Home Animali Malattie del cane: l’anemia, come riconoscerla e intervenire

Malattie del cane: l’anemia, come riconoscerla e intervenire

9943
14

Abbiamo spesso sentito parlare di anemia nelle persone. Ciò di cui forse abbiamo sentito parlare di meno è dell’anemia nei cani. Ecco come riconoscerla e intervenire.

Forse non tutti sono esperti delle malattie del cane, ma anche i nostri amici a quattro zampe possono essere soggetti a carenze di globuli rossi nel sangue.

L’anemia può determinare nei nostri animali una forte prostrazione fisica, associata a problemi di diverso genere. Ecco perché è sempre bene prestare attenzione ai piccoli segnali di malessere e a eventuali cambiamenti fisiologici, per intervenire in tempo on caso di malattie del cane, prima che la situazione possa peggiorare.

Malattie del cane: le cause dell’anemia

Le cause che possono portare a uno stato di anemia nel cane sono le più varie. La forma di anemia più grave che possiamo incontrare è quella emolitica, che consiste in uno scompenso nel processo di rinnovo dei globuli rossi.

Altre cause possono essere: una perdita eccessiva di sangue dovuta a traumi o altre malattie del cane; patologie legate alla produzione di emoglobina; tumori; reazioni farmacologiche; presenza di parassiti o di infezioni intestinali; carenza di ferro e affezioni croniche.

malattie cani

Nei cuccioli le cause più comuni che portano all’anemia sono le infestazioni di pulci e i parassiti intestinali.

Prima abbiamo accennato anche all’anemia emolitica. L’emolisi è un processo naturale, necessario per rinnovare i globuli rossi in circolo nell’organismo. Questo processo si sviluppa nella milza, dove l’1-2% del totale dei globuli rossi (i più vecchi), viene distrutto ed eliminato. Quando l’incidenza dell’emolisi supera la normale percentuale, si va incontro all’anemia emolitica che può essere determinata da fattori  immuno-mediati, può essere congenita, o dipendere da malattie infettive e farmaci.

Sintomi dell’anemia canina

I sintomi più comuni che possono indicare la presenza di uno stato di anemia nel nostro cane sono: spossatezza, inappetenza, gengive e lingua molto chiare, in alcuni casi biancastre, e respiro affannoso.

Il colore della cute è spento, si può andare incontro a perdita di peso e vomito. Se l’anemia del cane è grave, si può avere anche un battito cardiaco accelerato e, sotto sforzo, l’animale può anche cadere o perdere i sensi. Nei casi di anemia emolitica, fegato e milza sono ingrossati e il colore delle urine è scuro.

In genere l’inappetenza è uno dei campanellini d’allarme che possono indicare diversi malesseri e malattie del mane. E il rifiuto del cibo genera a sua volta perdita di peso e letargia. Per controllare se si tratta veramente di anemia, basta scoprire le gengive: se vediamo che presentano un colore biancastro, anziché rosso, ci sono molte probabilità che si tratti di una carenza di globuli rossi.

Malattie del cane: i rimedi dell’anemia

La prima cosa da fare quando sospettiamo che il nostro cane abbia una qualche patologia è valutare i sintomi e i cambiamenti di salute e rivolgerci immediatamente al nostro veterinario di fiducia. Degli esami del sangue, delle urine e delle feci ci confermeranno la presenza della malattia. In base al tipo di anemia che il medico avrà riscontrato, e delle cause che l’hanno scatenata, sarà prescritta la cura più adeguata da seguire.

In questi casi è difficile parlare di prevenzione, perché l’anemia, come abbiamo visto, può essere scatenata da molteplici fattori.

La tempestività nell’intervento è la cosa più importante da fare per favorire la guarigione che, a seconda dei casi, avverrà attraverso antibiotici, protezione gastrica, terapia fluida, antiparassitari e, nelle situazioni più gravi, trasfusioni.

LEGGI ANCHE: Dermatite in cani e gatti: cause e rimedi

(Foto interne: PhotKing; Randy Son Of Robert)

14 COMMENTI

  1. Ho scoperto per caso che esiste un integratore per cani anemici che si chiama Hemotonic. Chi mi sa dire se si può curare un cane che soffre di anemia emolitica immunomediata ? E magari evitare la trasfusione di sangue nei casi gravi.
    La mia cagnolina ha l’ anemia immunomediata ma ancora non si sa se è primaria o secondaria. Il mio veterinario non conosce questo prodotto e non si è ancora espresso sulla sua efficacia.
    Spero che qualcuno di voi mi sappia dire qualcosa di chiaro.
    Vi ringrazio

    • ciao stefania, non se se leggerai la mia risposta visto che è passato un po’ di tempo, anche la mia golden ha l’anemia immuni-mediata e anche per lei non si riesce a capire se sia primaria o secondaria. non conosco hemotonic ma ho guardato il contenuto…. in pratica è una sorta di integratore di vitamina B e altri elementi un po’ come il Bloodder che la mia camilla sta prendendo. temo che non curi l’anemia emolitica (l’unica terapia è l’immonosoppressione con cortisone in dosi massicce ed eventualmente una secondo immuni-soppressore – camilla sta prendendo azatioprina) però penso che possa essere un supporto alla terapia. ad ogni modo ne devi parlare con un veterinario, meglio ancora se ematologo. non so se la tua canina ha subito una trasfusione (la mia si) ad ogni modo credo che l’unico modo per evitare future trasfusioni sia tenerla molto controllata, farle periodicamente degli emocromo di controllo, osservarla attentamente e non esitare a portarla dal veterinario ad ogni minimo segnale che qualcosa non va. devi fare anche attenzione ai vaccini (camilla per quest’anno non li farà, in futuro vedremo), usare con parsimonia gli antiparassitari e stare attenta a qualunque infezione/infiammazione/virus che può contrarre la tua canina. il concetto di fondo è: qualunque cosa possa andare a stimolare il suo sistema immunitario la espone al rischio di una ricaduta. stai attenta anche agli antibiotici: sono da evitare penicillina, cefalosporine e antibiotici sulfamidici. se sai un po’ di inglese ti consiglio questo forum sull’argomento: http://www.secondchanceaihadogs.com

      • Grazie dei consigli eleonora, ma purtroppo la mia cagnolina è già partita per il paradiso dei cani, adesso ne prenderò un’altra, la vita va avanti.

  2. Stanotte alle 4, 05 ho perso Laika aveva solo 5 anni , per una banale ulcera allo stomaco ..se notate qualcosa come inappetenza e vomito fate subito
    L’emocromo

  3. Buongiorno…oggi,dopo aver trattato Vicky x quasi 1 anno con dosi massicce di cortisone x un’anima emolitica immunomediata,,scopro,dopo il secondo ricovero da capodanno ed una seconda trasfusione, il test di Coomb…che ti dice se l’anemia è immunomediata ,se diretta o indiretta. Insomma dopo 1 anno. …1 anno nel quale Vicky , a 10 anni è stata forata 2/3volte alla settimana, ha preso dalle 10 alle 17 medicine al gg perchè le è saltato fuori di tutto di più (edema polmonare,insuff. cardiaca congestizia, 1 polmone collassato,epatomegalia,ipotiroidismo,ipotonicità muscolare,tremori…)era una cane di 10 anni che ne dimostrava,fisicamente e caratterialmente 3,4…e di pacca de ha 20!
    Ed ad oggi…salta fuori che, potrebbe non essere un’anemia immunomediata grazie a questo test e che forse è stata trascurata la vera patologia…forse ha una salute compromessa…forse è irrecuperabile…forse…
    Che le veterinarie si cappellino a qualcuno perchè se non faccio una strage,quei risparmi che ho l’investo tutti in un avvocato x farle radiare!!!

  4. Ciao anch’io sto vivendo lo stesso problema identico il mio Falco ha fatto due trasfusioni in 5 giorni farmaci a dosaggi per un elefante ma io non vedo risultati il ricovero forzato questa sera l’ho censurato ed e’ qui con me … ovvio che non sta bene , non mangia da 20 gg soldi davvero tanti , per carità per Falco cosa non farei … ma non credo ci capiscano poi così tanto

  5. Scusate pure il mio cane ne avuto già di due trasfusione dal mio veterinario ma niente ..mi hanno consigliato un altro che mi dice di operarlo al midollo osseo ….qualcuno mi potrebbe dire se. Va bene??

    • Buongiorno Raffaele, sarei curiosa di sapere come sta il suo cagnolino si è ripreso? Spero per lei di si. Al contrario del mio amore che non ce l’ha fatta. Laura.

  6. Il mio piccolo Joy sembrava esserne uscito dopo un bel ciclo di cortisone e ciclosporina, con antibiotico e vari gastroprotettori…
    Dopo aver smesso tutto ha avuto una nuova ricaduta… Forse presa in tempo, ma abbiamo ricominciato tutto da capo evitando la trasfusione che cmq è un palliativo per qualche giorno… Certo non è facile ma bisogna tener duro… E brutto però non conoscere la causa… Fare una anestesia per eventuali controlli al midollo è troppo pericolosa adesso…

  7. Ho perso anche io il mio adorato pelosetto di 12 anni, di anemia autoimmune, dopo un mese di cortisone e un piccolo miglioramento è peggiorato all improvviso e ho dovuto addormentarlo. era sfinito per gli effetti collaterali del cortisone. Però ho i sensi di colpa per non aver tentato la trasfusione. Che a detta dei veterinari era molto rischiosa.Sto morendo di dolore.

  8. Scusate signori Roberta e Raffaele , sono curiosa di sapere come stanno i vostri amici ammalati, sono guariti? Avete trovato una soluzione alla fine? Sarei felice di sapere che loro ce l’hanno fatta al contrario del mio amore che non c’è più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.