Home Energia Fotovoltaico senza incentivi: presto sul Caab di Bologna un impianto da record

Fotovoltaico senza incentivi: presto sul Caab di Bologna un impianto da record

813
0
CONDIVIDI
fotovoltaico senza incentivi

Caab, il Centro agroalimentare di Bologna, presto, sarà dotato del più grande impianto fotovoltaico senza incentivi.

La città, dopo essersi già aggiudicata il primato del più grande impianto europeo a energia solare, ben oltre 100mila metri quadrati di celle, vedrà la costruzione di un nuovo impianto in regime di market parity: fotovoltaico senza incentivi ed economicamente sostenibile. Una struttura che andrà ad alimentare inoltre i veicoli elettrici. Ecco come si compone il progetto.

Caab3: il nuovo impianto fotovoltaico senza incentivi nel mercato ortofrutticolo di Bologna

Progettare un imponente impianto fotovoltaico senza incentivi da ben 450 kW di potenza e un sistema di accumulo energetico da 50 kW. È quanto caratterizzerà Caab3, il primo impianto italiano dotato di sistema di accumulo di tale portata, che andrà a soddisfare i consumi elettrici del Caab di Bologna, alimentando tre colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, che saranno installate nell’area di parcheggio.

Il progetto segue un bando da 500 mila euro per assegnare i lavori di costruzione: i vincitori dell’appalto si occuperanno di realizzare una copertura sul tetto della Nuova Area Mercatale di Bologna. L’impianto fotovoltaico del Caab3 sarà realizzato in regime di market parity, ovvero senza alcun incentivo. Dei 500mila euro necessari, 437mila saranno stanziati a tasso agevolato da parte del Fondo energia della Regione Emilia-Romagna.

Leggi anche: Ecco l’impianto solare più grande al mondo: dà corrente a 80mila rifugiati siriani

Cosa prevede il progetto                                 

Il nuovo impianto fotovoltaico senza incentivi erogherà circa l’80% dell’elettricità necessaria al Caab: un quantitativo che equivale al consumo domestico annuale di circa 200 famiglie.

L’impianto prevede un sistema di accumulo a batterie da 50 kW. Questo servirà per gestire la produzione solare a livello industriale. Una soluzione che consentirà di rifornire 3 colonnine di ricarica auto elettriche.

Andrea Segrè, presidente del Caab ha affermato a riguardo: «L’inaugurazione del mega impianto è prevista nell’ottobre 2018. Promuovere la sostenibilità ambientale in una strategia complessiva di valorizzazione dell’asset pubblico è l’obiettivo che ci siamo dati. La transizione dall’uso dei combustibili fossili a quello delle energie rinnovabili è ormai urgentissima. Una condizione necessaria, anche se non di per sé sufficiente per la sostenibilità ecologica».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.