Home Alimentazione Biologica Come fare il burro di cocco in casa

Come fare il burro di cocco in casa

2530
0
CONDIVIDI

Il burro di cocco è un preparato che ha diverse proprietà nutritive ed emollienti ed è utilizzato in molti modi: in cucina, al posto del burro classico, da solo sul pane, ma anche nella cosmetica, per idratare le parti più secche del nostro corpo o per trattamenti ricostituenti da usare sui capelli.

La cosa positiva è che è semplicissimo da creare in casa: basta infatti un solo ingrediente.

L’unica cosa che ci serve sono 5 tazze di noce di cocco grattugiata. Se la acquistiamo nei supermercati, dobbiamo fare attenzione che non sia zuccherata.

Il procedimento, come abbiamo già detto, è facilissimo: basta mettere il cocco grattugiato in un frullatore o in un robot da cucina. Fate frullare per circa 10 minuti, fino a quando non avremo ottenuto un composto abbastanza cremoso. Ecco pronto il nostro burro di cocco!

Conservatelo in frigo in un vasetto. Visto che tende a solidificarsi, quando dovete utilizzarlo, scaldatelo  immergendolo in acqua calda.

Girando sul web, si possono trovare diverse varianti su come realizzare questo prodotto, tra cui una creata utilizzando della farina di cocco (di più semplice reperibilità) e dell’acqua.

Ecco come creare questa variante.

In una padella, mettete 4 cucchiai colmi di farina di cocco. Aggiungete lentamente dell’acqua, mescolando con un cucchiaio e facendo in modo che il liquido superi di 1 dito lo strato di cocco. Portate il tutto a ebollizione, mescolando lentamente e facendo in modo che il composto non si attacchi alla padella.

Continuate fino a quando il prodotto non si sarà addensato. Filtrate il tutto, eliminando completamente il liquido. La farina di cocco rimasta sarà poi schiacciata in uno schiacciapatate. Dopo aver lasciato raffreddare il vostro prodotto per circa due minuti a temperatura ambiente, riponetelo in frigo per due ore: la patina bianca che si andrà a creare sarà il vostro burro. Prelevatela con un cucchiaio, sole se vedete che è bella corposa e non spumosa. Dopodiché, riponetela in frigo dove potrà stare per circa una settimana.

Potete utilizzare la farina completamente disidratata rimasta dalla vostra operazione per rendere il vostro shampoo molto più nutriente.

La ricetta più semplice naturalmente è la prima. Potete però sbizzarrirvi, creando entrambe le varianti e cercando affinità e differenze di gusto e consistenza!

Fonte

(Foto: Hafiz Issadeen)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here