Home Ambiente Cotton fioc banditi in Francia: danneggiano l’ambiente

Cotton fioc banditi in Francia: danneggiano l’ambiente

2929
0
CONDIVIDI
Cotton fioc banditi in Francia: sono dannosi per l'ambiente

La Francia mette al bando i cotton fioc: troppo inquinanti. La decisione sarà operativa a partire dal primo gennaio del 2020. Vietate anche le microsfere in plastica.

I cotton fioc danneggiano l’ambiente, meglio metterli al bando. È questa la decisione presa dalla Francia che ha appena approvato una legge in merito. I bastoncini di plastica comunemente usati nella pulizia delle orecchie, sarebbero troppo inquinanti. Danneggiano l’ecosistema marino, mettono in pericolo i pesci e hanno effetti negativi sulla salute dell’uomo, attraverso la catena alimentare.

I cotton fioc, che si trovano sempre più spesso nelle acque di tutto il mondo, saranno banditi dal primo gennaio 2020. Nello stesso provvedimento sono finite anche le microsfere in plastica (o microgranuli), che scompariranno già nel 2018 dal mercato francese.

I cosiddetti microgranuli sono purtroppo presenti in una vasta quantità di prodotti commerciali. Probabilmente ne fate anche voi un uso quotidiano. Sono presenti nelle maschere per capelli e facciali. Li troviamo nei gel doccia e nello shampoo, così come nello scrub e in alcuni dentifrici. Secondo alcune stime, queste microsfere di plastica avrebbero invaso gli Oceani. Potrebbero essere già 5mila miliardi le particelle rilasciate in mare, che spesso finiscono nello stomaco dei pesci provocando danni irreversibili.

Un disastro annunciato

D’altronde è da tempo che ong, associazioni ambientaliste e consumatori mettono in guardia governi e governanti sugli effetti deleteri di questi elementi.




Avevamo parlato, per esempio, dello stato di salute delle nostre spiagge nel 2016, grazie a una ricerca condotta da Legambiente. Il rapporto Beach Litter 2016 aveva fatto luce su una delle più gravi mancanze di civiltà nel nostro Paese: la sporcizia in spiaggia. Secondo la ricerca, il 13% dei rifiuti trovati sui nostri litorali è costituito proprio dai cotton fioc. Da dove provengono? Dagli scarichi dei nostri wc di casa. La plastica, in generale, è risultata la “regina” incontrastata della spazzatura in spiaggia, costituendo il 76% degli oggetti trovati.

D’altronde, questi bastoncini di plastica possono provocare dei problemi alla salute umana. Si tratta dell’uso che ne facciamo più spesso: la pulizia all’interno delle orecchie. Un’attività assolutamente sconsigliata, che può portare a danni come la perforazione del timpano. Tra l’altro il cerume è un elemento naturale assolutamente essenziale per la salute e la lubrificazione del nostro orecchio: rimuoverlo è controproducente.

Greenpeace, invece, ha recentemente parlato dei pericoli ambientali collegati alle microsfere di plastica. Queste particelle sono troppo piccole per essere filtrate dai sistemi di depurazione e arrivano quindi nei fiumi e nei mari. Per finire poi dove? Nella nostra catena alimentare.

Come consumatori attenti possiamo fare tanto. Leggiamo accuratamente gli ingredienti presenti all’interno dei nostri prodotti di bellezza e per la pulizia. Preferiamo le alternative completamente naturali, quando possibile. Riduciamo al minimo l’utilizzo della plastica e stiamo attenti soprattutto al packaging. Ne va della nostra salute e della salute del nostro pianeta.

Foto: Maurizio on Flickr

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here