Home Ambiente Toxic Tours: specializzati in “viaggi tossici”

Toxic Tours: specializzati in “viaggi tossici”

200
0
CONDIVIDI

Acque infestate da pesci morti, ottimo snorkeling nell’olio, immersione in acqua melmosa, navigare sulle onde tossiche o prendere il sole sulle spiagge infestate da sporcizia sono solo alcune delle attrazioni dell’ agenzia di viaggi Tour “tossici” creato da Greenpeace per sensibilizzare le persone sull’inquinamento delle acque messicane.
L’idea è che attraverso questi pacchetti si possa generare una consapevolezza profonda fra la gente.  I fiumi inquinati del paese hanno conseguenze molto gravi per la società, soprattutto per le persone che vivono nei pressi di questi luoghi.
Solfuro di idrogeno, mercurio, arsenico, cromo, nonilfenolo, piombo, cadmio, furano, sono alcune delle sostanze chimiche che compaiono nel 70% dei fiumi in Messico, molte persone soffrono di disturbi collegati proprio a questi prodotti chimici, al mix, inoltre, che si può formare dalla mescolanza degli stessi. Pensiamo anche alla biodiversità di quei fiumi, di quei mari, a danno inestimabile per la salute e per l’ambiente.

In questa campagna satirica molti attori si sono uniti Alfonso Herrera, Adriana Louvier e Bernie Paz e driver Lizaldi Claudia, Carla Medina e Miguel Conde, hanno fatto dei video che sfidano il pubblico a fare una vacanza tossica.

Nei giorni scorsi l’attore Alfonso Herrera e la giornalista Fernanda Tapia hanno fatto una visita a El Salto, Jalisco, cascata emblematica che porta le acque tossiche di Santiago del Rio verso la città di Guadalajara. Entrambi hanno lanciato messaggi su Twitter per il proprio pubblico per aumentare la consapevolezza del rischio creato dagli scarichi industriali dove centinaia di sostanze tossiche vengono scaricate inquinando le acque di questo affluente principale.