Sale in cucina: 23 usi alternativi per pulire, sgrassare e deumidificare

Il sale? Può essere adoperato non solo in cucina, ma in altri mille modi! Eccone alcuni

Il sale nelle nostre cucine non manca mai. La sua funzione è in genere quella di insaporire i cibi, ma i suoi utilizzi non si esauriscono di sicuro a questo!

Gli antichi lo sapevano già: il sale non serve solo per insaporire il cibo. Loro lo utilizzavano per conservare gli alimenti, ma i suoi usi sono davvero infiniti. 

Può diventare un incredibile alleato in tante, tantissime faccende domestiche: pulisce, sgrassa, deumidifica, smacchia… sono davvero numerosi i suoi usi alternativi! Oggi ne abbiamo raccolti ben 17:  tanti rimedi naturali, che ci permettono di scartare l’utilizzo di prodotti chimici, dannosi per l’ambiente e la nostra salute, e di sfruttare invece le tante proprietà del sale.

Usi alternativi del sale

1. Sale per evitare di far colare le candele

Prima di usare candele decorative, immergetele per un paio d’ore in una soluzione composta da acqua e sale. Asciugatele bene e accendetele. Vi accorgerete che non coleranno più e mobili e tovaglie saranno salvi.

2. Usare il sale per eliminare la fuliggine

Sporadicamente, potreste lanciare una bella manciata di sale sulle fiamme del camino. Perché? Vi aiuterà a staccare la fuliggine dalla canna fumaria, oltre naturalmente a dare alle fiamme un bel colore giallo.

3. Per pulire l’ acquario

Spesso all’interno dell’acquario si creano delle fastidiose macchie. Per eliminarle, strofinate l’interno delle superfici con il sale.  Dopo di che, risciacquate bene prima di rimettere i pesci dentro. Vi aiuterà a eliminare i depositi di calcio dalle pareti. Ricordate, però, di usare solo sale senza aggiunta di iodio.

usi alternativi del sale

4. Per pulire il forno

Preparate una crema di sale composta da 1/2 litro di acqua e 250g di sale grosso. Spargetela sulle macchie di bruciato che si sono formate all’interno del forno e risciacquate con una spugna umida.

Se oltre alle macchie volete togliere anche l’odore, usate sale e cannella quando il forno è ancora caldo, togliendo successivamente i due ingredienti con una spazzola.

5. Eliminare le erbacce

Per eliminare le erbacce, potete decidere di spargere una manciata generosa di sale sulla zona interessata. Prima di svolgere questa azione, però, innaffiate le piante infestanti con acqua bollente. Attenzione a non esagerare troppo con il sale, altrimenti rischierete di danneggiare il terreno circostante.

6. Pulire le fioriere

Acqua stagnante e fiori lasciati per troppo tempo abbandonati a loro stessi potrebbero causare delle macchie all’interno delle vostre fioriere. Per eliminarle, strofinatele con del sale. Se non riuscite a raggiungere la macchia, inserite nella fioriera una soluzione satura di sale e agitate. Lavate sempre dopo il procedimento.

usi alternativi del sale

7. Mantenere freschi i fiori recisi

Una punta di sale nell’acqua dei fiori servirà a renderli freschi più a lungo.

8. Creare composizioni con i fiori finti

Si potranno creare composizioni durevoli inserendo i fiori finti all’interno di sale e un po’ di acqua. La mistura si solidificherà appena evaporata l’acqua mantenendo i fiori nella posizione desiderata.

9. Per deodorare le scarpe

Se il vostro problema sono delle scarpe di tela che emanano cattivo odore, provate a spargervi un po’ di sale dentro. Raccoglierà l’umidità e aiuterà a rimuovere gli odori.

il sale e i suoi usi

10. Prevenire il congelamento

Durante l’inverno quando le temperature scendono sotto lo zero, le finestre di casa tendono a congelarsi. Un rimedio utile a risolvere questo problema potrebbe essere strofinare l’interno della finestra con un panno imbevuto di acqua salata. Questo eviterà l’accumulo di ghiaccio sui vetri. Potreste fare la stessa cosa con il parabrezza della vostra auto.

11. Pulire le macchie di grasso dai tappeti

Alcune macchie di grasso possono essere rimosse con una soluzione formata da una parte di sale e quattro parti di alcool. Strofinare bene prestando attenzione a non rovinare la trama del tessuto.

12. Rimuovere le macchie di vino

È caduto del vino sulla tovaglia o sul tappeto? Niente paura! La prima cosa da fare è cercare, per quanto possibile, di asciugare la macchia. Poi, copritela con del sale. Questo assorbirà il vino rimanente.

Successivamente risciacquate la tovaglia con dell’acqua fredda.

13. Rimuovere le macchie dai mobili

Le macchie circolari bianche, lasciate alcune volte da piatti caldi o bagnati sui mobili, potranno essere rimosse strofinando una pasta di olio da tavola e sale sulla parte e lasciandolo agire per un ora o due.

14. Eliminare la schiuma

Se la lavatrice produce troppa schiuma, cospargetela di sale per eliminarla.

15. Ravvivare i colori 

Lavare i capi colorati in una soluzione di acqua e sale consente di ravvivarne i colori. Oltre che di fissarli nella trama del tessuto. I tappeti e le tovaglie scolorite ritorneranno come nuovi se li strofinate energicamente con un panno immerso in una soluzione molto salata.

16. Togliere le macchie di sudore

Magliette bianche con aloni di sudore sotto le braccia sono l’incubo di chiunque. Per risolvere questo problema, potete aggiungere quattro cucchiai di sale a un quarto di litro di acqua calda e strofinare la stoffa fino a che la macchia non scompare.

17. Sbiancare il cotone o il lino

Bollire i capi ingialliti per un ora in una soluzione di sale e baking soda vi permetterà di farli diventare bianchi come un tempo.

18. Sbiancare il bucato

Si consiglia di mescolare insieme il succo di due limoni, scioglierlo in un litro d’acqua e aggiungere tre cucchiai di sale fino. Se non vi piace l’odore del bucato, potete fare un risciacquo adoperando il sapone di Marsiglia (meglio se naturale al 100%). In fase di lavaggio, è possibile poi aggiungere aceto di mele o vino bianco come ammorbidenti.

Attenzione: non usare questa mistura su capi troppo delicati e molto sensibili agli agenti aggressivi.

19. Rimuovere macchie di muffa o ruggine dai vestiti

Cospargete le macchie con una mistura di succo di limone e sale, poi stendere il capo al sole.

20. Pulire le verdure

Se ne aggiungete una manciata all’acqua, prima di sciacquare le verdure, ridurrete il terriccio e le sostanze antiparassitarie in maniera più efficace e veloce.

21. Detersivo per i piatti

È un prezioso alleato anche nelle pulizie di casa. Si può ottenere, per esempio, un ottimo sgrassante per i piatti. Ecco gli ingredienti: mettere in un frullatore il succo di due o tre limoni, parte della buccia tagliata grossolanamente e un paio di cucchiai di sale. Una volta ottenuto un composto omogeneo, mischiare con acqua e aceto in una pentola. Portare a ebollizione il composto e lasciarlo cuocere per 15 minuti. Ed ecco pronto il vostro detersivo fai da te!

22. Pulire bottiglie e tazze

La sua azione smacchiante è particolarmente efficace su tazzine e bottiglie, per eliminare i residui di caffè, olio e vino. Inserite qualche cucchiaio di sale grosso nelle bottiglie e agitatele energicamente: questo favorirà la smacchiatura. Aggiungete infine dell’acqua calda che, sciogliendo il sale, fungerà da detersivo. Utilizzate quest’ultimo metodo anche per le tazzine di caffè.

23. Pulire la moka

La moka, si sa, non va mai pulita con il detersivo: per igienizzarla in maniera naturale, è possibile far bollire all’interno della macchinetta tre cucchiai di sale e poi strofinare con una paglietta metallica. Per una maggiore efficacia, è possibile aggiungere del succo di limone. Ricordatevi di risciacquare con acqua fredda!

Foto di monicore da Pexels

come rimuovere le macchie, sale utile, sale vari usi


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.