Home Ambiente Messico: esplosione in un impianto petrolchimico

Messico: esplosione in un impianto petrolchimico

156
0
CONDIVIDI

Una potente esplosione in una struttura petrolifera nel Sudest del Messico ha ucciso 13 persone e ferite 136.

Mentre si cerca ancora di arginare i danni derivanti dall’incidente che ha interessato un oleodotto nei pressi del torrente di Polcevera, in provincia di Genova,  arriva la notizia di un’esplosione in un impianto petrolchimico in Messico.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, una potente esplosione avvenuta lo scorso 20 aprile ha determinato la morte di 13 persone e il ferimento di altre 136.

L’incidente è avvenuto nel complesso petrolchimico Pajaritos, nel porto di Coatzacoalcos, uno dei più grandi del paese, nello stato di Veracruz, sulla costa meridionale del Golfo del Messico.

Le cause dell’incidente che ha colpito l’ impianto della PMV (Petroquemica Mexicana de Vinilo), gestito dalla Mexichem, società associata con la Pemex, non sono ancora chiare.

L’esplosione, che è stata sentita fino a 10 chilometri di distanza, ha generato delle fiamme molto alte e una nube nera, potenzialmente tossica, che ha letteralmente invaso il cielo.

Le autorità locali sono state costrette a evacuare le scuole e le attività commerciali presenti nelle vicinanze e a chiedere a tutti i cittadini di rimanere in casa fino a quando la nube tossica non si fosse dissolta.

L’intervento dei pompieri, assistiti da personale militare, ha reso possibile domare le fiamme nel giro di poche ore. Secondo i primi monitoraggi, l’esplosione e il successivo incendio avrebbero provocato danni estesi per un raggio di 5 chilometri, ma senza colpire i quartieri abitati, giacché il complesso si trova in una zona isolata.




Pemex ha annunciato “un’inchiesta approfondita per determinare le cause dell’incidente”.

Stando a quando affermato da Reuters, a febbraio, un incendio ha ucciso un lavoratore nello stesso impianto

L’esplosione di questi giorni, continua l’agenzia di stampa, è solo l’ultimo di una serie di disastri che stanno affliggendo il gigante del petrolio di stato.

Lo scorso anno, Pemex avrebbe affermato di aver ridotto il suo tasso di incidenti annuo nel 2014 di oltre il 33 per cento. Ma un’indagine di Reuters ha rilevato che l’azienda petrolifera messicana avrebbe alterato i dati, includendo ore lavorative effettuate dal personale di ufficio nei suoi calcoli.

Per quanto ancora la sete di denaro e di petrolio dovrà tenere sotto scacco le nostre vite, distruggendo ciò che ci circonda, prima di accorgerci che un’altra via è possibile?

(Foto)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here