Home Alimentazione Biologica Medicinali contraffatti ritirati dal mercato: ecco i nomi

Medicinali contraffatti ritirati dal mercato: ecco i nomi

642
0
CONDIVIDI

A giugno i Nas procedevano al ritiro di tutte le confezioni presenti in farmacia di Ozopulmin, un noto farmaco per bambini; a settembre, l’Aifa disponeva il ritiro di altri 9 farmaci provenienti dalla stessa casa produttrice. Ora l’Agenzia Italiana del Farmaco ha emesso un provvedimento di sospensione per la produzione di medicinali. Stiamo parlando della Società Geymonat S.p.A. Vediamo insieme i nomi dei medicinali ritirati e l’evoluzione delle indagini avviate a giugno.

Controllate e non usate Ozopulmin, un farmaco in supposte per la tosse usato soprattutto per i bambini ma anche per gli adulti”. È questo l’appello lanciato dal vicecomandante dei Nas, Antonio Diomeda, durante la conferenza stampa sull’operazione che ha portato all’arresto di tre dirigenti della casa farmaceutica Geymonat.

Le accuse, ancora da confermare, riguardano l’ipotesi di avere messo in commercio tre lotti, pari a 35 mila confezioni, di Ozopulmin con un principio attivo falso ed inefficace.

Vediamo insieme le diverse fasi dell’operazione.

A giugno, i Nas, in collaborazione con l’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e l’Istituto Superiore di Sanità (ISS), arrestano e mettono ai domiciliari tre dirigenti della casa farmaceutica Geymonat .

Dagli accertamenti effettuati, sembrerebbe che gli indagati, rimasti privi del principio attivo a causa di un disaccordo con la ditta fornitrice, abbiano deciso di avviare comunque la produzione del farmaco, mettendo in commercio un prodotto contraffatto. Il medicinale creato, infatti, possiede al suo interno una sostanza simile a quella mancante, ma normalmente usata per cosmetici e integratori alimentari e farmaceuticamente inefficace. Questo, renderebbe il farmaco non adatto al suo scopo terapeutico.

Nonostante i Nas abbiano provveduto a ritirare tutti i prodotti presenti nelle farmacie, secondo alcune stime, sembrerebbe che ci siano ancora oltre 9mila confezioni in circolo nelle case italiane, con scadenza fissata a marzo 2016. Ricordiamo che l’Ozopulmin è un farmaco da banco per bambini e adulti molto conosciuto, un antitosse ad azione balsamica.

Purtroppo l’episodio non si conclude con il ritiro dal commercio delle supposte di Ozopulmin.

A settembre, infatti, arriva da parte dell’Aifa la disposizione al ritiro dal mercato di altri farmaci prodotti sempre dalla Geymonat e sospettati di riportare difetti di qualità per la possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta.

Nello specifico, i farmaci bloccati dalla distribuzione sono:

ALVENEX 450 mg per l’insufficienza venosa;
GASTROGEL 2 g/10 ml per l’ulcera gastrica;
SUCRATE 2 g gel orale per l’ulcera;
INTRAFER 50 mg/ml per le anemie;
NABUSER 30 per l’artrite;
CITOGEL 2g/10 ml per l’ulcera;
ECOMÌ per le infezioni dermatologiche;
VENOSMINE 4% per le varici;
TESTO ENANT per patologie sessuali.


Infine, il 4 ottobre, l’Agenzia Italiana del Farmaco emette un provvedimento di sospensione dell’autorizzazione rilasciata alla Società Geymonat S.p.A. per la produzione di medicinali presso l’officina farmaceutica Geymonat di Anagni.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Frosinone, nel corso delle quali sono state rilevate gravi violazioni delle Norme di Buona Fabbricazione.

Nel suo comunicato stampa, l’Aifa ricorda che tutti i lotti in corso di validità dei medicinali fabbricati presso la stessa officina di produzione Geymonat sono già stati oggetto di un divieto di utilizzo, a causa di sospetti difetti di qualità legati, nello specifico, alla possibile presenza di un quantitativo di principio attivo inferiore a quello approvato e indicato in etichetta.

L’autorizzazione alla produzione della Ditta Geymonat è quindi sospesa finché l’AIFA non avrà verificato l’effettiva rimozione delle violazioni riscontrate e quindi la conformità del processo produttivo agli standard di Buona Fabbricazione.

Attenzione: verificate se in casa possedete alcuni dei medicinali citati, visto che sono stati giudicati contraffatti e, nonostante il ritiro dal mercato, risultano ancora potenzialmente in circolazione.

Fonte

Fonte

Fonte

Fonte

(Foto: e-Magine Art)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here