Home Ambiente Il Giappone riapre il nucleare dopo Fukushima

Il Giappone riapre il nucleare dopo Fukushima

186
0
CONDIVIDI

Il sistema nucleare del Giappone riparte dopo Fukushima, soggetto del disastro nucleare della storia dopo Cernobyl. Il premier Noda ha deciso il riavvio di due unita’ della centrale di Oi, nella prefettura di Fukui, che da sola vale 14 impianti sui 50 presenti nel Paese, spenti per manutenzione e controlli. Il tutto a dispetto del territorio indefinito contaminato, i danni irreparabili e di lungo termini su animali, persone e ambiente; infatti Greenpeace e il movimento anti-atomo protestano. l governo di Tokyo ha stabilito necessario riattivare i due reattori nucleari, i primi che rientreranno in funzione dopo che tutti gli impianti del paese sono stati chiusi lo scorso anno dopo gli incidenti nucleari, provocati dal terremoto e dallo tsunami dell’11 marzo 2011.

Nonostante la forte opposizione della popolazione, il primo ministro Yoshihiko Noda, ha annunciato la decisione dopo aver incontrato il governatore della prefettura che ha dato disco verde alla riattivazione dei reattori. Secondo Noda il ritorno al nucleare si rende necessario in vista della stagione estiva per scongiurare blackout e blocchi delle forniture elettriche. Dal canto suo il ministro dell’Industria assicura che i programmi non cambiano e che la riduzione della dipendenza dal nucleare e’ invariata e medio-lungo termine. Sperando che sia vero e che questa misura sia solo temporanea e non un ripristino della strategia del nucleare come risorsa centrale per la produzione di energia elettrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here