11 rimedi omeopatici utili per i nostri cani

L’omeopatia ha delle regole particolari legate al suo utilizzo e questo può essere fonte di confusione, sia per i rimedi che riguardano l’uomo, che per quelli che riguardano gli animali.

Partendo dal presupposto che è sempre bene  consultare un esperto, ci sono alcune malattie comuni che possono essere trattate con semplicità, basta tenere presenti alcune regole.

Per iniziare…

Per quanto riguarda i rimedi omeopatici da utilizzare con i nostri amici a 4 zampe, in particolar modo con i cani, è bene sapere che:

  • i rimedi vanno sciolti sulle gengive o nascosti tra gli alimenti. Sul lato della bocca, i nostri cani hanno una sorta di sacchetto: lì è dove i rimedi per uso orale dovrebbero essere applicati;
  • cercate di manipolare il meno possibile i rimedi e di farli cadere direttamente dalla bottiglia, nella guancia o sul pelo dei vostri animali;
  • i rimedi devono essere conservati lontano dalle fonti di calore e dagli apparecchi come computer o televisori;
  • a differenza dei farmaci normali, l’omeopatia non funziona a peso corporeo. La sostanza fisica originaria si trova già diluita. Ad esempio, l’Arnica 6X significa che il rimedio è stato diluito 6 volte, non che deve essere somministrata per 6 volte!

I rimedi omeopatici vengono scelti in base a come il paziente vive la sua malattia. Ogni individuo, infatti, avrebbe bisogno di un rimedio diverso, basato sulle proprie caratteristiche personali e su come affronta le diverse patologie.

Prendiamo come esempio la rigidità degli arti causata dall’artrite nel vostro cane. La scelta del rimedio dipenderà se la condizione peggiora appena sveglio, sbloccandosi dopo aver fatto qualche passo. Questi cani spesso stanno peggio anche in condizioni di freddo umido. Con un quadro del genere, il rimedio più adatto è il  Rhus toxidendron, più economico dei farmaci FANS e naturalmente più sicuro.

11 rimedi omeopatici più usati per i cani

Ecco un elenco tra i rimedi più utilizzati per i nostri amici pelosi.

  • Apis mellifica. Indicata per le punture di insetti, in particolar modo per quelle di api.
  • Arnica. Buona per la rigidità causata da sforzi eccessivi, o dolori e lesioni muscolo/scheletrici.
  • Arsenicum album. Ottimo per i disturbi gastrointestinali causati, ad esempio, da cibo avariato e collegati a vomito e diarrea.
  • Borace (il rimedio, non la polvere). Utile per gli attacchi di panico causati da temporali e fuochi d’artificio.
  • Calendula (sia come rimedio orale che come unguento esterno). Da utilizzare per le infezioni cutanee o altri tipi di infezioni esterne. Si trova sia sotto forma di pomata da applicare localmente, che come tintura da diluire e con cui lavare eventuali tagli o ferite.
  • Hepar zolfo. Per gli ascessi dolorosi di qualsiasi parte del corpo o ghiandole anali infette e dolorose.
  • Hypericum. Indicato per dolori causati da danni a nervi o lesioni in aree ricche di terminazioni nervose, ad esempio se tagliate troppo le unghie del vostro cane.
  • Rhus tox. Nei casi di artrite che migliora dopo i primi movimenti, infezioni della pelle o lesioni muscolo-scheletriche generali.
  • Ruta. Indicato per eventuali lesioni a tendini o legamenti.
  • Silicea. Spinge i corpi estranei, come ad esempio le schegge, fuori dalla pelle.
  • Ledum. È il rimedio più indicato per qualsiasi tipo di puntura. In genere, l’Apis viene usato per le punture che si presentano calde nella parte e arrossate, il Ledum, se invece la pelle appare fredda e livida.

Questi sono rimedi non troppo difficili da usare, che possono dare al vostro cane un sollievo immediato.

(Foto: Automat)

farmaci omeopatici, omeopatia, omeopatia per cani, rimedi naturali animali, rimedi omeopatici


Agnese Tondelli

La mia passione è sempre stata l'arte di creare con poco, e di riutilizzare le risorse per formare oggetti di nuova utilità. Per questo troverete numerosi articoli che riguardano il riciclo creativo e piccoli tutorial su come svolgere piccoli e grandi lavori domestici. Sono anche una mamma premurosa e mi piace dare dei consigli per vivere questo aspetto della nostra vita nel modo più naturale e sicuro possibile.

Commenti (3)

  • Il mio labrador bava spesso per infiammazione gengivale, il medico gli ha dato cortisone e un altro prodotto. Per evitare questi medicinali chimici, cosa posso a livello omeopatico? Grazie

  • Buongiorno ho un segugio di 14 anni e incomincia e viviamo in una zona molto umida pensavo di aiutarlo con il rhus tocicodendro da 30 ma non so quanti granelli dargli pesa 18 kg grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente Bio è una risorsa informativa che affronta le tematiche relative a uno stile di vita sano e virtuoso in ogni senso.

Contattaci: [email protected]

Iscrizione Newsletter
Per favore inserisci un indirizzo email valido
Questo indirizzo è già in uso
The security code entered was incorrect
Grazie per esserti iscritto