempo, si accumula un rivestimento costituito da cellule morte della membrana mucosa, saliva secca e residui di cibo, soprattutto nella parte posteriore della lingua. I microrganismi e i batteri ne sono attratti tanto quanto lo sono i denti lavati male. L’alitosi può risultare.

I dentisti presumono che l’alitosi provenga nella maggior parte dei casi dalla cavità orale e non dallo stomaco – e metà di questo provenga da rivestimenti della lingua non trattati. Se tali depositi non sono causati da malattie, si trovano principalmente nel terzo posteriore della lingua.

Spazzola la lingua – subito dopo i denti

Ecco perché ha senso pulire regolarmente la lingua. I dentisti consigliano persino di spazzolare o strofinare la lingua ogni giorno, preferibilmente subito dopo aver lavato i denti. Questo non solo può eliminare il fastidioso alito cattivo, ma aiuta anche a ridurre l’accumulo di placca. Perché questo rimuove i batteri dalla bocca prima che possano diffondersi ai denti.

Per pulire la lingua, puoi semplicemente usare lo spazzolino da denti: molti modelli hanno lamelle separate sul retro della testina per questo scopo. Nelle farmacie e nei negozi online troverai anche speciali raschietti, raschietti o spazzole. Alcuni modelli combinano anche raschietto e pennello in un unico strumento. Le differenze:

  • I pennelli per la lingua sono disponibili in diversi modelli. Sono più piatti degli spazzolini da denti, sono quasi sempre fatti di plastica e hanno setole o lamelle che dovrebbero rimuovere la placca dalla lingua. Ora ci sono anche spazzolini e puliscilingua in bambù.
  • I raschietti per la lingua possono assomigliare a un rasoio bagnato (vedi foto) o presentarsi come strisce curve con cui viene rimosso il “prato batterico” sulla lingua. Spesso sono anche in plastica, ma, a differenza degli spazzolini per la lingua, è possibile acquistarli anche in metallo (acciaio inossidabile, titanio, argento). I raschietti per la lingua, come suggerisce il nome, funzionano con un bordo piatto che viene tirato sulla lingua.

I raschietti per lingua in metallo inossidabile sono relativamente sterili, facili da pulire e possono essere utilizzati a lungo. Sono quindi più sostenibili degli spazzolini lingua in plastica, che, come gli spazzolini da denti, devono essere sostituiti dopo un po’: da un lato per motivi igienici, dall’altro perché l’effetto pulente delle setole ad un certo punto svanisce.

Lingua pulita: spazzolino e cucchiaio non ottimali

Puoi anche semplicemente usare lo spazzolino per pulire la lingua, strofinare delicatamente la lingua con le setole o utilizzare le speciali lamelle sul retro dello spazzolino.

Tuttavia, entrambi i metodi non sono ideali per pulire a fondo la lingua: da un lato, il pennello può allentare il rivestimento della lingua, ma non è facile rimuoverlo rispetto a un raschietto. D’altra parte, lo spazzolino da denti è relativamente alto rispetto a uno spazzolino per la lingua e quindi innesca facilmente una sensazione di vomito quando si lava lo spazzolino se si avvicina troppo all’ugola.

Invece di raschietti e spazzole, puoi usare un semplice cucchiaio di metallo per pulire la lingua. Tuttavia, anche qui la pulizia non è così accurata come con uno strumento speciale, poiché la superficie del cucchiaio non è curvata in modo ottimale per questo scopo.

Pulisci la lingua: come procedere

  • Puoi usare spazzole e raschietti fino a due volte al giorno, preferibilmente dopo esserti lavato i denti.
  • Per fare ciò, spostare i dispositivi di pulizia dalla parte posteriore alla parte anteriore esercitando una leggera pressione sulla lingua.
  • Risciacquare i depositi sciolti sotto l’acqua corrente. Ripeti la pulizia finché la lingua non è pulita.
  • Quindi sciacquare la bocca, pulire il raschietto per la lingua e lasciarlo asciugare all’aria come lo spazzolino da denti.

Nuova tendenza: dentifricio per la lingua

Alcuni produttori ora offrono speciali gel per la lingua , il cui effetto antibatterico dovrebbe impedire ai microrganismi di depositarsi nuovamente sulla lingua e sviluppare così l’alitosi. I gel vengono utilizzati come una sorta di “dentifricio per la lingua” durante la pulizia. Uno studio tedesco apparso nel 2012 suggerisce che tali prodotti possono aiutare a ridurre l’alitosi.

pulire la lingua


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto