Home Nuove Scoperte Proteggersi dal cancro della pelle con i broccoli

Proteggersi dal cancro della pelle con i broccoli

754
0
CONDIVIDI

Introdurre i broccoli nella propria dieta è un ottimo modo per ridurre il pericolo di insorgenzadi cancro al colon, alla prostrata e ad altri organi presenti nel nostro corpo. Ma perché limitarsi solo a mangiare i broccoli? Questi ortaggi, infatti, possono anche essere indossati per proteggere la pelle, ad esempio, dai raggi solari.

Numerose ricerche hanno ormai accertato l’importante contributo che le crocifere, e in particolare i broccoli, forniscono al nostro organismo per contrastare l’insorgenza di malattie gravi come i tumori.

La dottoressa Sally Dickinson, del Dipartimento di Farmacologia dell’Università dell’Arizona e membro dell’UA Cancer Center, si è posta una domanda molto importante: la possibilità di utilizzare i broccoli non solo nell’alimentazione, ma anche sotto forma di crema da spalmare per limitare il pericolo del cancro alla pelle.

Per questo, la dottoressa ha messo su un team di ricerca per dimostrare come il sulforafano, il composto naturale presente nei broccoli e con notevoli proprietà chemio preventive, potrebbe aiutare le persone a proteggersi dai tumori anche esternamente.

Secondo quanto affermato dalla Dickinson: “Anche se c’è maggiore consapevolezza circa la necessità di una limitata esposizione al sole e l’uso di creme solari, stiamo ancora assistendo a troppi casi di cancro alla pelle ogni anno. Per questo, siamo alla ricerca di metodi migliori per prevenire il cancro della pelle in formati che siano accessibili e gestibili per uso pubblico. Il sulforafano potrebbe essere un ottimo candidato da utilizzare per la prevenzione del cancro della pelle causato dall’esposizione ai raggi ultravioletti “.

La ricerca condotta fino ad oggi dalla dottoressa ha dimostrato che il sulforafano è un agente altamente adattabile ed efficace per l’inibizione dello sviluppo di percorsi cancerogeni. Non solo, questa particolare sostanza attiva i geni chemio protettivi.

I prossimi studi saranno condotti in collaborazione con la Johns Hopkins University  e saranno volti a dimostrare l’efficacia del composto creato. I volontari scelti come campione di analisi faranno uso di creme a base di sulforafano. La sicurezza nella somministrazione del composto, sia per via orale che topica, è stata accertata durante numerosi studi precedenti.

Il sulforafano è un ottimo alleato per il nostro organismo, non solo perché ci permette di sviluppare dei meccanismi che reagiscono e prevengono l’insorgenza del cancro, ma anche perché è utile a prevenire le scottature e a stimolare gli enzimi che proteggono la nostra pelle.

Riuscire a creare una crema che funzioni non solo da schermo protettivo dai raggi solari ma che intervenga in maniera specifica proprio sugli elementi che causano l’insorgenza del cancro potrebbe essere rivoluzione del modo di concepire la protezione dai raggi UV. Non più quindi solo verdure da mangiare, ma anche da indossare.

Fonti articolo:

(Foto: Utente Flickr Feliciano Guimarães)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here