Confagricoltura

Confagricoltura compie 100 anni: storia, principi essenziali e prossimi obiettivi dell’associazione

Ieri, 28 settembre, Confagricoltura ha compiuto 100 anni: un secolo di attività, festeggiato alla presenza del suo presidente Massimiliano Giansanti, con celebrazioni ufficiali avvenute nella splendida cornice di Palazzo Colonna, a Roma, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del premier Conte, dei ministri Bellanova e Patuanelli, della sindaca Virginia Raggi.

Storia e principi essenziali di Confagricoltura

Confagricoltura, costituita a Roma nel 1920, è la Confederazione Generale dell’Agricoltura. Parliamo della prima associazione agricola italiana con funzioni unitarie di rappresentanza economica, politica e sindacale, in cui confluirono la SAI e la CNA.

Ma quali sono i principi essenziali di Confagricoltura?

  • tutela dell’impresa, efficacia e competitività
  • orientamento verso la crescita e l’innovazione tecnologiche
  • stretto collegamento con altre parti della filiera agricolo-alimentare
  • cogliere le aspettative dei consumatori italiani e internazionali
  • protezione delle risorse naturali
  • responsabilità sociale
  • tutela dei lavoratori
  • benessere della collettività

Se durante il lockdown, l’Italia, come affermato dal Presidente della Repubblica, ha dato prova delle sue energie, facendo affidamento su un solido sistema agroalimentare di cui le associazioni di Confagricoltura costituiscono una componente essenziale, dato che con le loro aziende collaborano oltre 520 mila lavoratori che sviluppano più di 41.000.000 giornate di lavoro, adesso, ribadisce Giansanti, le imprese devono continuare ad essere supportate per continuare ad aumentare competitività e produzione.

Il parere del presidente di Confagricoltura Giansanti

Giansanti dà priorità ai seguenti punti:

  • recupero della situazione pre-economia
  • crescita della produttività della competizione
  • potenziamento degli investimenti pubblici
  • infrastrutture moderne
  • diffusione della digitalizzazione a partire dalla PA
  • risposte alla crisi urgente legata al cambiamento climatico
  • rilancio della ricerca scientifica
  • sostegno dei giovani che, sempre più numerosi, tornano a scegliere le campagne
CONFAGRICOLTURA
Sindaca Virginia Raggi: intervenuta in occasione del centenario della Confagricoltura, sottolinea il ruolo del Centro Agroalimentare di Roma.

L’intervento del premier Conte

Intervenuto alla celebrazione del centenario di Confagricoltura, Conte elogia l’impegno e i sacrifici del settore agricolo in questi mesi difficili oltre al fatto che, grazie ad essi, non sono mai mancati i generi alimentari.

“Fra le ombre – ha ancora detto Conte – intravediamo qualche luce, e una di queste è l’agricoltura italiana, c’è crescita in controtendenza”. “L’agricoltura italiana si pone in una posizione molto performante: c’è una percentuale altissima – aggiunge – di prodotti privi di residui rispetto ad altri Paesi. Si tratta di primati di cui essere orgogliosi”, aggiungendo che è necessario un sodalizio tra tradizione e innovazione che è poi lo spirito del Paese.

L’intervento della ministra Bellanova

La strategia nazionale per il Sistema Agricolo, Agroalimentare, Forestale, della Pesca e dell’Acquacoltura deve essere uno degli snodi strategici del Piano Nazionale Resilienza e Rilancio, dice la ministra Bellanova .

Accanto ai 3 obiettivi indicati nella strategia:

  • competitività del sistema alimentare
  • produzione di fonti rinnovabili e riduzione delle emissioni
  • lotta alle conseguenze dei cambiamenti climatici e al dissesto idrogeologico

si aggiunge il rafforzamento della resilienza e della vitalità dei territori rurali e la necessità della banda larga in tutte le aree, la valorizzazione della biodiversità, della zootecnia che possono essere importanti driver di recupero e valorizzazione della nuova economia.

In ogni caso il rafforzamento del sistema filiera agricola è un potente stmiolo per il nostro Paese, in quanto dà sempre più convincenti risposte al bisogno di lavoro che, anche in ambito agricolo, deve essere equo, dignitoso, gratificante e qualificato.

L’intervento di Virginia Raggi

Virginia Raggi sottolinea il ruolo del CAR (Centro Agroalimentare di Roma) che ha supportato la filiera senza mai far mancare gli alimenti necessari e quello dei mercati che, con tutte le dovute misure di sicurezza, hanno esercitato la funzione di punto di riferimento collettivo.

Investire sui giovani per il futuro dell’Italia

Tre esempi di giovani che hanno deciso, in controtendenza, di optare per l’agricoltura:

  • Luca Travaglini-Planet Farms, con la sua agricoltura verticale in Lombardia come esempio di innovazione e sostenibilità
  • Ariane Loiti-Tenuta San Carlo, che da New York è tornata nella sua Toscana per dar vita ad un’azienda biologica all’avanguardia
  • Francesco Cambria-Cottanera, che ha lasciato la toga per dedicarsi alla viticoltura sull’Etna, seguendo le orme di suo padre.

FONTI IMMAGINI: www.fanpage.it; www.irpiniaoggi.it

100 anni, confagricoltura, principi essenziali

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.