solstizio d'inverno

Solstizio d’inverno: il sole ritorna a salire dal suo punto più basso

Ormai ci siamo. Il solstizio d’inverno 2019 arriva il 22 dicembre alle 04:19 UTC. Per noi in Italia questa notte sarà la più lunga dell’anno, e da domani si invertirà la tendenza con il sole che tornerà, seppur in maniera minima, a splendere per più tempo. E quindi,per l’emisfero nord, il ritorno di più luce solare!

Vista animata dell'emisfero nord dall'orbita con copertura di ghiaccio che si espande e si contrae.

Dai un’occhiata a questo … la Terra che respira. È un anno di trasformazioni stagionali sul nostro pianeta. John Nelson ha creato questa animazione, usando le immagini del team Visible Earth della NASA . Maggiori informazioni sull’animazione tramite John Nelson.

Tarda alba. Primo tramonto. Giornata breve. Lunga notte. Per noi nell’emisfero settentrionale, il solstizio di dicembre segna le notti più lunghe e i giorni più brevi dell’anno. Nel frattempo, l’emisfero australe sta vivendo notti brevi e lunghe giornate.

Il momento del solstizio d’inverno 2019 – quando il sole raggiunge il suo punto più meridionale nel cielo – cade di domenica 22 dicembre alle 04:19 UTC .

Non importa dove vivi sul globo terrestre – non importa a che ora accade il solstizio per te – è il tuo momento di festeggiare.

Il momento della rinascita nel solstizio d’inverno

La luce del sole sulla Terra, si afferma nel solstizio di dicembre. Il Polo Nord vive nell’oscurità di 24 ore eccetto pochissimi scampoli di luce; Polo Sud alla luce del giorno di 24 ore. 

Quando è il solstizio? Il solstizio accade nello stesso istante per tutti noi, ovunque sulla Terra. Nel 2019, il solstizio d’inverno arriva il 21 dicembre alle 22:19 CST. È il 22 dicembre alle 04:19 Universal Time (UTC). È quando il sole sulla cupola del nostro cielo raggiunge il suo punto più a sud dell’anno. In questo solstizio, l’emisfero settentrionale ha il giorno più corto e la notte più lunga dell’anno.

Per trovare l’ora nella tua posizione, devi tradurre nel tuo fuso orario. Fai clic qui per tradurre l’ora universale nell’ora locale.

Ricorda: stai partendo dalle 04:19 UTC del 22 dicembre. Ad esempio, se vivi in Italia, si usa il CET (tempo dell’Europa centrale) e devi aggiungere 1 ora al Tempo Universale per scoprire che il solstizio si svolge domenica 22 dicembre alle 05:19.

Mappa della Terra con lato luce dall'Africa orientale al Pacifico occidentale.

I lati della Terra di giorno e di notte nell’istante del solstizio di dicembre 2019 (22 dicembre 2019, 04:19 UTC ). Immagine tramite EarthView .

Che cos’è un Solstizio

Le prime persone sulla Terra sapevano che il percorso del sole attraverso il cielo, la lunghezza della luce del giorno e la posizione dell’alba e del tramonto si spostavano in modo regolare durante tutto l’anno. Costruirono monumenti come Stonehenge in Inghilterra – o, ad esempio, a Machu Picchu in Perù – per seguire i progressi annuali del sole.

Ma oggi vediamo il solstizio in modo diverso. Possiamo immaginarlo dal punto di vista dello spazio. Oggi sappiamo che il solstizio è un evento astronomico, causato dall’inclinazione della Terra sul suo asse e dal suo movimento in orbita attorno al sole.

Poiché la Terra non orbita in posizione verticale, ma è invece inclinata sul suo asse di 23 gradi e mezzo, e gli emisferi nord e sud terrestri si scambiano i luoghi nel ricevere la luce e il calore del sole più direttamente. 

Inclinazione della terra e raggi solari

L’inclinazione della Terra – non la nostra distanza dal sole – è ciò che causa l’inverno e l’estate. Al solstizio d’inverno, l’emisfero boreale è più lontano dal sole per l’anno.

Al solstizio di dicembre, la Terra è posizionata nella sua orbita in modo che il sole rimanga al di sotto dell’orizzonte del Polo Nord. Visto da 23 gradi e mezzo a sud dell’equatore, sulla linea immaginaria che circonda il globo noto come il Tropico del Capricorno, il sole splende direttamente a mezzogiorno.

Questo è quanto più a sud arriva il sole. Tutte le posizioni a sud dell’equatore hanno una lunghezza del giorno superiore a 12 ore nel solstizio di dicembre. Nel frattempo, tutte le posizioni a nord dell’equatore hanno una durata del giorno inferiore a 12 ore.

Per noi, nella parte settentrionale della Terra, il giorno più corto arriva al solstizio. Dopo il solstizio d’inverno, i giorni si allungano e le notti si accorciano. È uno spostamento stagionale che quasi tutti notano.

Equinozio e solstizio d’inverno: nel nostro emisfero di aprono i giorni del vero freddo e delle giornate che si allungano

Notte e giorno, estate e inverno

Dove dovresti cercare per vedere i segni del solstizio in natura? Ovunque.

Per tutte le creature della Terra, niente è così fondamentale come la lunghezza della luce del giorno. Dopotutto, il sole è la fonte ultima di tutta la luce e il calore sulla Terra.

Se vivi nell’emisfero settentrionale, puoi notare ogni giorno l’alba tarda, i primi tramonti e l’arco basso del sole attraverso il cielo. Potresti notare quanto in basso sia il sole che appare nel cielo a mezzogiorno. E assicurati di guardare la tua ombra di mezzogiorno. Intorno al solstizio di dicembre, è la tua ombra più lunga di ogni mezzogiorno dell’anno.

Nell’emisfero australe è opposto. L’alba arriva presto e il tramonto arriva tardi. Il sole è alto. È la tua ombra del mezzogiorno è la più breve dell’anno.

La chiave per comprendere il tramonto più veloce non è concentrarsi sull’ora del tramonto o dell’alba. La chiave è concentrarsi su quello che viene chiamato vero mezzogiorno solare – l’ora del giorno in cui il sole raggiunge il suo punto più alto nel suo viaggio attraverso il cielo.

All’inizio di dicembre, il vero mezzogiorno solare arriva quasi 10 minuti prima dell’orologio rispetto al solstizio intorno al 22 dicembre. Con il vero mezzogiorno che arriva più tardi nel solstizio, così saranno gli orari di alba e tramonto.

È questa discrepanza tra l’ora dell’orologio e l’ora del sole che fa precedere il solstizio di dicembre dal primo tramonto dell’emisfero settentrionale e dal primo sorgere del sole nell’emisfero meridionale.

La discrepanza si verifica principalmente a causa dell’inclinazione dell’asse terrestre. Un fattore secondario ma un altro fattore che contribuisce a questa discrepanza tra mezzogiorno e mezzogiorno proviene dall’orbita ellittica – oblunga della Terra intorno al sole.

L’orbita terrestre non è un cerchio perfetto e quando siamo più vicini al sole, il nostro mondo si muove più velocemente nella sua orbita. Il nostro punto più vicino al sole – o perielio – arriva all’inizio di gennaio. Quindi ora ci stiamo muovendo più velocemente in orbita, leggermente più veloce della nostra velocità media di circa 18,5 miglia al secondo (30 chilometri al secondo).

Leggi anche:

Ora solare e ora reale

La discrepanza tra l’ora solare e l’ora dell’orologio è maggiore intorno al solstizio di dicembre rispetto al solstizio di giugno perché siamo più vicini al sole in questo periodo dell’anno.

Due immagini del tramonto, con sole a diversi posizi rispetto ad un orizzonte roccioso. Solstizio inverno

21 dicembre: Tramonti del solstizio, che mostrano la posizione del sole all’orizzonte locale ai solstizi di dicembre 2015 (a sinistra) e giugno 2016 (a destra) di Mutare, Zimbabwe, foto Peter Lowenstein .

La data precisa del primo tramonto dipende dalla tua latitudine. Alle latitudini medio-settentrionali, arriva all’inizio di dicembre di ogni anno. Alle latitudini temperate settentrionali più a nord – come in Canada e in Alaska – il primo tramonto dell’anno arriva verso la metà di dicembre. Vicino al circolo polare artico, il primo tramonto e il solstizio di dicembre si verificano nello stesso giorno o quasi.

A proposito, l’ alba più tarda non arriva nemmeno nel solstizio. Dalle latitudini medio-settentrionali, l’ultima alba arriva all’inizio di gennaio.

Le date esatte variano, ma la sequenza è sempre la stessa: primo tramonto all’inizio di dicembre, giorno più corto nel solstizio intorno al 22 dicembre, tarda alba all’inizio di gennaio.

E così il ciclo continua.


Gino Favola

Laureato in Scienze Politiche, da sempre sono stato appassionato dai temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità. Da sempre convinto che l'economia debba essere ricondotta sotto le leggi della società civile, mi sono interessato a letture come quelle di Tiziano Terzani, Simone Perotti, Michael Pollan. Mi occupo nello specifico della sezione " ecoreati" per dare uno strumento in più, una sentinella attiva nel territorio, che da voce a tutte le segnalazioni dei nostri lettori che condividono con noi la sensibilità per la difesa dell'ambiente e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

[ginger_reset_cookie class="uk-button uk-button-default uk-button-small" text="Reset Cookie" redirect_url="/"]
Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto