Home Bioedilizia PopUp Hotel, l’albergo modulabile creato da container riciclati

PopUp Hotel, l’albergo modulabile creato da container riciclati

694
0
CONDIVIDI

Dal 5 all’8 ottobre, a Rimini, si è tenuta come di consueto la fiera internazionale organizzata da Ecomondo, uno dei principali eventi di livello europeo e mondiale che riguarda i temi della sostenibilità, dell’impatto ambientale e dell’inquinamento. Un appuntamento importante per tutte le soluzioni innovative che possono rendere l’esistenza e il progresso umani meno impattanti sull’ecosistema terrestre.

Una delle novità più interessanti presentate quest’anno è il PopUp Hotel della BOX4IT: un albergo creato esclusivamente utilizzando vecchi container per il trasporto merci, ormai in disuso.

Si tratta del primo esperimento italiano di riuso di queste casse per una stanza d’albergo.

Una soluzione innovativa che ha due risvolti potenzialmente positivi per l’ambiente. Il primo, il riutilizzo di una sempre crescente quantità di container in metallo che, una volta in disuso, si dovrebbero eliminare attraverso i più comuni canali di smaltimento dei rifiuti.

Basti pensare che sono quasi 18 milioni, attualmente, i container presenti sulle flotte mercantili di tutto il mondo. Un numero sempre crescente, man mano che i commerci diventano sempre più globalizzati e le strade marittime sempre più battute.

Il secondo vantaggio deriva dalla riduzione delle emissioni inquinanti derivanti dalle normali attività edilizie, che prevedono l’utilizzo di cemento e altri materiali dal forte impatto ambientale.

Phoenix International è un’azienda con sede a Genova che, dal 2009, si occupa della vendita e del noleggio dei container marittimi. Dopo qualche anno di attività, la società ha deciso di puntare anche sul settore del riuso dei container ormai inservibili: grazie a delle opportune lavorazioni e trasformazioni, queste grandi scatole di metallo possono essere trasformate in abitazioni e vere e proprie palazzine. Non solo: in passato sono state utilizzate anche per la realizzazione di centri commerciali, location per eventi, fiere e manifestazioni.

L’ultima creazione di BOX4IT, ramo di Phoenix International che ha in carico il progetto, è appunto il PopUp Hotel: un albergo completamente modulabile, a cui cioè possono essere aggiunte stanze e spazi a proprio piacimento.

Alessandro Cocchi, il fondatore della società, ha spiegato: “Le nostre strutture modulari possono essere unite a piacimento, proprio come quando da bambini si giocava alle costruzioni: il principio è lo stesso”.

Le soluzioni di Box4IT sono facilmente adattabili a diverse esigenze, anche dal punto di vista economico, dal momento che i costi di produzione, rispetto all’edilizia tradizionale, sono molto più contenuti.

Come ha sottolineato ancora Cocchi, il PopUp Hotel “è una risposta alle diverse esigenze presenti nel mercato edile: siamo in grado di offrire una soluzione che, alla crescente attenzione per l’ambiente, unisce limitate disponibilità di budget”.

Il pregio delle strutture di BOX4IT, secondo i realizzatori, è anche quello di essere più resistenti alle calamità naturali, rispetto agli omologhi costruiti tradizionalmente.

I container riutilizzati, infatti, sono stati di aiuto alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna, grazie a delle strutture abitative, ma anche alla creazione di una struttura da destinare alla Polisportiva Casalgrandese: un vero e proprio palazzetto dello sport, realizzato con 16 container riciclati, in appena due mesi di lavoro.

(Foto: blogsdir)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here