Home Rischi per la salute Teflon anche nelle padelle antiaderenti in pietra, denunciata la truffa

Teflon anche nelle padelle antiaderenti in pietra, denunciata la truffa

37649
0
CONDIVIDI
Teflon anche nelle padelle in pietra

Usi le padelle in pietra per eliminare il problema del Teflon? Peccato che sia solo una truffa ai danni della salute dei consumatori. E il materiale tossico finisce nei nostri alimenti…

Si chiama Teflon, o PTFE ed è il materiale con cui sono realizzate le classiche padelle antiaderenti, quelle dal fondo nero. Durante la cottura rilascia sostanze tossiche che secondo studi medici colpiscono fegato e tiroide e indeboliscono il sistema immunitario.

Per trovare una soluzione al problema, sono apparse sul mercato delle padelle con rivestimento in pietra. Peccato che si tratti di una truffa. Ecco perché.

Teflon nelle padelle con rivestimento in pietra

Sembravano la soluzione al teflon: padelle con rivestimento effetto pietra che hanno invaso i supermercati. Molti l’avevano salutata come la padella salutare per cucinare finalmente cibi senza la paura di ingurgitare sostanze tossiche.

Purtroppo quella che sembrava un’idea geniale si è rivelata un’autentica truffa, come ha svelato la trasmissione Report.

La scoperta della truffa

Report ha mostrato che il rivestimento delle padelle in pietra contiene Teflon (PTFE), come una comune padella dal fondo nero. Le padelle “effetto pietra” dunque non hanno alcuna proprietà salutistica e sono una vera e propria truffa. È questa, almeno, la tesi della trasmissione.

Le padelle–truffa, infatti, quando utilizzate ad alte temperature (cioè spessissimo) rilasciano sostanze dannose per organi e ghiandole.

I danni alla salute

Il Teflon crea più di un effetto deleterio per il nostro corpo. Se esposto ad alte temperature rilascia la Pfoa, sostanza nociva che rimane nel corpo per molti anni, anche con piccole esposizioni. Come ha mostrato Tony Fletcher, celebre epidemiologo, la Pfoa è associata a sei malattie diverse: colite ulcerosa, disfunzioni alla tiroide, cancro ai testicoli e ai reni, ipertensione gestazionale.

Gli studi di Fletcher si sono svolti negli Stati Uniti presso lo stabilimento di Dupont, azienda che produce Teflon. Per i danni sulla salute, la fabbrica è stata condannata a risarcire un uomo con 5 milioni di dollari per avergli causato un cancro ai testicoli.

Il Pfoa non è l’unica sostanza rilasciata dal Teflon. Se esposto a fonti di calore, può originare anche il tetrafluoroetilene, un altro pericoloso cancerogeno.

Le alternative al Teflon





Recipienti d’acciaio per la bollitura, terracotta per zuppe e stufati e le padelle aderenti con la pietra ollare, quelle in vera ceramica, ferro o ghisa, sono le soluzioni che possono essere adottate per evitare di cadere vittima del Teflon.

LEGGI ANCHE: Allarme radiazioni nucleari: pasta contaminata sugli scaffali

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here