Home Energia Kit per convertire le auto a benzina in auto ibride

Kit per convertire le auto a benzina in auto ibride

3354
3
CONDIVIDI

L’Università di Middle Tennessee ha sviluppato un kit in grado di trasformare una normale automobile a benzina in un veicolo ibrido (benzina-elettrico).

La maggior parte degli ibridi del mercato sono costosi. A lungo termine, potrebbe essere vantaggioso questo investimento iniziale, tuttavia, il prezzo di entrata è un ostacolo per molte persone che vorrebbero avere auto elettrica.

Un’idea è quella di trasformare il veicolo tradizionale in una pseudo-potere come hanno fatto con la 1994 Honda Accord.

Secondo gli sviluppatori di questa università, questo kit da 3000 dollari può migliorare il consumo del veicolo tra il 50% e il 100% da due motori elettrici collegati alle ruote posteriori, lasciando la parte anteriore collegata al motore a benzina e sottrarle lavoro.

I motori elettrici sono alimentati da una batteria ricaricabile agli ioni di litio fosfato installato nel bagagliaio e il kit può essere installato in qualsiasi veicolo.

Attualmente le batterie necessarie sono piuttosto ingombranti, ma la squadra di progettazione assicura che quando avverrà la produzione le dimensioni non supereranno il volume di una borsa da viaggio.

Il kit è ora quattro in attesa del brevetto a nome dell’università, mentre la ricerca e lo sviluppo di questo progetto proseguono.

Anche in Italia un azienda l’ECo (Electric&Hybrid-Drive Company), uno spin-off del Politecnico di Milano con sede in Valle d’Aosta, insieme alle società Ireth e Mecaprom Technologies ha ideato un kit di conversione.

L’azienda ha sviluppato due differenti kit dove il costo si aggira fra i 7 e gli 11 mila euro.

Il kit bimodale trasforma la nostra auto in un’ibrida tradizionale dove con il solo motore elettrico potremo fare fino a 40 km con velocità massima di 80 km/h, nel momento in cui avremmo terminato l’energia elettrica proseguiremo con il motore a benzina.

Il secondo kit prevede l’inserimento di un motore a scoppio, in sostituzione del vecchio motore, correlato di generatore elettrico.

Nella modalità elettrica siamo autonomi fino a 50 km e nel momento in cui si scende fino a 1/3 della carica automaticamente il generatore ricarica la batteria.

I kit, si prevede, saranno in commercio nel 2013. Rappresenteranno sicuramente un risparmio per gli automobilisti, vedremo che ne penseranno le case automobilistiche che avranno meno immatricolazione, già con la crisi attuale che complica il tutto.

3 COMMENTI

  1. va bene che si deve fare per l’ambiente, ma non possono promuovere il kit a 3000 euro, ma sapete quanta benzina si mette con 3000 euro? è come gli impianti a metano che costano 2000 euro ma che assurdità è? prima che tu abbia ripreso la spesa sai quanto tempo passa?
    parla uno che ha fatto uno a metano ed uno a gas e poi è tornato alla benzina

  2. hhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh da 7 A 11 MILA EURO SENTITE METTITO LO IN FRIGO QUESTO VOSTRO KIT IN AMERICA QUI LOSTEPENDIO PUI ALTO LO FANO CON 3000 DOLARI IN ITALIA TRIPIO SONO MATTI STI ITALIANI

  3. “Secondo gli sviluppatori di questa università, questo kit da 3000 dollari può migliorare il consumo del veicolo tra il 50% e il 100%” e “L’azienda ha sviluppato due differenti kit dove il costo si aggira fra i 7 e gli 11 mila euro” non c’è un leggero divario?! Mi sembra inutile commentare oltre….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here