conto termico 2019

Conto Termico 2019: pioggia di incentivi! Ecco come accedere ai fondi per il risparmio energetico in casa e ufficio

Anche quest’anno, lo Stato interviene in favore di privati e Pubbliche Amministrazioni che avviano interventi per l’efficientamento energetico degli edifici e la produzione di energia a basso impatto ambientale. Il Conto Termico 2019 ha un budget totale di 900 milioni di euro e possono accedervi anche singoli cittadini.

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sull’incentivo e come presentare domanda.

Che cos’è il conto termico 2019

Il Conto Termico è una misura introdotta dallo stato circa sette anni fa, con il Decreto Ministeriale 28/12/2012. Il suo scopo è di incentivare una migliore gestione energetica di case e uffici, riducendo il loro impatto ambientale. In particolare, gli obiettivi sono due:

  • Incrementare l’efficienza energetica degli edifici;
  • Incentivare la produzione di calore da fonti rinnovabili, per impianti di piccole dimensioni.

Accedi agli incentivi fino a 5000€

Scrivi a [email protected]

Per raggiungere tali obiettivi di massima, lo Stato si impegna a restituire una parte delle somme spese da privati e uffici della Pubblica Amministrazione. Il vantaggio è quindi duplice, per chi ricorre al Conto Termico. Da un lato infatti, interventi mirati possono migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, con effetti benefici sul costo delle bollette. D’altro canto, il GSE (Gestore Servizi Energetici), la società che gestisce per conto dello stato i bonus da erogare, rimborsa in breve tempo (circa due mesi dopo la stipula della convenzione) parte delle spese sostenute.

Per il Conto Termico 2019 sono state introdotte alcune novità. Sono state infatti ampliate le modalità di accesso, così come i soggetti ammessi. Sono oggi rimborsabili inoltre nuovi interventi per l’efficienza energetica. Infine, è stata rivista la dimensione degli impianti ammissibili al rimborso e snellita la procedura di accesso diretto per determinati apparecchi.

impianto termico conto termico 2019
Un impianto termico concepito per la massima efficenza energetica

Beneficiari e fondi disponibili

I beneficiari sono essenzialmente di due tipi:

  • Pubbliche amministrazioni, tra cui vengono ricomprese anche le società in house e le cooperative di abitanti;
  • Privati: imprese, condomini e comuni cittadini.

In totale, lo Stato destina al Conto Termico 2019 900 milioni di euro, così suddivisi:

  • Alle PA arriveranno 200 milioni;
  • Ai privati, invece, saranno erogati i restanti 700 milioni.

Il limite massimo per singola erogazione è di 5.000 euro (se il rimborso avviene in un’unica rata). Nello specifico, gli incentivi variano dal 40 al 65% della spesa sostenuta.

Gli interventi incentivabili

Vediamo ora in dettaglio quali sono gli interventi e le ristrutturazioni incentivabili e qual è la quota di rimborso corrispondente.

Gli uffici della Pubblica Amministrazione possono ricevere il rimborso del Conto Termico 2019 per:

  • Coibentazione
  • Infissi
  • Caldaie a condensazione
  • Sistema di schermatura e/o ombreggiamento
  • nZEB: “Edifici a energia quasi zero”
  • Sistemi efficienti di illuminazione
  • Building Automation
  • Pompe di calore
  • Caldaie e stufe a biomasse
  • Solare termico
  • Scalda acqua a pompa di calore
  • Impianti ibridi a pompa di calore

I privati possono invece ricevere rimborsi per i seguenti interventi:

  • Pompe di calore
  • Caldaie e stufe a biomasse
  • Solare termico
  • Scalda acqua a pompa di calore
  • Impianti ibridi a pompa di calore

A ogni intervento corrisponde poi una quota massima che è possibile farsi rimborsare. Scopriamo le percentuali al dettaglio.

Accedi agli incentivi fino a 5000€

Scrivi a [email protected]

conto termico 2019 pompa di calore
Un modello moderno di pompe di calore che si è soliti installare

Rimborso fino al 40%

Il Conto Termico 2019 prevede un incentivo fino al 40% per i seguenti interventi:

  • Isolamento delle pareti e coperture
  • Sostituzione di chiusure finestrate con altre più efficienti
  • Installazione di schermature solari
  • Sostituzione dei corpi illuminanti
  • Installazione di tecnologie di building automation 
  • Sostituzione di caldaie tradizionali con caldaie a condensazione

Rimborso fino al 50%

Si può invece ottenere la metà della spesa sostenuta per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F. Si può arrivare fino al 55% se tali interventi di isolamento sono abbinati all’installazione di altro impianto (caldaia a condensazione, pompe di calore, solare termico).

conto termico 2019 come isolare finestre
Una finestra isolata termicamente per disperdere il meno possibile il calore generato dagli impianti ad alta efficenza energetica

Rimborso fino al 65%

Sono di due tipi, infine, gli interventi che possono beneficiare di un bonus fino al 65% della spesa:

  • Demolizione e ricostruzione di edifici a energia quasi zero (nZEB);
  • Sostituzione di impianti tradizionali con: pompe di calore, caldaie e apparecchi a biomassa, sistemi ibridi a pompe di calore e impianti solari termici.

Accedi agli incentivi fino a 5000€

Scrivi a [email protected]

Come accedere ai fondi e incentivi del Conto Termico 2019: il servizio pratiche professionali di AmbienteBio

Con il conto termico e veramente facile, in base alla zona in cui vivi, recuperare fino al 65% delle spese per la sostituzione di generatori esistenti con nuovi del tipo, pompe di calore, termostufe, termocamini, impianti termosolari, scaldacqua a pompa di calore. Inoltre potrai beneficiare dell’incentivo anche per i costi di progettazione e assistenza dei lavori da parte di tecnici.

Esempio diretto con i costi e il risparmio

Ad esempio: vivi a Roma e vuoi sostituire i tuoi vecchi split con dei nuovi ad inverter per fare sia caldo che freddo? (N.B. i nuovi generatori dovranno essere certificati dalla casa madre):

costo multisplit (COP 4,1 Pn 12Kw) con 4 unità ……….€ 4500 = potrai recuperare fino a € 2875

NOTA BENE: Fino a 5.000,00 di contributo ti verranno rimborsati, in unica rata, nella peggiore delle ipotesi, entro 90 giorni dalla domanda di richiesta, sul tuo conto corrente.

Se sei un installatore o un privato contattaci a: [email protected] . Prima di acquistare o installare ti consiglieremo cosa fare o se già hai provveduto alla sostituzione sappi che hai 60 giorni di tempo dalla fine dei lavori o fattura a saldo per fare la richiesta al GSE del contributo.

La nostra prestazione con la pratica completa sino a 5.000,00 € di contributi, sarà di € 270,00+iva che verserai solo ad accettazione del contributo e contestuale rilascio del contratto da parte del GSE.  A questo punto dovrai solamente aspettare il bonifico sul tuo conto da parte GSE.

Se vorrai ricorrere alla nostra struttura per richiedere il contributo, dovrai avere cura di inviarci il seguente materiale:

  • la documentazione fotografica con le targhette degli apparecchi che andrai a sostituire, del vano dove quest’ultimi sono installati, delle nuove macchine installate e relative targhette identificative.
  • le fatture dell’installatore con ritiro e smaltimento del vecchio generatore.

Nel caso impianto di solare termico, solo le foto post intervento, avendo cura di fotografare anche le linee di mandata e ritorno dell’impianto sino alla sua diramazione.

PENSEREMO A TUTTO NOI TRAMITE IL PORTALE TERMICO ALLA PREPARAZIONE DALLA MODULISTICA ALLE CERTIFICAZIONI.

TU DOVRAI INVIARCI SOLO LE FOTO E LE FATTURE QUIETANZATE DEI TUOI ACQUISTI CON BONIFICO BANCARIO.

PER ULTERIORI INFO SU COME ACCEDERE AI FONDI, TI BASTA UNA MAIL A[email protected]

conto termico 2019

SCARICA i PDF degli Esempi di modulistica GSE lavorati dal nostro Studio

Richiesta di contributo GSE portale 1

Richiesta di contributo GSE portale 2

Esempio di intervento ad efficenza energetica effettuato

Pre Intervento

pre intervento conto termico 2019
La vecchia configurazione dell’impianto a pompe di calore prima dell’intervento

Post Intervento

conto termico 2019 esempio post intervento
La nuova configurazione secondo gli ultimi standard di efficenza energetica

Energia: tutti i consigli per una casa amica dell’ambiente

Vuoi rendere la tua casa più efficiente e tagliare i costi in bolletta? Scopri tutti i nostri consigli:

 

Conto Termico 2019, incentivi efficenza energetica, incentivi pubblici riscaldamento, rimborsi GSE 2019, ristrutturazione rimborsi


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter