proliferazione batterica

Proliferazione batterica intestinale: ecco 10 sintomi da tenere sotto controllo

I segni di una proliferazione batterica intestinale possono manifestarsi in vari modi e colpire persone di tutte le età e di tutti i sessi.

Lo SIBO (crescita eccessiva dei batteri nell’intestino tenue ) è una malattia che colpisce più persone nel corso degli anni, ed è molto importante saperne di più su di esso per identificare le cause e trovare un modo per trattarlo.

Hai mai mangiato qualcosa e in poche ore hai capito che il tuo stomaco è così gonfio che non puoi abbottonarti i pantaloni? Non è raro che i miei pazienti mi dicano che si svegliano con la pancia piatta e alla fine della giornata sembrano siano a sei mesi di gravidanza.

Anche se non si è verificato un gonfiore addominale di tale entità, qualsiasi quantità di gonfiore non è normale, è un segno di infiammazione intestinale. Se si dispone di gas o di distensione addominale regolarmente, si può avere sensibilità alimentare o un’infezione intestinale, come SIBO (proliferazione batterica nell’intestino tenue).

Cos’è la proliferazione batterica intestinale?

La crescita eccessiva dei batteri intestinali si verifica quando i batteri nel nostro intestino diventano squilibrati e crescono eccessivamente . Spesso mi dico: “Troppo di una cosa buona può essere cattiva. “Come possiamo avere troppi batteri di un tipo rispetto agli altri? Questo può manifestarsi in molti modi diversi e spesso si verifica in coloro che consumano una dieta ricca di zuccheri, alcol e carboidrati raffinati. Alcuni ceppi di batteri si nutrono di carboidrati raffinati e li rompono in acidi grassi a catena corta, creando gas e causando gonfiore.

Un altro ceppo di batteri può abbattere i sali biliari prima che il tuo corpo abbia la possibilità di usarli. I sali biliari sono fondamentali per la disgregazione dei grassi, senza di essi, il risultato finale è uno scarso assorbimento di grasso o diarrea.

Infine, un terzo tipo di batteri può produrre tossine che danneggiano la mucosa dell’intestino tenue. Questo impedisce al corpo di assorbire i nutrienti di cui ha bisogno.

Che cosa causa l’eccessiva crescita dei batteri?

Il nostro intestino si basa su nervi, muscoli, enzimi e neurotrasmettitori per digerire correttamente il cibo. Mentre gli enzimi principalmente abbattono cibo, nervi, muscoli e neurotrasmettitori muovono fisicamente il cibo attraverso il nostro tratto digestivo dallo stomaco all’intestino tenue e al colon. Quando questo accade in un intestino sano, i batteri passano attraverso il tratto digestivo insieme al cibo fino alla sua destinazione finale nel colon. I problemi sorgono quando qualcosa interferisce con questo processo.

Danni ai nervi o ai muscoli intestinali possono portare a tracce di batteri nell’intestino tenue, il che aumenta il rischio di proliferazione batterica . Ad esempio, il diabete mellito e lo scleroderma possono entrambi influenzare i muscoli intestinali, lasciando spazio per lo sviluppo della proliferazione batterica .

I blocchi fisici nell’intestino, come le cicatrici da interventi chirurgici o il morbo di Crohn , possono anche causare un accumulo anormale di batteri nell’intestino tenue. I diverticoli, che sono piccoli sacchetti che si formano nella parete dell’intestino tenue, possono anche raccogliere batteri invece di trasmetterli ai due punti in cui appartengono.

Ci sono anche farmaci che influenzano o alterano la normale flora intestinale, come gli antibiotici, i farmaci che bloccano gli acidi e gli steroidi. E, naturalmente, come ho detto prima, la causa più comune che vedo nella mia clinica di medicina funzionale è una dieta ricca di zuccheri, carboidrati raffinati e alcol.

10 segni di crescita eccessiva batterica intestinale (SIBO)

  • gas
  • distensione
  • diarrea
  • Dolore addominale o crampi
  • Stitichezza (molto meno frequente della diarrea)
  • Diagnosi della sindrome dell’intestino irritabile o della malattia infiammatoria intestinale
  • Intolleranze alimentari come glutine, caseina, lattosio, fruttosio e altro ancora
  • Malattie croniche come la fibromialgia, la sindrome da stanchezza cronica , il diabete, i disturbi neuromuscolari e le malattie autoimmuni.
  • Carenza di vitamina B12, così come altre vitamine e minerali
  • Malassorbimento di grassi

Come testare la proliferazione batterica

Test del respiro

Questo è il gold standard, tuttavia, è piuttosto ingombrante. Gli individui devono digiunare per 12 ore, inalare un palloncino, ingerire una quantità esatta di zucchero e ripetere i campioni respiratori ogni 15 minuti per 3 ore o più. Test respiratori anormali possono anche indicare insufficienza pancreatica e malattia celiaca.

Test di disbiosi di Organix

Questo test di laboratorio di medicina funzionale effettua un test delle urine per i sottoprodotti di batteri nell’intestino tenue. Se l’intestino tenue è la casa di un lievito o di una crescita eccessiva di batteri, i sottoprodotti appariranno nelle urine, indicandone la presenza. Questo test è molto più semplice per i pazienti e richiede solo un singolo campione di urina.

Campione di feci completo

Questo è anche un test di laboratorio di medicina funzionale che esamina la flora dell’intestino crasso. Se si notano tutti gli alti livelli di batteri buoni, sospetto la proliferazione batterica.

Come trattare la proliferazione batterica nell’intestino

Il trattamento standard per la proliferazione batterica è un antibiotico chiamato Xifaxan . Poiché Xifaxan non è ben assorbito dal corpo, rimane principalmente nell’intestino ed è molto efficace contro la proliferazione batterica . Nella mia pratica, ho messo i miei pazienti a dieta a basso contenuto di carboidrati e privo di farine raffinate, zuccheri e alcol. Io uso anche una combinazione di erbe per 30 giorni. Inoltre, seguo un programma per guarire l’intestino.

Simile alla crescita eccessiva di Candida , coloro che sono suscettibili di proliferazione batterica possono avere recidiva dopo il trattamento. Si raccomanda di adottare una dieta a lungo termine a basso contenuto di carboidrati e soprattutto di carboidrati raffinati.

 

Autore dell’articolo: Dr. Amy Myers, fondatore e direttore medico di Austin UltraHealth, una pratica di medicina funzionale ad Austin, in Texas.

Articoli correlati

batteri intestinali, chron, problemi intestinali, proliferazione batterica, SIBO


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter

[newsletter_signup_form id=1]