l'energia nucleare green

L’energia nucleare può essere green: ma a quale prezzo?

Tutte le fonti di energia elettrica affrontano lo stesso dilemma nel 21 ° secolo: emissioni di carbonio, continuità di approvvigionamento e costi. 

Il governo britannico ha fatto una grande scommessa sull’energia nucleare, ma i reattori raccolgono solo due delle tre sfide. L’energia nucleare è a basso tenore di carbonio e una fonte potente di energia elettrica, ma è estremamente costosa ed ha un rischio latente troppo alto.

Nell’era dei cambiamenti climatici, la generazione di energia senza emettere emissioni di carbonio è vitale. Mentre la costruzione di centrali nucleari e il loro rifornimento richiede calcestruzzo, trasporto e così via, le emissioni complessive sono simili all’energia eolica e solare . Tutti producono molto meno carbonio delle centrali a carbone o a gas.

L’energia nucleare supera in gran parte il test di sicurezza dell’approvvigionamento. Le centrali giganti forniscono elettricità costante, 24 ore al giorno. Ma ci possono essere dei difetti e anche grandi. Le centrali nucleari sono incredibilmente complesse e problemi tecnici possono causare lunghi arresti. Hanno anche bisogno di grandi quantità di acqua di raffreddamento, che causa problemi quando c’è siccità.

Anche la capacità di fornire “potenza di base” non è sempre un vantaggio. Le moderne reti elettriche con quantità crescenti di energia rinnovabile hanno bisogno di flessibilità e l’energia nucleare è tutt’altro.

La reputazione di Nuclear per la stabilità è anche messa in discussione dal costo in crash dello stoccaggio di energia, attraverso nuove tecnologie come banche di batterie e aria compressa . Questi possono mantenere l’elettricità da energia solare ed eolica per i periodi in cui il sole non splende e il vento non soffia. Più interconnettori tra le nazioni permetterebbero anche una maggiore sicurezza – il vento soffia solitamente da qualche parte.

energia nucleare green
L’energia nucleare promette grandi traguardi con poche emissioni, ma con un rischio latente molto alto
Hitachi ha recentemente cancellato i piani per una centrale nucleare nel Galles.

Il grosso problema dell’energia nucleare è il suo prezzo. Costruire strutture straordinariamente complicate e tenerle al sicuro è estremamente costoso. I prezzi dell’energia eolica solare e onshore sono crollati negli ultimi anni e ora sono circa un terzo di quelli nucleari .

Inoltre, i costi delle energie rinnovabili continuano a scendere, mentre quelli per il nucleare sembrano solo salire. La centrale nucleare di Hinkley è in ritardo di un decennio e di miliardi rispetto al budget . Come trattare le scorie nucleari a lungo termine è un altro mal di testa costoso e non ancora risolto .

L’industria spera che ” piccoli reattori modulari ” possano essere più economici e veloci da costruire. Ma per combattere il riscaldamento globale il mondo ha bisogno di energia a basse emissioni di carbonio ora.

Si potrebbe persistere con il sogno nucleare, sperando che si possa trovare un modo per finanziare nuovi impianti e che vengano poi costruiti nel rispetto del tempo e dei budget.

 

l'energia nucleare
Il confronto sui costi tra energia nucleare ed energie rinnovabili vede queste ultime avere un netto vantaggio

Oppure può orientarsi verso energie rinnovabili, stoccaggio e interconnettori, potenzialmente con impianti a gas che catturano e seppelliscono le loro emissioni di carbonio come back-up. Ciò significherebbe sdoganare definitivamente l‘energia eolica e solare e aumentare ulteriormente il vento in mare aperto.

In tutto il mondo solo due nazioni stanno attualmente mettendo in servizio nuove centrali nucleari: Cina e Russia. Nel complesso, le costruzioni nucleari sono al minimo da un decennio e la generazione nucleare globale è rimasta piatta dal 2000. Anche la Francia, la maggior parte dei paesi nucleari, sta pianificando grandi tagli al nucleare . Se il Regno Unito persiste con il nucleare, nuoterà contro la marea internazionale.

accumulo di energia, centrali nucleari, energia nucleare green, hitachi, l'energia nucleare


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]